Guida ai vini campani

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La Campania è nota nel mondo per essere terra di sole, di archeologia, musica e storia. È conosciuta per il Vesuvio, la pizza, il mandolino ma anche per i suoi vini eccellenti. La tradizione dei vini campani risale all'antichità classica quando prima i Greci e poi i Romani le diedero l'appellativo di Campania Felix. Testimonianze in tal senso provengono dal sito archeologico di Pompei. Qui durante le indagini e gli scavi, sono state ritrovate tracce di antichi uvaggi, testimonianza questa che i Pompeiani dovevano essere attenti conoscitori di vino. In questa guida ai vini campani si parlerà delle due grandi categorie di vini bianchi e vini rossi suddividendole per territori e province.

24

La Provincia di Avellino

La provincia di Avellino è sede di pregevoli cantine quali: il Greco di Tufo e il Fiano di Avellino che sono i più rinomati fra i vini bianchi campani e non solo. Il Greco di Tufo ha un colore giallo paglierino e prende il nome dal paese di Tufo. È una DOCG e fu introdotto dai Pelasgi nel I secolo A. C. Si beve molto bene in abbinamento ai crostacei e in generale ai piatti di pesce. Ottimo anche vicino a risotti delicati e formaggi a pasta molle. Il Fiano di Avellino invece si caratterizza per il suo sapore secco ed è ideale su piatti di mare. Dai Romani prese l'appellativo di Apianum e in origine era frizzante con note dolci. Oggi si presenta invece più strutturato e adatto all'invecchiamento. Infine fra i bianchi campani merita una menzione di riguardo il Sannio Falanghina che nasce nella provincia di Benevento.

34

I vini della Costiera amalfitana

Per concludere questa panoramica sui vini bianchi, si può guardare a quanto prodotto dalla Costiera Amalfitana. In questa splendida terra nascono vitigni quali: Ginestra, Pepella e Biancazita. Da questi vitigni si ottiene il Ravello Bianco DOC, asciutto, aromatico, fruttato con essenze di limone e ciliegia. Ottimo se servito in accompagnamento a grigliate di pesce, antipasti e scialatielli. Sempre in Costiera Amalfitana, però a Tramonti, la Cantina San Francesco detiene il primato per alcune DOC rosse tra cui: il "4 Spine" e "È Iss". Si tratta di due eccellenze che danno lustro alla produzione vitivinicola campana. Se bevuti su piatti tipici come farro e fagioli, salsiccia arrosto e minestra marita, esprimeranno il meglio regalandovi un tripudio di emozioni. Questi vini si ottengono in particolar modo dalle uve Tintore e Piedirosso.

Continua la lettura
44

I vini rossi campani

Passiamo ora ai vini rossi. L'Aglianico senza dubbio è il più noto e apprezzato, tanto da esser definito il Barolo del Sud. È prodotto in Irpinia e nel Beneventano. Si accompagna benissimo con piatti di carni rosse e bianche, selvaggina e formaggi molto stagionati. Il Taurasi è un'altra eccellente DOCG campana. Prende il nome dalla cittadina omonima. Il colore è di un rubino intenso, il sapore è avvolgente e intenso e si rivela perfetto sugli arrosti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

I migliori vini da abbinare al pesce

Quando si è in cucina a preparare delle gustose pietanze, è buona cosa ricordare che ad ognuna di essa può corrispondere un determinato abbinamento tra altri piatti e bevande. Se prendiamo come esempio il pesce anche per questa pietanza va abbinato...
Vino e Alcolici

Guida ai vini rossi italiani

Il vino è tra le bevande più diffuse del mondo e tra i tanti paesi esportatori l'Italia gioca un ruolo da protagonista del mercato mondiale, grazie ai vigneti fertili e produttivi e ai viticoltori che preparano con dedizione e competenza questo gustoso...
Vino e Alcolici

I 10 vini più pregiati in Francia

La Francia è tra i maggiori produttori vinicoli in Europa. Insieme all’Italia, vanta il primato dei vini più pregiati al mondo. Si tratta di una tradizione millenaria, coltivata con zelo nell’arco dei secoli. Le zone della Borgogna, di Bordeaux...
Vino e Alcolici

Come classificare vini

Se state pensando che i vini sono tutti uguali, e se credete che, per ciascuna occasione può andare bene qualsiasi tipo di vino basta che si beva, e se ancora credete che l'unica caratteristica di ciascuno sia il sapore e colore, c'è veramente il bisogno...
Vino e Alcolici

Guida ai migliori vini italiani

Uno dei settori nei quali l'Italia può vantare una posizione di primato è indubbiamente quello della produzione vinicola. Molti vini godono, infatti, di una fama indescrivibile dovuta all'eccellenza del prodotto. La particolare posizione geografica,...
Vino e Alcolici

Come abbinare l'aglianico

L'aglianico è un vino rosso tipico del sud Italia; il vitigno da cui si ricava, che porta il suo stesso nome, si coltiva soprattutto in Puglia, Basilicata e Potenza. Le varianti di aglianico più rinomate sono l'aglianico del Vulture, una DOCG della...
Vino e Alcolici

I migliori vini da abbinare al salmone

Un noto proverbio recita: "Un pesce deve nuotare tre volte: la prima nell'acqua, la seconda nell'olio e la terza nel vino". È tradizione diffusa, infatti, accompagnare un piatto a base di pesce con un buon vino, che ne sappia esaltare il sapore. Trovare...
Vino e Alcolici

I migliori vini del Lazio

Il vino è un prodotto che viene ottenuto dalla fermentazione dell'uva. Questa ha una notevole importanza e il vino va preparato con molta attenzione. Infatti, durante i processi di vinificazione, per ogni genere di vino vanno rispettate delle regole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.