Ricetta: pastiera napoletana salata

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La pastiera napolatena è uno dei piatti più tipici della tradizione culinaria napoletana, caratteristico del periodo pasquale, composto principalmente da pasta frolla, ricotta e grano cotto. Chi non la conosce? Sicuramente tutti! Ma forse non tutti conoscono la sua versione salata. Velocissima da preparare, al contrario della versione dolce, è di sicuro un'ottima alternativa per chi non è goloso di dolci o per chi vuole stupire gli ospiti con un piatto originale da servire come portata unica o per un aperitivo. Mettiamoci subito al lavoro e vediamo insieme la ricetta per la pastiera napoletana salata.

28

Occorrente

  • pasta frolla
  • 300 gr di ricotta
  • 400 gr di grano precotto
  • pecorino a piacere
  • 3 uova fresche
  • salumi a dadini
  • verdure cotte
  • sale
  • pepe
38

Iniziate come prima cosa a preparare il ripieno. Versate in una pentola il grano, il latte, una noce di burro e un pizzico di sale. Fate cuocere il tutto a fuoco lento e portatelo ad ebollizione, mescolando di continuo. Quando avrete ottenuto un composto bello denso toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare.

48

Nel frattempo che la crema si raffredda, in una ciotola capiente mettete insieme la ricotta, le uova, il grano, i salumi che avete scelto (es. Soppressata, salame, prosciutto cotto, mortadella), il pecorino e un po' di pepe. Frullate tutto in modo da ottenere un composto cremoso, ma non troppo sminuzzato.

Continua la lettura
58

Per quanto riguarda la parte "vegetale" della nostra ricetta, potete utilizzare le verdure che più preferite, o semplicemente quella che avete in casa. Sono particolarmente adatti gli spinaci, ma anche melanzane, zucchine e rape andranno benissimo.

68

Preparate una teglia per il forno ungendola con del burro e poi adagiatevi sopra la pasta frolla (se non avete tempo o voglia di farla in casa, andrà benissimo quella già pronta del supermercato). A questo punto uniamo insieme i due composti e versiamoli nella frolla. Per un tocco finale, fate delle strisce di frolla e mettete sulla pastiera proprio come fareste con una crostata. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa un'ora. La pastiera sarà pronta quando la superficie sarà ben dorata. Prima di mangiarla lasciatela raffreddare e... Buon appetito!

78

Finiamo con un paio di consigli. Secondo la tradizione, la pastiera dolce va preparata almeno un paio di giorni prima di quando si pensa di mangiarla. La stessa regola, vale per la pastiera salata. Quindi preparatela in anticipo, in modo che la frolla possa assorbire tutti i gusti e i profumi degli ingredienti. Se avanza, si mantiene perfettamente fino a 4 giorni se conservata fuori dal frigorifero, e sarà perfetta per un pranzo veloce oppure una merenda golosa!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il grano cotto può essere sostituto con il farro o riso
  • Fredda e tagliata a quadratini può essere usata come antipasto
  • Il grano si trova in scatola anche al supermercato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la pastiera napoletana senza canditi

C'è chi ama i candidi e chi li odia; a volte, durante il periodo natalizio si viviseziona il panettone in quanto non si riescono a sopportare quei piccoli pezzi dolciastri. Per questo motivo in questo tutorial vengono dati dei consigli su come preparare...
Dolci

Come preparare la pastiera napoletana

Di origini molto antiche, la Pastiera Napoletana, è un dolce pasquale di origini partenopee: si narra che alla sirena Partenope vennero regalati farina, ricotta, uova, grano tenero, acqua di fiori d'arancio, spezie e zucchero in ringraziamento del suo...
Dolci

Come preparare la pastiera alle nocciole e cacao

Se amate i dolci tradizionali, non potrete non apprezzare quesrto classico pasquale rivisitato. La pastiera alle nocciole e cacao rappresenta un goloso esempio di cucina “fusion”, ovvero il connubio tra una ricetta classica napoletana e gli ingredienti...
Dolci

Come preparare la pastiera con il riso

La pastiera napoletana è un dolce tipico campano. Esteticamente, somiglia ad una crostata, caratterizzata da una lunga preparazione ed ingredienti specifici, come il grano cotto, la ricotta, la frutta candita e le uova. È una torta ipercalorica, da...
Dolci

Come fare la pastiera di riso al limone

La pastiera di riso è una variante della classica pastiera napoletana. È un dolce tipico partenopeo che viene preparato per tradizione, nel periodo di Pasqua. La preparazione di questo tipo di pastiera, prevede l'utilizzo del riso in sostituzione del...
Dolci

Come preparare la pastiera vegana

Se siamo degli amanti della cucina vegana, ossia preferiamo preparare alimenti evitando di utilizzare ingredienti di origine animale o dei loro derivati come ad esempio il latte, le uova e molto altro, per riuscirci potremo seguire una serie di guide...
Dolci

Come confezionare un dolce pasquale

La Pasqua è una celebrazione religiosa che interessa tutta la famiglia, soprattutto i bambini. Ci sono un sacco di piatti molto deliziosi a questo tema. Ma i più gettonati, come sempre, sono i dolci. In questa guida infatti, vi spiegherò, passo dopo...
Dolci

5 dolci per Pasqua

Finalmente arriva la primavera e con essa la festività della Pasqua, che con il suo significato di "passaggio", ci porta in una nuova dimensione piena di rinnovamento, di gioia e di festa. È una splendida occasione per cimentarci ai fornelli nella preparazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.