Ricetta: la cassata siciliana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Cassata Siciliana è certamente una ricetta che ci viene invidiata da tutto il mondo, poiché si tratta di un ottimo semifreddo tipico della Sicilia e che i migranti hanno portato anche oltreoceano, per portare un pezzo della loro terra con sé. Può sembrare un dolce difficile da fare, ma in realtà è più semplice di quanto appaia. Il consiglio giusto è quello di dosare al meglio gli ingredienti, e di tenerli pronti a disposizione durante la preparazione del dolce.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 120 gr di mandorle
  • 6 uova
  • 350 g di panna montata
  • 130 g di canditi tagliati a cubetti
  • cioccolato in pezzetti
  • 220 g di zucchero
  • 1 litro di latte
  • essenza di vaniglia
36

La prima cosa da fare è preparare la crema Plombières, che vi servirà per la parte esterna della cassata. Iniziate scottando i 120 grammi di mandorle per cinque minuti in acqua bollente, però non mentre la pentola è sul fornello. Sbucciatele e abbrustolitele nel forno per pochi minuti. Infine tritatele, anche grossolanamente. Ora, mettetele in un frullatore con pochi cucchiai di latte e infine mettete tutto in una casseruola, sul fuoco, aggiungendo altri 6 dl di latte e un pizzico di essenza di vaniglia. Fate riscaldare a fuoco lento e spegnete il tutto prima che inizi a bollire. Fate raffreddare e nel frattempo montate in una pentola bassa 4 rossi d'uovo e i 120 gr di zucchero. Infine aggiungete il latte raffreddato. Mescolate nello stesso senso e con attenzione sul fornello a fiamma bassa, fino a che non si addensa. Poi fate raffreddare di nuovo continuando però a mescolare. Ora è tempo di mettere la crema nel congelatore, ma prima aggiungete i canditi a cubetti.

46

Ora che avete finito la crema Plombières, che sta raffreddando in congelatore, è il momento di montare la panna e mescolarla con altri 100 gr di zucchero, altri canditi a cubetti, e la cioccolata, tagliata in pezzi il più piccoli possibile. A questo punto, aggiungete anche 2 chiare d'uovo montate a neve. Nel frattempo metti nel congelatore a gelare uno stampo per spumoni. Poi tirate fuori lo stampo e foderatelo con uno spesso strato di crema, facendolo aderire bene alle pareti.

Continua la lettura
56

Ora, create un composto utilizzando la panna e i canditi. Dopodiché, versatelo in uno stampo. Poi coprite suddetto stampo con della carta d'alluminio o con della carta da forno, e ancora chiudete il tutto con il coperchio dello stampo. A questo punto mettetelo nel congelatore. Quando si sarà raffreddato e sarà diventato solido, tiratelo fuori e capovolgetelo su un piatto di portata. Ricordatevi però, prima, di premervi sopra un panno che avete bagnato con acqua bollente. Al massimo, potete immergere lo stampo in acqua calda per un secondo. Adesso potete capovolgere lo stampo e mi raccomando fatelo con più delicatezza possibile. La vostra cassata è pronta!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Al posto della crema Plombières puoi usare la crema alla vaniglia. La crema Plombières può essere consumata anche così com'è.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la cassata con la ricotta

Una cassata siciliana (dall'arabo qas'at, "bacinella" o dal latino caseum, "formaggio") è una torta tradizionale siciliana a base di ricotta zuccherata (tradizionalmente di ...
Dolci

Come preparare la cassata al forno

Questa antica ricetta della cassata al forno è una variante del dolce tipico siciliano che tantissimi di noi amano. Questo gustoso dolce si presenta come ...
Consigli di Cucina

Ricetta: colomba di Pasqua salata

Con l'arrivo della Pasqua cominciano i preparativi e si pensa a cosa mettere in tavola: a quali primi puntare, quali secondi impiattare e soprattutto ...
Dolci

Pasqua: dolci tipici siciliani

La Pasqua è una tra le feste più importanti dell'anno liturgico. In Sicilia, in particolare, la partecipazione popolare alle feste pasquali viene fortemente sentita ...
Dolci

Le 10 migliori ricette di dolci siciliani

La Sicilia costituisce senza dubbio una delle regioni italiane più ricche di storia e cultura. Inoltre questa regione ha una tradizione culinaria davvero antichissima e ...
Dolci

Come preparare la crema di ricotta per cannoli

I cannoli con la crema di ricotta sono una tipica ricetta della tradizione siciliana di oltre mille anni fa.
Si tratta di un dolce di ...
Dolci

Ricette con pandoro farcito

Durante il periodo natalizio, uno dei dolci più consumati è sicuramente il pandoro, un dolce tipico di questo periodo di origine veronese. La caratteristica principale ...
Dolci

Ricetta: budino di ricotta

Preparare un buon dolce può essere un ottimo antidepressivo. Nulla è più soddisfacente di un dolce preparato con le proprie mani e con la propria ...
Dolci

Ricetta: dolce ai canditi e uvette

Il dolce ai canditi ed uvette è caratterizzato dall'impiego della pasta di mandorle. Motivo per cui, la sua consistenza risulta particolarmente morbida al palato ...
Dolci

Ricetta: ciambellone nido di Pasqua

Solitamente, durante le festività di Pasqua, non dovrebbero mai mancare le colombe e le uova di cioccolato, ma certamente, anche il tipico ciambellone nido di ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.