Guida ai tipi di pepe

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per gli appassionati di cucina molte persone hanno l'occasione di utilizzare il pepe. Il pepe è una delle spezie più note e più conosciute al mondo. Il pepe ha un origine indiana e viene utilizzato fin dai tempi antichi sia per conservare i cibi e sia per donare ai cibi stessi un profumo e un sapore invitante. Esistono moltissime varietà di pepe, infatti se ne possono contare più di 500, ma in cucina ne vengono utilizzate solo alcune varietà. In questa guida vi illustrerò una guida ai tipi di pepe, con una descrizione delle varie caratteristiche.

26

Il primo tipo di pepe è il pepe nero. Il pepe nero è il tipo di pepe più utilizzato in cucina. I frutti del pepe nero vengono fatti essiccare per circa una settimana dopo il raccolto quando il loro grado di maturazione è a metà. Le proprietà del pepe nero sono di favorire la digestione, e inoltre possiede proprietà antisettiche e afrodisiache, grazie alla presenza della piperina al suo interno. In cucina viene utilizzato a grani interi per dare sapore ai brodi e per la produzione degli insaccati. Il pepe nero inoltre viene utilizzato in polvere per conferire un aroma particolare ai risotti, alle pastasciutte e ai secondi, sia di carne e sia di pesce.

36

Il secondo tipo di pepe è il pepe verde. Il pepe verde viene ottenuto dalle bacche acerbe, che vengono prima immerse nell'acqua e poi lasciate essiccate. Il pepe verde non è molto piccante, presenta invece un aroma intenso ma fresco. Solitamente il pepe verde viene utilizzato per preparare delle delicate salsine, che vengono poi utilizzate per decorare dei piatti di pesce, o per arricchire delle ricette di carni bianche.

Continua la lettura
46

Il terzo tipo di pepe è il pepe bianco. Il pepe bianco è costituito dalle bacche mature, macerate nell'acqua per far perdere la pelle e successivamente essiccate. La dimensione dei grani del pepe bianco è inferiore a quella del pepe nero. Il pepe bianco si distingue dal pepe nero e dal pepe verde in quanto presenta un profumo e un gusto più dolciastro. Nel pepe bianco è presente la piperina, presente anche nel pepe nero. Inoltre il pepe bianco ha anche delle proprietà antipiretiche e delle proprietà diuretiche. In cucina il pepe bianco viene utilizzato per conferire un aroma particolare alle salse al formaggio e alle patate lesse.

56

Il quarto tipo di pepe è il pepe rosa. C'è da sapere che il pepe rosa è la varietà di pepe che può dare più problemi se consumata in quantità abbondanti, perché ci sono persone che presentano delle allergie piuttosto importanti nel consumarlo o anche solo nell'odorarlo. Il pepe rosa comunque presenta dei benefici dal punto di vista della digestione, ha proprietà antisettiche e ha effetti diuretici. Il suo sapore è dolce, delicato e speziato, e viene utilizzato per le salse a base di yogurt o di frutta, ma anche per i carpacci di pesce.

66

Il quinto e ultimo tipo di pepe è il pepe rosso. Il pepe rosso presenta delle bacche che hanno raggiunto il massimo grado di maturazione e presenta un aroma intensissimo e piccante. Il pepe rosso viene utilizzato in cucina per i piatti di carni rosse o per i piatti di pesci arrosto cotti al forno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Torta di carote e bacche di goji

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter realizzare un dolce, che è del tutto originale ed anche molto saporito.ub">Cercheremo di realizzare, con le nostre mani e nella nostra cucina, una buonissima torta di carote e bacche di goji, che...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore al cardamomo

L’Elettaria cardamomum, conosciuta anche come cardamomo, è una pianta sempreverde perenne originaria della zona compresa fra il sud dell’India e lo Sri Lanka, oggi viene coltivata anche in Guatemala, Tanzania e Vietnam. Le sue bacche contengono semini...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa di ginepro

La grappa non è altro che un distillato ricavato dalle vinacce. In pratica una volta spremuta l'uva per fare il vino, le bucce che restano vengono trasformate attraverso appositi macchinari, in grappa. Quella così ottenuta avrà un gusto tutto sommato...
Dolci

Come preparare la marmellata di mirto

Le foglie di mirto, una volta essiccate, vengono utilizzate in cucina per insaporire piatti di carne o pesce. Grazie al sapore dolce che proviene dalle sue foglie, infatti, il mirto diventa un condimento davvero insuperabile. Ma non è tutto: sulla pianta...
Primi Piatti

Ricetta: risotto al melograno e stracchino

Il frutto del melograno è una bacca dalla buccia coriacea e rotonda. I semi interni al frutto sono rossi, traslucidi e brillanti, circondati da una pellicina piuttosto amarognola. Ma il succo che se ne estrae ha un sapore fresco ed abbastanza dolce....
Pesce

Ricetta: salmone con bacche di pepe

Attraverso l'utilizzo del salmone si possono preparare una grande quantità di ricette differenti, che vanno dagli antipasti, fino ad arrivare a primi e secondi. Una ricetta davvero conosciuta, che spesso viene preparata sono le tagliatelle con panna...
Antipasti

Presentare un piatto in modo creativo

La cucina è una vera e propria arte. Mangiare è un viaggio sensoriale attraverso la vista, l'olfatto e il gusto. Negli ultimi anni la cucina ha riscontrato sempre più interesse tra il pubblico delle persone comuni. Quest'arte ha raccolto un numero...
Carne

Ricetta: filetto di maiale alla senape e speck

Conosciuto in ogni parte del mondo e cucinato in mille modi diversi a seconda delle tradizioni gastronomiche e culturali, del clima e dei prodotti che il suolo offre, il maiale non manca mai di soddisfare le esigenze dei buongustai e di fornire una variante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.