Consigli su come utilizzare il lievito madre

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi ama "l'arte bianca" è ben cosciente dell'importanza di un lievito di qualità. Chi si avvicina a questa tradizione impara presto a conoscere il lievito madre. Si tratta di un lievito che deriva dalla fermentazione lenta della farina. Questa subisce "l'attacco" spontaneo da parte di microrganismi non pericolosi. Il prodotto è una pasta acida naturale che garantisce una lievitazione ottimale agli impasti. Il risultato sono prodotti fragranti, soffici, con aromi intensi e non possibili tramite lieviti alternativi. Vale la pena scoprire il potenziale di questo lievito per tutti i nostri impasti. Per questo motivo daremo alcuni consigli utili su come utilizzare il lievito madre.

26

Nutrire il lievito a intervalli regolari

Il lievito madre si conserva a lungo in frigo e si può utilizzare più volte. Ma perché mantenga l'efficacia sarà necessario "nutrirlo" ogni 2 o 3 giorni. Potremo rinnovarlo aggiungendo un nuovo cucchiaio di farina, impastandolo nuovamente con qualche goccia d'acqua. Il lievito madre si rinvigorirà, riprendendo la lievitazione anche in frigo.

36

Riattivare il lievito il giorno prima dell'uso

Come detto, nutrire il lievito madre è importante anche in periodi di inutilizzo. Ma se pianifichiamo l'uso, la riattivazione deve avvenire il giorno prima. Tiriamolo fuori dal frigo e procediamo con la riattivazione del lievito madre. Con questo anticipo gli permetteremo di lievitare nel modo giusto, garantendoci ottimi risultati.

Continua la lettura
46

Stabilizzare il lievito

Il lievito madre "giovane" risulta più acido di un lievito madre stabile. Potremo notarlo nei primi utilizzi, poiché darà una nota lievemente più acidula alle nostre preparazioni. Per stabilizzare il lievito madre dovremo utilizzarlo più volte. Dopo diversi tentativi e rinfreschi, infatti, il lievito madre perderà parte dell'acidità. Questo ci darà impasti sempre soffici e fragranti ma molto meno aciduli rispetto agli inizi.

56

Rispettare le giuste proporzioni

Ma quanto lievito madre usare per ogni impasto? La domanda sorge spontanea. Chi è solito usare il lievito di birra potrebbe avere problemi con i dosaggi. In verità esiste una piccola regola, sempre valida per il lievito madre. Le proporzioni sono sempre di 1 a 5. In altri termini, per ogni 500 gr di farina ci serviranno 100 gr di pasta madre. Una norma semplice da ricordare e applicare.

66

Osservare i giusti tempi di lievitazione

Per ottenere il massimo dal lievito madre dovremo metterci comodi e aspettare. La lievitazione con pasta madre è infatti ben più lenta di quella a base di lievito di birra. Qualunque sia il vigore del lievito dovremo comunque attendere almeno 4 ore. La temperatura dell'ambiente e le condizioni generali circostanti possono lievemente influenzare il processo. Ma dovremo armarci di pazienza se vogliamo dell'ottima pasta per pane, pizza e altri prodotti da forno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Consigli per una buona lievitazione degli impasti

A tutti quelli che amano cimentarsi in cucina sarà capitato almeno una volta di mettere in forno una torta o una focaccia e vedere, ahimè, l'impasto accasciarsi su se stesso, molle e sgonfio, anziché lievitare come dovrebbe strabordando dallo stampo:...
Dolci

Consigli per una torta alta e soffice

Fare una torta alta e soffice è l'ambizione di ogni cuoca. Per riuscire a confezionare un dolce buono da gustare e bello da vedere, basta conoscere qualche piccolo trucco che vi svelerò in questa guida. Prima di tutto bisogna sempre usare ingredienti...
Pizze e Focacce

Come preparare la pasta per la pizza

La pizza è uno degli alimenti preferiti sia dagli adulti che dai più piccoli. Spesso è capitato di mangiare la pizza in alcuni ristoranti e di non riuscire a digerirla per bene a causa di una cattiva o assente lievitazione. Per evitare un problema...
Pizze e Focacce

3 ricette senza lievito: come preparare gli impasti

Non tutte le persone hanno la fortuna di non essere allergici a qualcosa. Chi ad un animale, chi ad una pianta, e c'è anche chi può essere allergico o intollerante al lievito. Eh si, esiste anche un allergia per questo alimento che serve per far, appunto,...
Consigli di Cucina

Come fare il lievito istantaneo per dolci in casa

Per chi ama la cucina naturale è molto importante evitare gli ingredienti più chimici e affidarsi a cose più semplici. Molti di noi hanno sostituito diversi ingredienti che ci permettono di avvicinarci di più alla natura e alla cucina genuina. C'è...
Pizze e Focacce

Ricetta: focaccia ai 4 formaggi

Quando si tratta di cucina e ricette sfiziose, l'Italia può vantare una cultura senza pari. Il nostro grande orgoglio è certamente la pasta, una delizia capace di conquistare un po' tutti. E certamente siamo molto abili nell'arte bianca, cioè la panificazione....
Dolci

Come fare le chiacchiere di Carnevale con il Bimby

Non si può festeggiare il Carnevale senza le famose chiacchiere. Questi dolci tipici, hanno una tradizione molto antica, sembra che addirittura già gli antichi romani ne andavano ghiotti. La preparazione delle chiacchiere di Carnevale non richiede doti...
Pizze e Focacce

Come far lievitare l'impasto per la pizza

Pizza, pane, brioches, ma anche plumcake, muffin e torte, cosa hanno in comune? Sono tutte paste lievitate. Acqua, farina e lievito sono alla base di queste preparazioni che, in relazione all'aggiunta di sale, zucchero, grassi e altri ingredienti, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.