Come scegliere la carne più tenera

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La carne, nonostante negli ultimi anni siano aumentati esponenzialmente il numero di persone vegane, vegetariane ed animaliste, atte a sensibilizzare sui problemi provocati dal suo consumo, resta uno degli alimenti più consumati dai cittadini italiani. Un fattore fondamentale che porta la carne ad essere consumata in modo così massiccio, è il fatto che essa può essere presentata sotto diverse forme e accompagnata in modi differenti, dando la possibilità di creare ricette innovative, oltre le diverse modalità di cottura. Inoltre, la carne è da sempre considerata un alimento imprescindibile della dieta e della tradizione italiana. In questa guida verrà indicato come scegliere la carne più tenera, un primo passo per poter gustare delle ricette saporite e fantasiose.

25

Uno degli aspetti primaria da prendere in considerazione al fine di scegliere una carne tenera, è il tempo d'esposizione sul bancone del macellaio, o nel reparto di macelleria del supermercato. Qualora la carne sia in esposizione già da diversi giorni, sicuramente avrà un colore che avrà subito variazioni organolettiche. Cominciando dalle carni bianche, un coniglio di buona qualità si riconosce attraverso il colore rosa chiaro della carne, per il grasso che deve essere bianco, ma anche per il fegato, di colore chiaro ed uniforme. Inoltre, i muscoli dorsali devono essere sviluppati, sporgendo dalla spina dorsale.

35

Passando alla carne di pollo, il petto dovrà essere massiccio, sodo ed avente un tipo di polpa leggermente umida; una pelle che non faccia intravedere delle macchie o delle insanità nella superficie. Qualora presentasse tutte queste caratteristiche, il pollo (ma questo vale per tutto il pollame) avrà senza ombra di dubbio una carne delicata. Passando al maiale, i tagli che si trovano in commercio sono già relativamente teneri ma la carne deve essere, al momento dell'acquisto, soda, con le parti grasse bianche o color panna. Il vitello da latte, invece, deve presentare delle carni aventi un colore tendente al rosa chiaro, che siano umide e con grana fina. Qualora non fosse così, e mostrasse carni macchiate, asciutte e caratterizzate da un colore rossastro o, addirittura, grigiastro, non saranno sicuramente fresche e, di conseguenza, tenere. La carne di manzo deve presentarsi di un colore rosso vivo e deve essere brillante.

Continua la lettura
45

Un altro aspetto fondamentale per andare a comprare un tipo di carne che risulti tenera, è preferire un taglio il più possibile tenero. Di solito, il fattore tenerezza è determinato da una maggiore o minore presenza di tessuto connettivo. Nel dettaglio, un taglio nel quale siano presenti molte terminazioni nervose, sarà sicuramente più duro. Nel filetto, per esempio, universalmente riconosciuto per avere una carne molto morbida, è presente una percentuale alta di tessuto muscolare, ma una percentuale bassa di tessuto connettivo. Inoltre, un aspetto non secondario è che, qualora si scegliesse una carne troppo magra (questo avviene soprattutto se la bestia è giovane), essa risulterà poco succosa e, quindi, meno morbida una volta cotta.
Visitate anche: http://www.alimentipedia.it/carne-bovina-tagli-uso-in-cucina.html.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Basatevi su queste linee guida
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come cuocere perfettamente il polpo

Il polpo è un mollusco cefalopode che appartiene alla famiglia delle seppie e dei calamari. Questo essere vivente vive nei bassi fondi marini rocciosi, si nutre di altri molluschi e crostacei. Come ben sappiamo in tutte le cucine il polpo, soprattutto...
Consigli di Cucina

Come servire le costine d'agnello

Le costine di agnello sono un ingrediente che può essere utilizzato in cucina in moltissime ricette. Grazie alla versatilità di questo alimento, a volte sottovalutato, ed alle sue carni saporite, magre e digeribili è adatto a tutta la famiglia. In...
Pesce

Come preparare il polpo arrosto con crema di patate e broccoli

Il polpo si caratterizza per le sue carni magre e per la sua versatilità in cucina. Con il suo sapore delicato e la carne tenera, si può abbinare a molteplici sapori.Spesso però il polpo sembra difficile da "gestire", soprattutto per il timore che,...
Carne

Ricetta: agnello scottadito

Le costolette d'agnello alla scottadito sono un piatto tipico della tradizione culinaria laziale. Il nome è tutto un programma. Infatti, indica che la carne d'abbacchio va mangiata rigorosamente caldissima, appena dopo la cottura. La ricetta originale...
Consigli di Cucina

Come intenerire la carne con un kiwi

Anche se si allevano gli animali nel migliore dei modi o ci affidiamo al nostro macellaio di fiducia, che sa scegliere i tagli più prelibati, non sempre la carne risulta tenera, dopo la cottura. Essa è ricca di fibre, che la rendono dura, ed è importante...
Carne

Ricetta: fagiano alla normanna

La ricetta del "fagiano alla normanna" evoca, nel nome e negli aromi, i banchetti medioevali, sui quali troneggiavano i frutti della caccia. Il suo nome dipende dagli ingredienti utilizzati che sono tutti tipicamente francesi. Oggi il fagiano si trova...
Carne

Come intenerire una bistecca di manzo

Molte persone considerano la bistecca di manzo uno degli alimenti più pregiati in assoluto. Mangiare una bistecca è sicuramente un pasto salutare e saporito, ma se essa non viene preparata correttamente può diventare dura come la suola delle scarpe....
Carne

Le migliori carni da fare alla brace

Per realizzare una perfetta grigliata di carni miste è indispensabile utilizzare le migliori tipologie di carne. In genere la cottura alla brace è molto flessibile, e permette di essere impiegata per la maggior parte delle carni, ma bisogna distinguere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.