Ricetta del pane chapati indiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il chapati, tradizionale pane indiano non lievitato, è una sorta di focaccia sottile e allo stesso tempo morbida. Simile al noto pane azzimo, la sua ricetta si tramanda ormai da millenni. Il chapati si prepara con ingredienti semplici e poveri, ovvero acqua, farina integrale e sale. La tradizione impone la cottura di questo pane su una piastra di ferro arroventata, conosciuta con il termine 'tawa'. Il chapati si consuma generalmente condito con salse colorate e speziate e accompagna i piatti tipici della cucina indiana. Si serve anche arrotolato, farcito con carne e aromi vari. La tecnica di preparazione del chapati indiano ricorda vagamente quella della piadina romagnola. Tuttavia, si tratta di un prodotto più rustico e meno raffinato, ma ideale per cene esotiche e spuntini veloci. Vediamo insieme come si compone la ricetta del pane chapati indiano.

26

Occorrente

  • Farina integrale, acqua, sale
  • 125 grammi di farina 0
  • 125 grammi di farina integrale
  • Un cucchiaino di sale fino
  • Un cucchiaino d'olio vegetale
  • 125 ml di acqua naturale
  • Una padella antiaderente
36

L'impasto

Come prima cosa miscelate due farine: bianca e integrale. Versate le due polveri all'interno di una ciotola, aggiungete poi il sale, l'acqua e l'olio. Impastate inizialmente con le dita, poi lavorate la massa con le mani chiuse a pugno. Bisogna ottenere un impasto morbido, ma elastico. Lasciatelo riposare per alcune ore, coperto da un canovaccio. Trascorso il tempo necessario, trasferitelo su una spianatoia infarinata. Dividetelo in palline di circa 50 grammi ciascuna. Lavorate ogni porzione cercando di formare un disco. La tecnica di lavorazione è simile a quella della pizza. Si fa ruotare la pasta, allargandola dal centro verso l'esterno. In alternativa potete stendere il chapati con il mattarello.

46

La cottura

Una volta formati, i chapati possono essere subito cotti. Accendete quindi il fornello per riscaldare la padella. La superficie deve diventare rovente. Adagiatevi il chapati e fate cuocere pochi minuti per ogni lato. Il pane indiano è pronto quando comincia a cambiare colore, diventando scuro. La caratteristica di questo pane sono le bolle di vapore che si formano all'interno dell'impasto. Per farle sviluppare bene, le donne indiane usano passare il pane direttamente sulla fiamma viva. Mentre si cuociono gli altri, poggiate quelli pronti su fogli di carta assorbente. Questa farà fuoriuscire l'umidità in eccesso.

Continua la lettura
56

La farcitura

Si può servire il chapati insieme ai classici piatti indiani, come la zuppa di ceci o le verdure speziate. È possibile consumarlo come se fosse una piadina, cioè farcito con salumi e formaggi. Chi desidera assaggiarlo con una ricetta a base di carne, può tagliare il pane indiano in fette triangolari. Si mettono direttamente nel piatto e si utilizzano per raccogliere il condimento. Provate il chapati con i gamberoni al curry, è squisito. Buon appetito.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo averlo cotto nella padella, passate il chapati per qualche secondo alla fiamma per formare le caratteristiche bolle.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

5 salse da abbinare al chapati

Il chapati è il pane tradizionale indiano, conosciuto in tutto il mondo. Questo pane ha un impasto privo di lievito e si prepara con la farina di grano integrale, acqua e sale, che viene modellato a forma di piadina e cotto sulla piastra. Per accompagnare...
Cucina Etnica

Consigli per ricette indiane

Ormai è diventata un'abitudine per quasi tutte le persone mangiare settimanalmente cucina internazionale. Anche sulle tavole italiane infatti è sempre più frequente veder comparire piatti di svariate origini di diversi paesi. Se anche voi amate la...
Pizze e Focacce

Come preparare la focaccia indiana

La crescita degli scambi internazionali nel corso del tempo è diventato sempre più fitto, producendo anche degli effetti sulle abitudini e sulle tradizioni alimentari. La gastronomia di ogni nazione rappresenta la sua storia e la sua cultura. Ormai...
Cucina Etnica

Come organizzare una cena in stile indiano

Lo stile indiano è uno stile molto caratteristico e colorato, con rifiniture ricercate e profumi e aromi molto speziati. La cucina infatti tratta spesso di sapori e aromi particolari ai quali la cucina italiana non ci ha abituati e che quindi non a tutti...
Cucina Etnica

Chutney indiano alla menta

La cucina asiatica è tradizionalmente ricca di sapori e di spezie. Il chutney è una specialità indiana dal gusto agrodolce e piccante. Si prepara con frutta oppure verdura fresche. A queste si aggiungono erbe aromatiche locali, pimento e zucchero di...
Cucina Etnica

Come preparare il gelato indiano

In cucina vengono preparate molte pietanze squisite. Tra dolci e salati ci si può sbizzarrire. Per esempio per colazione potete preparare una bella tazza di latte accompagnato ad un buon cornetto al cioccolato. Il pranzo prevedede la preparazione di...
Cucina Etnica

Come preparare il dahl indiano

Il dahl è una portata ideale per chi ama la cucina etnica ed è alla ricerca di sapori e gusti sempre nuovi. Si tratta di un piatto indiano a base di lenticchie, ingrediente molto diffuso e presente in India in numerose varietà. Per questa ricetta risultano...
Analcolici

Come preparare il chai indiano

Il chai indiano, è un tè aromatizzato con varie spezie e addolcito con latte e zucchero. La miscela di spezie utilizzata, viene chiamata masala. Questo infuso viene preparato in tutta l'India, tanto da poter essere considerato come la bevanda nazionale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.