Ricetta: filetto di baccalà fritto

di Elisabetta Bertolini difficoltà: media

Ricetta: filetto di baccalà frittoLeggi Questa ricetta: filetto di baccalà fritto, che vado a farvi conoscere ha antiche tradizioni. Infatti era un piatto povero e nutriente dei contadini. Ma vediamo da vicino questo gustoso pesce. Il merluzzo, è un pesce di grande dimensioni che abita le acque gelide dell'Oceano Atlantico settentrionale. Esso viene pescato e conservato sotto sale od essiccato all'aria aperta, come in Norvegia, dove si possono vedere sulle banchine, qui prendendo il nome di stoccafisso.

Assicurati di avere a portata di mano: Ingredienti: 500 g di filetti di baccalà, olio di semi, sale, pepe, 100 g di farina 00, 50 g di farina di mais, spicchi di limone, lievito istantaneo, acqua. Strumenti: piatto, padella, vassoi, carta giallo ed utensili vari.

1 Il baccalà sotto sale deve essere trattato prima di poter essere cucinato, avendo bisogno di un ammollo preventivo di almeno 2 giorni sotto acqua corrente. In questo modo il sale si scioglierà e le sue carni bianche e sode saranno pronte da essere impiegate in tante specialità. Tutti i paesi del mondo e dell'Italia hanno una loro tipica ricetta, basti pensare al Veneto, alla Sicilia e alla Toscana che hanno modi di preparare lo stoccafisso ed il baccalà molto gustosi ed originali. Il merluzzo sebbene abbia un prezzo non tanto modesto andrebbe consumato più spesso per la presenza di sostanze nutritive molto importanti. Infatti fornisce vitamine del gruppo B, sali minerali tra cui, il ferro, lo iodio, il calcio, il potassio, il fosforo, poche calorie, fornendo 85 kcal per 100 g di prodotto con tante proteine, zero carboidrati e pochi grassi.

2 Un suo organo interno, il fegato di merluzzo, temuto integratore da tanti piccoli uomini è una bomba di vitamine A e D, indispensabili per la crescita, la vista ed all'osteoporosi. Ora in erboristeria esiste abbinato ad altre sostanze che lo rendono più gradevole, come l'arancio che lo rende adatto ai bambini durante la scuola. Ma veniamo alla ricetta, invitante e saporita grazie alla croccante impanatura.

Continua la lettura

3 Per prima cosa acquistate del baccalà ammollato o sotto sale, che dovete però ammollare per 2 giorni in acqua corrente e riducetelo a bastoncini della grossezza di due dita.  A parte facciamo la pastella, che richiede attenzione e cura affinché riesca bene.  Approfondimento Come fare il baccalà con le lenticchie (clicca qui) In una scodella mettete la farina 00 e una manciata di quella di mais che lo renderà asciutto e croccante, mescolando adagio adagio, unite tanta acqua fino a formare una pastella densa da essere plasmata, se fosse troppo liquida scivolerebbe dal pesce rovinando la preparazione, aggiustate il sale, il pepe ed uniteci un pizzico di lievito istantaneo per torte salate.  Fate riposare l'impasto per 5 minuti quindi pastellate i filetti che interamente coperti getterete nell'olio bollente.  Infine fateli diventare croccanti e dorati, sgocciolateli dall'olio di cottura e serviteli su un foglio di carta gialla o su di un vassoio, accompagnando con del vino bianco e degli spicchi limone come nelle taverne livornesi.. 

Non dimenticare mai: Possiamo aggiungere un uovo nella pastella. Possiamo sostituire il lievito istantaneo con quello di birra. Potete rimettere in salsa di pomodoro i filetti pastellati che sono avanzati.

Come preparare la salsa di baccalà Teglia di baccalà con patate Ricetta: baccalà in umido con l'uvetta Ricetta: Baccalà al limone

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili