Ricetta: biscotti di pasta di mandorle

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La pasta di mandorle è un classico della pasticceria siciliana che prevede l'impiego di tre ingredienti: lo zucchero, l'acqua e le mandorle. Questo composto viene poi utilizzato per la preparazione di diversi dolci tipici, come per esempio i biscotti. Chi ha assaggiato i biscotti di pasta di mandorle non ha più potuto dimenticarli, ma chi non li ha mai provati non sa cosa si perde. Sono eccezionalmente buoni e non sono nemmeno troppo difficili da preparare. Leggiamo insieme la Ricetta che ci propone la seguente guida sui biscotti di pasta di mandorle. Questa potrebbe rappresentare un ottimo modo per impiegare in maniera più produttiva le nostre giornate, che spesso possono essere davvero noiose. Un'opportunità davvero interessante per dare sfogo al nostro estro creativo e alla nostra fantasia culinaria.

24

Primo passo

Per iniziare: mettete in una terrina la farina di mandorle insieme all'uovo e lo zucchero. Cominciate a mescolare con una forchetta e, quando già il composto comincia ad aggregarsi, impastate con le mani. Aggiungete l'essenza alle mandorle e all'arancia e continuate ad impastare. Quando diventerà appiccicoso, è il momento di formare i nostri biscottini. Per evitare che la pasta resti tutta appiccicata alle mani, usate soltanto le dita e sciacquatele spesso sotto l'acqua corrente per non essere troppo aderenti alla pasta. Intanto prendete una teglia e, rivestitela con un foglio di carta forno su cui adagerete i deliziosi pasticcini. Per quanto riguarda le forme, potete scegliere quello che volete, ma la forma tradizionale è quella di una pallina.

34

Secondo passo

Purtroppo dovete aspettare ancora molto per poter gustare questa delizia perché, prima di formare i biscotti, dovete far riposare la pasta ottenuta che va messa in frigo per dodici ore. Formate una palla e avvolgetela nella carta forno. Per gli impazienti, potete saltare questo passaggio anche se la ricetta tradizionale siciliana prevede questa sosta. Preparate il forno a centottanta gradi centigradi e infornate i biscotti per otto/dieci minuti.

Continua la lettura
44

Terzo passo

Una volta che avrete tirato fuori i biscotti dal forno, spolverateli ancora di zucchero a velo e fateli raffreddare completamente, in modo da assaporare tutto l'incredibile sapore delle mandorle. Questi biscotti si conservano molto a lungo per cui potete conservarli in una scatola di latta per giorni e resteranno inalterati. Per gustarli al meglio, vi consiglio di provarli accompagnandoli ad un bicchierino di rosolio alle mandorle o alla cannella o vaniglia. Non mi resta a questo punto che augurarvi buon lavoro e buon appetito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: pasta alla siciliana

La pasta alla siciliana è un tipico primo piatto a base di pomodoro, formaggio e melanzane. Ovviamente queste ultime sono l'ingrediente principale che nella ricetta della pasta alla siciliana non deve mai mancare. Questa ricetta si consuma in particolar...
Dolci

Come guarnire una cassata siciliana

La cassata siciliana è uno dei dolci tradizionali più gustosi e sostanziosi. Non si tratta soltanto di un dolce saporito, ma anche di una vera opera d'arte. La ricopre una decorazione del tutto particolare, con un mix di ingredienti che creano un'amalgama...
Primi Piatti

Ricetta: fregola con pesto alla siciliana e speck

Quando dovete preparare un pranzo speciale, la soluzione ideale è quella di scegliere delle ricette originali. Il primo è senza alcuni dubbio fondamentale e dovete selezionarlo sempre con attenzione. La soluzione ideale per stupire i ospiti è di fare...
Antipasti

Ricetta: frittelle di cavolfiore alla siciliana

Un piatto originario di Messina, ma diffuso lungo tutto lo stivale. Parliamo delle frittelle di cavolfiore alla siciliana, una ricetta appetitosa e semplice da realizzare.Se siete curiosi di scoprire gli ingredienti necessari ed i passaggi per la preparazione,...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi alla siciliana

Le ricette italiane e in particolare quelle siciliane, sono ricchissime di ingredienti e di condimenti saporiti che possono trasformare un semplice primo piatto in qualcosa di incredibilmente elaborato, delicato e nello stesso tempo in qualcosa di unico....
Antipasti

Peperoni fritti alla siciliana

I peperoni sono degli ortaggi versatili che si prestano bene a tante preparazioni. Nella cucina siciliana tante sono le ricette che prevedono l'utilizzo dei peperoni. La ricetta di cui parleremo oggi sono i peperoni fritti alla siciliana. Lasciatevi guidare...
Primi Piatti

Ricetta: crespelle alla siciliana

Che la cucina siciliana sia una delle migliori non solo in Italia, ma addirittura nel mondo, è cosa risaputa: ogni volta, però, continuano a sorprenderci i piatti tipici di quest'isola, dei piatti tanto umili quanto estremamente gustosi. È incredibile...
Carne

Come arrostire la salsiccia alla siciliana

Le ricette per un gustoso secondo piatto a base di salsiccia sono tantissime e variano di regione in regione, tanto nell'elaborazione dell'insaccato quanto nella sua preparazione. In Sicilia in particolare, è molto apprezzata quella cotta alla brace....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.