Ricetta: Hiyashi chuka

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando pensiamo alla cucina giapponese, due sono gli elementi che subito ci vengono in mente: il sushi, cioè il pesce gustato senza una cottura tradizionale, e il ramen, una sorta di spaghetti che è possibile gustare tanto al ristorante che per strada, quasi fosse un vero e proprio finger food. Il ramen, in genere, viene preparato come una zuppa, un gustoso piatto caldo da servire nelle fredde giornate d'inverno: non tutti sanno, però, che ne esiste variante fredda, chiamata Hiyashi chucka, che rende possibile mangiare questi spaghetti d'oriente anche nella calura estiva. A dispetto del nome un po' difficile da pronunciare, gli Hiyashi chuka sono un piatto di semplice realizzazione: in questa guida scopriremo la loro ricetta per quattro persone.

25

Occorrente

  • 400 gr. noddles, 2 pomodori, un cetriolo, 1 h. di prosciutto crudo
35

Preparare la frittata e sminuzzare gli altri ingredienti

Per prima cosa, è necessario iniziare a sbattere le uova, collocandole in una padella, condite con un leggero filo di olio extravergine di oliva. Procedere, quindi, cucinando una deliziosa frittata. Una volta che quest'ultima sarà pronta, è opportuno lasciarla raffreddare per trenta minuti circa, prima di procedere a tagliarla in fettine sottili che si andranno a mettere da parte. A seguire, è necessario tagliare a liste anche un po' di prosciutto crudo. Come si può intendere, l'esecuzione di questa pietanza prevede un certa dose di pazienza orientale, per tagliare tutti i vari ingredienti. A questo punto, rimboccarsi le maniche e passare a sminuzzare i pomodori, il cetriolo e gli altri ingredienti che sono stati selezionati.

45

Cuocere i noddles

Nel frattempo occore cuocere i noddles: questa operazione è del tutto simile a quella che compiamo ogni giorno per la nostra pasta. I noddles, infatti, vanno lasciati bollire in acqua salata per il tempo indicato sulla confezione (in genere, 3-5 minuti), poi scolati, e infine adagiati su un canovaccio per eliminare gran parte dei liquidi residui.

Continua la lettura
55

Prepare il piatto e servire

A questo punto, il vostro piatto è ormai pronto per essere servito, ma un buon consiglio è quello di curare anche l'aspetto estetico dello stesso. Tenendo conto, infatti, che i giapponesi tengono particolarmente alla presentazione delle pietanze, è buona norma mantenersi in stile fino all'ultimo. Formare con i noddles una specie di cono da collocare al centro del piatto, per poi circondarlo con delle verdure sminuzzate, alternate a seconda del loro colore. In questa maniera si otterrà un piatto dall'aspetto variopinto. Miscelando un po' di brodo di pollo con un cucchiaio di olio di sesamo, un cucchiaio di zucchero, un pizzico di zenzero in polvere, mezza tazza di salsa di soia e mezzo bicchiere di marsala, si può completare l'Hiyashi Chuka con una gustosa salsina che renderà ancora più accattivante ed originale la pietanza. In questo modo, amici e parenti saranno entusiasti di questa prelibatezza, e vi chiederanno la ricetta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricette con i noodles

La prima domanda che si pongono i più è: cosa sono i noodles? Il noodles è una tipologia di "pasta", che però non appartiene alla tradizione culinaria italiana e che ha origine antichissime, soprattutto in Germania e in Asia. Sono molto simili alle...
Primi Piatti

Ricetta vegana: come cucinare i noodles

Il termine noodles indica gli spaghetti o le tagliatelle tipici della cucina orientale. La loro composizione può essere: a base di soia, riso, grano saraceno, farina di grano tenero o duro. Generalmente si cucinano in due modi: in forma di zuppa, cioè...
Cucina Etnica

cucina giapponese: come fare il ramen

Il ramen è un tipico piatto della cucina giapponese che è stato a sua volta ripreso dalla cultura culinaria cinese. Rappresenta un primo piatto, formato da molti elementi differenti tra di loro, e per questo motivo può essere considerato un un unico...
Cucina Etnica

Come preparare il ramen giapponese

Il ramen è una zuppa ricca di sapori e aromi che richiamano l’oriente. Molto diffusa in Giappone, ha origini cinesi antiche e poco conosciute. Anche il significato della parola non è certo: le teorie più diffuse associano il termine ramen al tipo...
Cucina Etnica

Ricetta: ramen

Per chi ama la cucina orientale o comunque vuole cimentarsi in qualcosa di nuovo, esistono innumerevoli ricette da poter riproporre. Reperire gli ingredienti non è più un problema, in quanto i supermercati sono ormai forniti di ingredienti provenienti...
Antipasti

Come fare le uova sode morbide alla giapponese

Eccoci qui, pronti a proporre a tutti i nostri cari lettori, che come noi, sono dei veri e propri appassionati del mondo della cucina, il modo per imparare come fare, con le proprie mani e nella propria cucina, le classiche e famose, uova sode morbide...
Cucina Etnica

5 tipi di pasta orientale

In questo periodo, va molto di moda andare a mangiare nei ristoranti orientali. Difatti, sempre più italiani preferiscono alla classica pizza un buon piatto di Ramen. Come biasimarli, dopotutto la cucina orientale è leggerissima oltre che davvero gustosa....
Cucina Etnica

Ricetta: udon in brodo di miso

Tra i vantaggi di un mondo globalizzato vi è la possibilità di godere della cucina straniera. Oramai anche per noi sono familiari piatti come il sushi, il kebab e il riso alla cantonese. Le specialità degli altri paesi possono offrire ulteriore varietà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.