Come vinificare il vino frizzante

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendete vinificare un vino frizzante, magari da usare come una sorta di spumante in occasioni di feste o di eventi particolari, è importante seguire le linee guida che troverete nei passi successivi. Si tratta infatti, di un procedimento piuttosto articolato e soprattutto delicato e che quindi esige la massima accortezza al fine di ottimizzare il risultato. Per vinificare il suddetto vino frizzante vediamo allora come bisogna procedere e quali ingredienti è necessario usare per ottimizzare il risultato.

25

Adottare le giuste accortezze

Un vino frizzante è un vino che contiene una certa percentuale di anidride carbonica ed ha una pressione di 2,5 atmosfere. Anche se potrebbe sembrare un'operazione semplice, in realtà la vinificazione di un vino frizzante è un processo abbastanza complesso; infatti, bisogna agire con prudenza poiché eventuali errori posso causare lo scoppio della bottiglia, la fuoriuscita del tappo o un'eccessiva pressione che all'apertura della bottiglia stessa genererà l'uscita del vino con il rischio di perderlo tutto.

35

Aggiungere zucchero e enolievito

Per ottenere dei vini frizzanti si devono utilizzare esclusivamente quelli della giusta acidità e ottenuti dalle migliori uve. Per ottenere la pressione sufficiente pari a circa 1 atmosfera, si devono lasciar fermentare 4,5 grammi di zucchero, quindi per ottenere un vino frizzante con una pressione fino a 2,5 atmosfere, bisogna aggiungere nel vino base almeno 10/12 grammi di zucchero per ogni litro. Successivamente va aggiunto anche l'enolievito, ovvero un composto a base di ammonio solfato, ammonio fosfato e cellulosa. Infine si imbottiglia appena la fermentazione è ormai avviata. A questo punto bisogna conservare la bottiglia in un luogo fresco della casa e ad una temperatura che non sia superiore ai 20 gradi.

Continua la lettura
45

Far fermentare il vino nuovamente

Un altro sistema per rendere il vino frizzante consiste tuttavia nel farlo fermentare di nuovo aggiungendo del lievito, del vino o del mosto. In alternativa potete anche inserire nella bottiglia prima di tapparla, un cucchiaino di zucchero in polvere, ma in tal caso è importante sapere che all'apertura della bottiglia, diventerà una sorta di vino spumante con una pressione decisamente più elevata di quella di 1 atmosfera cui abbiamo fatto accenno nei passi precedenti di questa guida. In tal caso bisogna fare attenzione al tappo che sicuramente volerà via, proprio come avviene con questa tipologia di vino bianco fermentato ed imbottigliato e quindi con il rischio di ritrovarsi anche con pochissimo vino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come fare una limonata frizzante

Quando il caldo comincia a farsi sentire, si ha sempre maggiormente la voglia di qualcosa di dissetante e di fresco. Quante volte vi è capitato di aprire il frigorifero, in preda all'arsura estiva, attaccandovi letteralmente alla prima bevanda che vi...
Vino e Alcolici

Come scegliere il vino giusto per ogni occasione

Durante ogni tipo di pasto, un bicchiere di buon vino è l'accompagnamento ideale. Non stiamo certo parlando del "vino in cartone" del supermercato. Il vino è un piacere e come tale deve essere scelto con molta cura ed attenzione. Ogni sorso deve essere...
Analcolici

Come preparare drink analcolici

Per gustare un aperitivo, ma non volendo o non potendo assumere alcool l'alternativa altrettanto valida è la preparazione di un coktail analcolico. Esistono moltissime varietà di drink analcolici che possono soddisfare pienamente la sete di un vasto...
Primi Piatti

Come cucinare i fiori di zucca fritti in pastella

I fiori di zucca sono uno dei fiori più conosciuti come alimento. Belli anche esteticamente, con la loro corolla di colore giallo acceso, vanno raccolti la mattina presto, prima che il sole si alzi in cielo ed essi si schiudano, per evitare che le api...
Analcolici

10 consigli per preparare lo Spritz

Lo Spritz è un aperitivo nato nel Triveneto, ma da parecchi anni è diventato famoso in tutto il Paese. Ne esistono di varie tipologie, ma quello più bevuto è fatto da Aperol, Prosecco e seltz. Durante la preparazione bisogna seguire un ordine ben...
Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Garibaldi

Il cocktail Garibaldi è una delle bevande più conosciute in tutto il mondo. Le sue origini sono italiane e nello specifico del Nord Italia. Il suo nome deriva dall'accostamento del colore e degli ingredienti. Il colore rosso ricorda la camicia dei...
Cucina Etnica

Come fare la tempura di pesce alla giapponese

Al giorno d'oggi la cucina giapponese sta riscuotendo molto successo in numerose parti del mondo. Si tratta infatti di una tradizione culinaria caratterizzata da piatti davvero gustosi e leggeri e adatti per essere consumati in diverse occasioni. Una...
Consigli di Cucina

5 lieviti alternativi da fare in casa

Moltissime delle ricette create in cucina, vengono preparate grazie all'utilizzo dei lieviti. Il lievito in cucina serve a far gonfiare determinati alimenti come dolci, pane, pizza e tutti i prodotti da forno come biscotti, torte, muffin, ecc.. Grazie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.