La vera pizza fritta napoletana.

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Esiste un detto sulla città di Napoli: "vedi Napoli e poi muori". Da questa breve frase si capisce quanto Napoli colpisca il cuore di chi la visita; essa è un città piena di bellezza, ma tra le tante meraviglie partenopee, chi la visita sicuramente riserva un piccola pezzo del proprio cuore a uno dei simboli della città. Stiamo parlando di uno dei più celebri piatti locali: la vera pizza fritta napoletana, citata anche in uno splendido episodio del film "l'oro di Napoli". Basta una breve visita alla città del Vesuvio per cogliere la bontà e l'importanza che questa semplice pietanza rappresenta per i napoletani e i turisti che hanno avuto la fortuna di assaggiarla, rimpiangeranno sempre il gusto della vera pizza fritta.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • farina manitoba: 900 gr.
  • farina 00: 900 gr.
  • acqua:1 L
  • sale: 40 gr
  • lievito di birra: 3 gr.
36

Origini e varianti della pizza fritta napoletana

Girovagando per i vicoli stretti della città, sarà facile cogliere i numerosi cartelli artigianalmente vergati, numerose friggitorie, il più delle volte casalinghe. Al loro interno, si scorge un enorme calderone pieno di olio fumante, pronto ad accogliere la pasta elastica e scivolosa della pizza che verrà imbottito al momento, su richiesta del cliente, con diverse delizie. Potrete scegliere la poco dietetica "completa", con all'interno di provola affumicata, pomodoro fresco, ciccioli olive e capperi, oppure optare per una versione più "light" con ricotta e friarielli o mozzarella e scarole. Dopo averla riempita, l'impasto della pizza viene chiuso ai lati per formare un calzone e si gettata nell'olio bollente. Una volta nell'olio si sente un piacevole sfrigolio, accompagnato da un profumo delizioso e la pizza tende a gonfiarsi a dismisura e ad assumere proporzioni decisamente impressionanti per un neofito che ancora non ha fatto l'abitudine al tipico cibo napoletano.

46

Preparare l'impasto

L'impasto è leggerissimo grazie, da un lato, alla poca quantità di lievito presente, ma anche alla lunga lievitazione. L'impasto della pizza deve essere lavorato rigorosamente a mano mescolando la parte della farina manitoba e quella "00" e aggiungendole entrambe, un poco per volta, in un recipiente nel quale è stato precedentemente messo il lievito disciolto nell'acqua. Dopo circa dieci minuti di lavorazione a mano l'impasto avrà ottenuto una consistenza elastica, quindi va avvolto in una pellicola alimentare e lasciato riposare per venti minuti. A questo punto deve essere reimpastato e posto a lievitare in un luogo caldo per altre 6 ore.

Continua la lettura
56

Spianare la pasta, farcirla e friggerla nell'olio

Dopo le 6 ore di lievitazione, la pasta deve essere suddivisa in tocchetti, posta su un piano infarinato e spianata in uno strato sottile. Una volta spianate tutte le parti, la pasta va riempita a piacere nella parte inferiore e chiusa; dopo averla ben sigillata lungo il bordo, va gettata nell'olio bollente, circa 2 minuti per parte, e servita all'istante. Dato che richiede padelle ampie e grandi quantità di olio, non è un piatto molto adatto da fare in casa e, tra l'altro, sarebbe un peccato perdersi tutto il fascino di una pizza fritta consumata in una friggitoria di Napoli. Volendo, però, è possibile farne una variante casalinga, le "pizzelle", friggendo piccole quantità di pasta di pane da affiancare, direttamente sul piatto, a sughi o condimenti vari.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come fare un impasto perfetto per la pizza napoletana

La pizza napoletana è, per eccellenza, uno dei piatti tipici della cucina italiana. Si trovano tantissime ricette in giro per preparare la pasta per la ...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla cicoria

La pizza, si sa, da sempre è amata dagli italiani e in Italia siamo amanti e specialisti della pizza. In molte pizzerie non esiste più ...
Pizze e Focacce

Pizza fritta di scarola

Ecco una nuova ed interessante ricetta, attraverso il cui aiuto poter preparare nella nostra cucina un sapore veramente unico. Abbiamo pensato di proporre ai nostri ...
Pizze e Focacce

Ricetta per una pizza sottile e croccante

La pizza è il prodotto gastronomico italiano per eccellenza, l'orgoglio del nostro Paese. La ricetta, originaria della Campania, viene reinterpretata e rivisitata in mille ...
Pizze e Focacce

Come preparare una pizza con provola e peperoni

La pizza appartiene alla tradizione culinaria napoletana. Pietanza semplice, nutriente e veloce soddisfa con gusto i palati di grandi e piccini. Per ritenersi eccellente, la ...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza croccante

La pizza è un piatto tipico della tradizione gastronomica italiana. Di origini antichissime, proviene dalle regioni dell'Italia Meridionale. Per la sua eccezionale bontà, è ...
Consigli di Cucina

5 piatti della tradizione campana

L'Italia possiede un patrimonio culinario che uguaglia quello artistico ed architettonico. Sulle tavole di ogni regione troviamo i piatti cucinati ancora oggi nel modo ...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza fritta farcita

Senza dubbio la pizza è il piatto italiano più conosciuto al mondo! Generalmente la cottura può realizzarsi in forno a legna oppure nel forno elettrico ...
Pizze e Focacce

Come preparare la pasta per la pizza

La pizza è uno degli alimenti preferiti sia dagli adulti che dai più piccoli. Spesso è capitato di mangiare la pizza in alcuni ristoranti e ...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza al pesto

In Liguria, quando si decide di andare a cena in una pizzeria, è possibile trovare una sorpresa nel menù. Tra i vari tipi di pizza ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.