Errori che deve evitare un buon pizzaiolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa lista pur citando spesso le pizze, analizziamo nello specifico le tecniche migliori e di conseguenza gli errori che un buon pizzaiolo deve evitare, affinché l'alimento più diffuso al mondo, non diventi immangiabile o poco gustoso. Come vedremo, nei passi successivi si tratta di piccoli ma importanti accorgimenti, che se ben applicati garantiscono il massimo del risultato.

26

Stendere eccessivamente l'impasto

Un buon pizzaiolo sa benissimo che l'impasto da cui poi si ricava la pizza, bisogna saperlo stendere ma non eccessivamente, poiché si corre il rischio di farlo bucare o comunque assottigliare a tal punto che nel forno potrebbe aprirsi definitivamente, e con la conseguente perdita degli ingredienti per la farcitura.

36

Eccedere con gli ingredienti

Anche eccedere con gli ingredienti, potrebbe rivelarsi fatale per la buona riuscita di una pizza. Per evitare quindi questo spiacevole inconveniente che si ripercuote poi in modo negativo sulla credibilità di un pizzaiolo, bisogna saperli dosare bene, compreso l'olio che gioca un ruolo importante ai fini di una buona cottura.

Continua la lettura
46

Utilizzare latticini freschi

Un buon pizzaiolo sa benissimo che quando deve preparare la classica e mitica margherita, non deve utilizzare latticini freschi; infatti, devono essere almeno del giorno prima, quindi con la maggior parte del latte essiccato. Il rischio è di ritrovarsi con una pizza zeppa d'acqua che poi toglie il sapore, e nel contempo fa diventare eccessivamente molle e poco gradevole la parte centrale.

56

Infarinare poco il marmo

Quando si prepara una pizza, dopo aver provveduto alla manipolazione del panetto e alla stesura su un ripiano in marmo, è importante per un buon pizzaiolo far si che quest'ultimo non sia poco infarinato; infatti, l'accorgimento serve per far scivolare la pizza e riporla sulla paletta per infornarla. La mancanza di farina, fa correre il serio rischio di vedersela sbriciolata tra le mani o raccolta sulla suddetta paletta solo a metà, mentre l'altra resta appiccicata al marmo.

66

Trascurare la fiamma del forno

Un altro errore che un pizzaiolo esperto non deve assolutamente commettere, è di trascurare la fiamma del forno; infatti, la cottura a legna della pizza, esige una caloria che si mantenga costante tra i 380 e i 400 gradi, per cui l'accorgimento che consente di non commettere il suddetto errore, è che ogni mezz'ora circa, bisogna ravvivare la fiamma con dei trucioli in legno oppure con un nuovo tizzone da ardere. Il calore avvolgente di un forno a temperatura ottimale, garantisce una perfetta cottura della pizza, ed evita antiestetiche bruciature del cornicione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare una pizza margherita

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari ed appassionati lettori e lettrici, che sono dei veri amanti dell'arte della pizza, a capire proprio come poter preparare, con le proprie mani, una pizza margherita, che sia perfetta e di ottima...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza ai fiori di zucca

La pizza, è risaputo in tutto il mondo, è uno degli alimenti più buoni e famosi della cucina italiana. Questa è una pietanza tipica della cucina napoletana, ma che poi si è diffusa in ogni parte del mondo dove ogni pizzaiolo cerca di variare alcuni...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza integrale

Nei tre passi che andranno a comporre la guida che state per leggere, andremo a occuparci di cucina. Per entrare immediatamente nel dettaglio, ci occuperemo di cucina, con uno dei piatti più famosi della nostra cucina: la pizza. Come avrete già compreso...
Pizze e Focacce

Come preparare una pizza pomodoro e basilico

La pizza è uno dei piatti più caratteristici e amati della tradizione gastronomica italiana; ideale da preparare per le cene con gli amici o per le feste dei bambini, essa costituisce un alimento sano e leggero in grado di accontentare i gusti di tutti....
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla marinara

Realizzare la pizza in casa, è un qualcosa di molto bello e di appassionante, in particolar modo se realizziamo la nostra pizza con impegno, fantasia e creatività. Tuttavia, tra le numerose pizze che possiamo realizzare, ce ne sono alcune molto buone...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza con porchetta e patate

La pizza è il cibo preferito dagli italiani e non solo. Infatti molti paesi ce la invidiano e spesso vengono in Italia per assaggiare questa prelibatezza. Fare la pizza non è affatto semplice. Richiede molta manualità nel fare l'impasto e una buona...
Pizze e Focacce

Come fare una pizza gluten free

Vediamo in questa guida come fare un'ottima pizza gluten free. Oggigiorno esistono tantissimi tipi di pizza, si va dalla tipica pizza "Margherita" alla pizza con la cioccolata per i più golosi amanti dei dolci. Eh già la pizza con il suo strabiliante...
Pizze e Focacce

Come stendere bene la pasta della pizza

Se ci piace particolarmente cucinare, una delle cose più buone e facili da preparare in casa, è sicuramente la pizza. Tuttavia, per realizzare una pizza gustosa e perfetta, oltre a preparare un ottimo impasto, dovremmo anche saper stendere e condirla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.