Ricetta: anguille in agrodolce con noci tostate

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Preparare ricette saporite con pesci e frutti di mare sembra un'impresa complessa ai più. Generalmente, il pesce ha bisogno di cotture precise per esaltarne davvero il gusto. Anche gli abbinamenti tra aromi e profumi sono fondamentali in un'ottima ricetta. Tuttavia spesso si tratta di un "falso mito". Cucinare il pesce non è sempre difficile, così come non lo è renderlo davvero invitante. Le anguille sono una prelibatezza in tutta Italia. Si possono preparare in molti modi, risultando sempre deliziose. Pensiamo alle anguille arrosto, una vera tradizione in Sardegna. Ma noi vogliamo proporre una ricetta davvero particolare e irresistibile. Vedremo come preparare le anguille in agrodolce, col tocco croccante delle noci tostate.

25

Occorrente

  • 1,2 Kg di anguille pulite
  • 2 cipolle
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 20 gr di noci + 10 gr di pinoli
  • 2 cucchiai di uva passa
  • Mezzo bicchiere di aceto di vino bianco
  • Mezzo bicchiere di salsa di pomodoro o passata
  • Sale e pepe nero q.b.
35

Le anguille sono una bontà che tradizionalmente si consuma durante le feste, specie alla vigilia di Natale. Possiamo acquistarle dal nostro pescivendolo di fiducia. Per comodità consigliamo di chiedergli di pulirle per noi e tagliarle in tocchetti. Una volta a casa non dovremo far altro che lavarle sotto acqua corrente. Nel frattempo mettiamo in ammollo l'uva passa in acqua tiepida. In questo modo si ammorbidirà per tempo. Prendiamo una padella antiaderente dove i pezzi d'anguilla possano avere spazio. Soffriggiamo le anguille senza aggiungere nient'altro.

45

Nel frattempo tritiamo l'aglio e affettiamo sottilmente le cipolle. Durante la prima fase di cottura in padella le anguille rilasceranno una discreta quantità di liquidi. Eliminiamoli del tutto, poi aggiungiamo aglio e cipolle. Continuiamo la cottura per far sì che tutto prenda sapore. Approfittiamo del tempo per triturare grossolanamente i gherigli di noce. Tostiamoli per alcuni istanti in un'altra padella, insieme ai pinoli. Ora bagniamo con l'aceto le anguille e uniamo noci, pinoli, uvetta ben strizzata e salsa di pomodoro.

Continua la lettura
55

Regoliamo tutto di sale e pepe, dunque copriamo le anguille con un coperchio. La cottura dovrà proseguire lentamente per circa un'ora. Di tanto in tanto ricordiamo di mescolare il tutto, in modo che i sapori si amalgamino per bene. Al termine della cottura avremo delle anguille agrodolce dall'aroma irresistibile. Gli amanti del pesce apprezzeranno il contrasto tra le anguille tenere, le noci e i pinoli croccanti. Ricordiamo di servire le anguille in agrodolce caldissime, non appena saranno pronte. Un ottimo accompagnamento per le anguille è il purè di patate. Possiamo servirle anche con della polenta gialla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

I 5 primi piatti della cucina sarda

La Sardegna è una delle più belle regioni d’Italia, è conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze naturali, e per la sua cucina tradizionale ricca di storia e fascino. I primi piatti in particolare sono uno spettacolo culinario per tutti quelli...
Pesce

Come preparare una buona frittura di pesce

Se amiamo il pesce e magari in previsione di un invito a cena di alcuni amici, oltre al tradizionale primo piatto del tipo spaghetti con le vongole, possiamo preparare anche un secondo restando sempre in tema. Nello specifico, si tratta di comprare...
Carne

Come preparare la lepre in agrodolce

Tanti piatti sono in grado di rendere un pranzo o una cena speciale. Tra questi, segnaliamo la lepre in agrodolce. Stiamo parlando di un secondo di carne molto sfizioso, un corretto mix tra il sapore deciso della lepre con l'aceto aspro e il dolce dei...
Pesce

Come preparare la palamita in agrodolce

Se amate il pesce fresco e volete proporre in tavola una golosa specialità che possa piacere proprio a tutti, ecco a voi la palamita in agrodolce. La palamita è un tipo particolare di sarda molto più grande e gustosa. È abbastanza semplice da cucinare,...
Antipasti

Come preparare le verdure in agrodolce

Le verdure miste in agrodolce rappresentano uno squisito contorno. Si tratta di un piatto sano, che può accompagnare pietanze di carne e pesce, oppure può essere servito come antipasto, su fette di pane abbrustolito. È ottimo anche per condire la pasta...
Antipasti

Come preparare le cipolle in agrodolce

Le cipolle in agrodolce si possono servire sia come antipasto che come contorno. Si accostano molto bene con piatti a base di carne e selvaggina di vario tipo. Il sapore agrodolce, com'è noto, viene conferito dall'unione di zucchero e aceto, e viene...
Pesce

Ricetta: baccalà in agrodolce alla romana

Il pesce come ben si sa non è un piatto che si riesce a preparare velocemente: richiede dei tempi di cottura semplici e poco articolati, accostando ai giusti sapori che ne risaltino le qualità, non che ne coprono i sapori. Non sempre risulta una preparazione...
Antipasti

Ricetta: carciofi in agrodolce

I carciofi in agrodolce sono un ottimo piatto, di facile realizzazione, molto apprezzato per il suo gusto forte e deciso. L'uvetta e i pinoli lasceranno in bocca un sapore dolce che sicuramente coprirà abbondantemente l'amaro dei carciofi. Un piatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.