Come utilizzare l'amaranto in cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'amaranto è un cereale che ha origini antichissime. Esso infatti veniva usato per cucinare piatti sia ad uso alimentare che per riti religiosi nientemeno che dagli antichi Aztechi, che attribuivano a questo cereale qualità divine. È un alimento non particolarmente noto nei paesi occidentali, ma ultimamente l'interesse verso questo elemento sta aumentando. Si tratta di un cereale di antica provenienza e ricco di fibre, quasi il triplo rispetto al grano. Essendo completamente privo di glutine è da considerarsi un alimento adatto a tutte le persone affette da celiachia. Vediamo insieme come utilizzare l'amaranto in cucina.

27

Occorrente

  • amaranto in grani q.b
  • farina di amaranto q.b
  • acqua q.b
37

Il primo modo di utilizzare questo cereale riguarda la preparazione di un piatto, ossia una gustosa zuppa. Prendete quindi tre tazze di acqua fredda, mettetele all'interno di una pentola e portate ad ebollizione. Quando vedete formarsi le prime bollicine, aggiungete una tazza di questo cereale, mescolate e lasciate cuocere per circa venticinque minuti. L'aspetto di questo alimento a cottura ultimata dovrà essere quello di chicchi gonfi e belli morbidi e sodi.

47

Per arricchire questa zuppa, regalando un pochino di sapore, potete tranquillamente incorporare l'amaranto al riso. La giusta proporzione è di 1 a 1. Precedete con la cottura del cereale come indicato nel passo precedente. A parte cuocete il riso utilizzando la tecnica che più preferite. Verso la fine della cottura di tutti e due gli ingredienti incorporateli mescolando accuratamente in modo che tutti i sapori si possano amalgamare fra loro. A cottura ultimata servite in tavola il piatto spolverizzandolo con una generosa manciata di parmigiano reggiano.

Continua la lettura
57

Potete ugualmente scegliere di utilizzare l'amaranto sotto forma di farina, sostituendola tutta, o in parte, a quella che utilizzate per la preparazione dei vostri piatti casalinghi come pasta o dolci. Ottima anche per fare il pane, in questo caso è possibile utilizzarla anche come unico ingrediente. Tenete presente che, rispetto ad una farina di grano, quella di amaranto necessita di un maggiore apporto di acqua per l'impasto. Altro metodo per utilizzarlo è quello della preparazione di una prima colazione davvero nutriente. Procedete perciò con la cottura e, una volta che l'amaranto sarà pronto, versartelo all'interno di una ciotola, aggiungere frutta fresca o essiccata, mandorle, nocciole, cioccolato fondente tagliato a pezzetti a vostro completo piacimento. Buon appetito!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' possibile utilizzare questo cereale sostituendolo tutto o in parte con la comune farina.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Alternative glutenfree al cous cous

Il cous cous è un alimento che si ottiene dalla semola di grano duro. Si tratta di un piatto di origine medio-orientale che si presta a diverse preparazioni. Con questi granelli si possono preparare insalate, timballi o polpettine conditi con verdure...
Antipasti

Come tostare l'amaranto

Il Sudamerica ed il Messico sono riconosciuti come i produttori mondiali più grandi di amaranto. Questa pianta non a caso ha origini di quelle zone, e la sua coltivazione affonda radici lunghe nella sua storia. È conosciuto infatti che essa veniva coltivata...
Consigli di Cucina

Piatti estivi con i cetrioli

I cetrioli sono un ortaggio tipicamente estivo, molto usato per preparare piatti freschi e gustosi. Si tratta di un alimento ricco di acqua e con poche calorie, adatto anche a chi segue una dieta. Possiamo mangiare i cetrioli in tanti modi diversi, senza...
Consigli di Cucina

10 piatti light vegani per l'estate

La cucina vegana è sicuramente una tra le più particolari ed interessanti, è inoltre tra le più semplici e fantasiose. Tralasciando per un attimo quelli che sono gli ingredienti classici e più conosciuti, per citarne uno ad esempio il cuscus che...
Primi Piatti

Zuppa di finti cereali

È essenziale per stare sempre bene in forma mangiare sano è seguire una dieta ricca di frutta e verdura. I cereali sono tra gli alimenti più nutrienti e più salutari per una persona, anche se molto spesso si confondono i "veri" cereali con i "finti"...
Consigli di Cucina

Come classificare le farine

A molte persone sarà capitato di vedere una giornata che sembrava fiacca, trasformarsi in una ricca di energia e di spirito grazie ad una buona dose di carboidrati. Un panino fragrante, un bel pezzo di pizza farcita, magari ancora caldi ne sono un esempio....
Primi Piatti

Come preparare la pasta fatta in casa senza glutine

Chi di noi non ha mai usato un setaccio la farina un po di acqua e via all'impasto, che sia manuale o con impastatrice, insomma un piacere che tutti abbiamo condiviso. In questa piccola guida cercheremo di orientare al meglio la procedura per un ottimo...
Primi Piatti

Come fare la besciamella senza latte e senza farina

La besciamella è un condimento delizioso per primi piatti, amato dai buongustai e dagli amanti della pasta. Può essere l'ingrediente principale di un piatto, ma si presta bene anche a far parte di pietanze più complesse e ricche di altri ingredienti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.