Ricetta: liquore fatto in casa

di Cristina Leonetti difficoltà: media

Ricetta: liquore fatto in casa Il liquore al finocchietto selvatico è un ottimo digestivo, molto aromatico, ricorda un poco il liquore all'anice. Se siete amanti della natura e vi piace fare il liquore in casa, basta andare ad agosto in campagna, raccogliere il finocchietto che nasce spontaneo, farlo seccare per qualche giorno e poi seguire la normale procedura che si adopera per i liquori. Questo liquore va servito freddo. La ricetta non è molto diversa dagli altri liquori fatti in casa.

Assicurati di avere a portata di mano: Finocchietto selvatico secco, alcool 95°, 800 g di zucchero, un litro di acqua, un barattolo di vetro a chiusura ermetica, un colino, qualche bottiglia.

1 Ricetta: liquore fatto in casa Quando i fiorellini si staccheranno facilmente dallo stelo è giunto il momento di metterlo a macerare nell'alcool a 95° purissimo. Se non avete tempo e volete rimandare la preparazione del liquore, potete conservare il finocchietto in un barattolo di vetro, sempre con chiusura ermetica. Se avete raccolto molto finocchietto, oltre al liquore, potete usarlo per insaporire i piatti a base di carne in particolar modo quella di maiale. Oppure si può preparare un'ottima tisana digestiva.
Per un litro di alcool mettiamo tre pugni pieni di fiorellini, lasciamo macerare in un barattolo chiuso ermeticamente e al buio, per 30 giorni.

2 Ricetta: liquore fatto in casa Trascorso questo tempo, prepariamo uno sciroppo con un litro di acqua e 800 g di zucchero. Si fa bollire l'acqua in una pentola di acciaio, poi si versa lentamente lo zucchero girando in continuazione fino a quando non è del tutto sciolto. Si spegne il fuoco e si lascia raffreddare. Questa ricetta base, serve anche per il limoncello, solo che in questo caso mettiamo a macerare, sempre in un litro di alcool, la buccia di sei grossi limoni, stando attenti a non prendere anche la parte bianca della buccia perché è amara. I limoni devo essere rigorosamente non trattati e il tempo di macerazione è di 20 giorni. Ma esiste anche il liquore al mandarinetto e quello al cedro, il procedimento è uguale, cambiano solo gli agrumi.

Continua la lettura

3 Quando il vostro sciroppo sarà tiepido, posizionate sopra la pentola un colino e versate l'alcool con i fiorellini macerati.  Cercate di usare un colino con le maglie molto piccole, oppure potete mettere un piccolo telo di lino nel colino in modo che possa passare solo il liquido.  Approfondimento Liquore al mandarino: come prepararlo (clicca qui) Mescolate il composto ottenuto e imbottigliatelo.  Il liquore per essere bevuto deve rimanere ancora un mese al buio e dopo molto probabilmente andrà filtrato di nuovo, perché si formano sempre dei piccoli residui.  Anche per il limoncello si procede nello stesso modo, solo che se le bucce sono tagliate a grossi pezzi non si formeranno residui dopo l'imbottigliamento.. 

Non dimenticare mai: Usate sempre limoni non trattati e finocchietto raccolto in zone non inquinate.

Come fare un liquore alle erbe Come preparare il liquore di limoni Come preparare il liquore alla mela Come preparare il liquore al finocchietto selvatico

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili