Ricetta: calamari ubriachi

di Giulia Bertaccini difficoltà: media

Ricetta: calamari ubriachi Questa ricetta dei calamari ubriachi è tipica marinara. Infatti tante paesi italiani che sorgono sul litorale o nelle isole amano preparare questo pesce, così versatile in cucina. I calamari che possono raggiungere dimensioni enormi sopratutto quelli atlantici sono eccellenti ingredienti in tanti piatti. I ristoratori si divertano a portarli in tavola in tutti i modi risultando il principe nei fritti misti e nei primi piatti. Superbi i ravioli con calamari rigorosamente in bianco o imbottiti di carne o tonno come all'Isola d'Elba.

Assicurati di avere a portata di mano: Ingredienti: 600 g. di calamari piccoli o 2 totani grandi, una manciata di capperi, uno spicco d'aglio, una cipolla rossa, un ciuffo di prezzemolo, un peperoncino, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, un bicchiere di vino bianco, olio extra vergine, sale e pepe q.b Strumenti: colino, mixer, tegame ed utensili vari.

1 I calamari allo stato fresco sono cari e difficilmente reperibili, è preferibile comprarli congelati in quanto il prezzo è minore e le qualità nutrizionali non si altera, con la conservazione nel ghiaccio diventando più morbidi. I calamari si suddividano secondo la loro dimensione. I piccoli sono indicati per fritture, morbide e delicate mentre i più grandi sono ottimi ripieni alla griglia o a pezzi in salsa ubriaca come questa eccellente e saporita ricetta. I cefalopodi o comunemente chiamati totani, vengono pescati ovunque ma la Sicilia ed il Mar Adriatico ne detiene il primato. Il totano per essere fresco deve essere lucido, brillante e profumare di mare mentre le carni gialle denotano deterioramento. Il pesce è ricco di tessuto connettivo da consumare cotto brevemente ma fonte di sostanze nutritive come proteine, vitamine e sali minerali. Invece è povero di colesterolo, sopratutto se consumato sotto forma di insalata di mare.

2 I calamari ubriachi sono una preparazione tipica isolana dove vengono serviti con fette di pane toscano tostato come fosse un brodetto o un cacciucco. Questa versione è dell'Isola d'Elba, dove il pesce viene portato in tavola in tanti modi molto appetitosi.

Continua la lettura

3 Eccovi la ricetta.  Inanzi tutto acquistate dei calamari piccoli, anche congelati, sciacquateli sotto l'acqua corrente privandoli dell'osso e degli occhi.  Approfondimento Come cucinare i calamari ripieni di carciofi (clicca qui) Dopodiché in un mixer tritate la cipolla, l'aglio, il prezzemolo ed i capperi per qualche minuto.  A questo punto versate il composto tritato in un tegame dove avrete aggiunto olio extra vergine d'oliva, sale e peperoncino, lasciando soffriggere per qualche istante.  Ora riprendete i calamari e scolateli con un colino, unendoli nel tegame sul fuoco.  In seguito aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere di vino bianco, lasciando cuocere finché saranno diventati morbidi.  Serviteli caldi accompagnati da vino bianco e crostoni di pane toscano.. 

Non dimenticare mai: Potete usare 2 totani grandi.

Ricetta: calamari ripieni di verdure Come preparare i calamari ripieni al cartoccio Ricetta: Calamari al forno Ricetta: calamari con uvetta e pinoli

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili