Ricetta: pitta 'nchiusa calabrese

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
Ricetta: pitta 'nchiusa calabrese
15

Introduzione

La pitta 'nchiusa è un piatto tipico calabrese, molto in uso nelle festività natalizie. I tantissimi dolcetti di pasta sfoglia al vino bianco sono farciti e addolciti con varie spezie, miele e frutta secca di diverso genere. Si tratta quindi di un'elaborazione veramente eccezionale, ed in grado di esaltarne il sapore. La ricetta tuttavia è abbastanza elaborata, per cui richiede un pochino di tempo e una certa abilità nell'impasto. Tutto ciò non significa però che la ricetta sia difficile, come potrete notare nei passi successivi di questa guida.

25

Procedete adesso a creare il ripieno per il vostro dolce calabrese, unendo i pinoli, l'uva passa, le noci, lo zucchero, i fichi secchi (precedentemente tagliati) e un pizzico di cannella. Mischiate il tutto utilizzando un cucchiaio di legno, e poi aggiungete il miele. Mettete tutto a fuoco molto lento, e aggiungete un goccio di vino moscato, continuando a mescolare bene per amalgamare gli ingredienti tra loro.

35

Per preparare dunque la pasta sfoglia, ossia intiepidite il vino moscato e l'olio per poi versarli in una ciotola molto capiente. Aggiungete quindi le uova, un pizzico di sale e delle farina, e cominciate ad impastare il tutto con le mani, aggiungendo un po' di farina per facilitare la lavorazione. Il risultato finale, deve essere un impasto compatto e non granuloso. Non appena ottenuto ciò unite il lievito, continuando a lavorare la pasta ancora per qualche minuto. Successivamente fatela riposare per un'ora, in un posto caldo e soprattutto non umido.

Continua la lettura
45

A questo punto dividete l'impasto in vari pezzetti, che serviranno poi per realizzare una sfoglia tonda e altre due quadrate. Disponete adesso la sfoglia rotonda su una teglia unta e infarinata, e cospargetela con un po' di zucchero, della cannella e del miele. Tagliate le due sfoglie quadrate in piccole strisce e stendete all'interno di ogni fascia il ripieno creato in precedenza. Iniziate quindi ad arrotolarle su loro stesse, per creare la forma delle classiche rose.

55

A questo punto riponete ogni singolo dolcetto nella teglia, avendo l'accortezza di aprire leggermente l'orlo superiore. Infornate poi ad una temperatura di 180 gradi, lasciando cuocere per circa un'ora, e se durante la cottura la vostra pitta 'nchiusa vi sembrerà un tantino troppo asciutta, allora vi conviene aggiungere dell'altro miele. Questo piccolo intervento, vi consente infatti di ottenere un colore piuttosto scuro e tipico della ricetta originale. A questo punto non vi resta che servirle in tavola, e scoprire con sommo piacere che piacciono a tutti, visto che andranno sicuramente a ruba.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

I dolci tipici della Calabria

I prodotti dolciari calabresi hanno antiche tradizioni, tramandate di generazione in generazione. Queste vengono correlate a un significato rituale e offerto come espressioni di sentimenti puri. I dolci tradizionali calabresi vengono spesso realizzati...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza di patate alla salentina

La pizza di patate alla salentina chiamata anche "pitta", è un piatto davvero gustoso e prelibato ed ha l'aspetto di un mix tra una semplice pizza e uno sformato di patate. Per capire come poter preparare questa "pitta", leggete questi punti e riuscirete...
Dolci

Come fare la pignolata calabrese

Durante le feste natalizie, prima di smaltire i bagordi delle ultime settimane, è preferibile concedersi un'ultima follia: la pignolata calabrese. Quest'ultima è simile per composizione agli struffoli napoletani in quanto si differenzia soltanto per...
Carne

Come preparare la nduja calabrese

In questo articolo che stiamo per proporre, vogliamo aiutare tutti i nostri lettori ad imparare come poter preparare la famosa nduja calabrese, comodamente in cucina e nelle nostre case, con ingredienti semplici e veloci. Iniziamo subito questo nostro...
Antipasti

Ricetta "antipasto silano" calabrese.

Il Parco Nazionale della Sila si estende in un'area compresa tra le provincie di Cosenza, Catanzaro e Reggio Calabria. Si tratta di un luogo gradevole, ricco di natura, tradizioni e, naturalmente, buona cucina, in cui la monotonia della vita cittadina...
Primi Piatti

Come preparare il pesto alla calabrese

Il pesto è una tipica ricetta genovese, ma forse non tutti sanno che esistono anche delle varianti in base all'arte culinaria di svariate regioni; infatti, per esempio troviamo anche quello calabrese che è diverso dal tradizionale ed è tutto sommato...
Pizze e Focacce

Ricetta: come preparare la pizza calabrese

Quando non si ha la minima idea di cosa mangiare, cosa c'è di meglio di una bella pizza fumante fatta in casa? Ebbene si, la pizza rappresenta, come la pasta, uno degli alimenti tipici della cucina italiana che ci rendono famosi in tutto il mondo. Di...
Pesce

Ricetta: cozze ripiene alla calabrese

Oggi vi presentiamo un piatto a base di cozze ideale da servire come antipasto: le cozze ripiene alla calabrese. Quando acquistate le cozze, qualsiasi sia il periodo dell'anno, controllate che ci sia la luna crescente o piena; vi assicurerete di trovare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.