Ricetta: pizza alta alla marinara

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La pizza si può condire in mille modi e può rappresentare un piatto unico. Preparare una buona pizza è quasi un'arte; essa si esprime nella bontà dell'impasto di base, oltre che nella qualità degli ingredienti che la condiscono. Una ricetta semplice ed antica è quella della pizza alta alla marinara. Un tempo veniva condita solo con acciughe fresche senza l'aggiunta di pomodoro e costituiva un popolare pasto completo. Successivamente è stata modificata ed arricchita con ingredienti quali mozzarella, verdure, ecc. In questo tutorial vengono dati degli utili consigli su come preparare questa ricetta.

25

Occorrente

  • 500 gr. farina
  • 25 gr. lievito di birra
  • sale
  • passata di pomodoro
  • origano
  • acciughe sott'olio
  • 2 spicchi d'aglio
  • olio
35

Preparazione dell'impasto

La prima cosa da fare è quella di dedicarsi all'impasto. Bisogna sbriciolare il lievito di birra in una ciotola e farlo sciogliere con due cucchiai di acqua tiepida, circa 36° C. Successivamente si deve aggiungere una cucchiaiata di farina setacciata ed impastare per formare una sorta di panetto. Quest'ultimo va coperto con un telo pulito per farlo lievitare in luogo tiepido per circa 30/40 minuti. Si possono anche allungare i tempi di lievitazione se si desidera una pizza più leggera da digerire e quindi più adatta per la cena.

45

Lievitazione

Adesso si deve setacciare sulla spianatoia la farina rimasta, mettendo al centro un pizzico di sale ed il panetto lievitato. Poi, si versa un po' d'acqua tiepida e si impasta; bisogna ottenere un impasto liscio ed elastico. In seguito si forma un panetto e si mette in una terrina; si copre con un telo e si fa lievitare per circa un'ora oppure fino a quando si raddoppia il suo volume. Prima di cominciare la preparazione della marinara si lavora ancora un poco l'impasto e si adagia la pizza in una teglia. Ora si modella l'impasto con i polpastrelli e poi si spennella d'olio tutta la superficie.

Continua la lettura
55

Condimento e cottura

Per il condimento bisogna far soffriggere l'aglio e l'olio; successivamente si mette la passata di pomodoro e si fa cuocere per qualche minuto. Poi, si aggiunge un pizzico di sale e si spegne il fuoco. A questo punto sulla pasta per la pizza si mette, in modo uniforme, la salsa, qualche filetto di acciuga, l'aglio tagliato a fettine, l'origano e un filo d'olio extravergine. In seguito si mette in forno preriscaldato a circa 200° C e si fa cuocere per 35 minuti (la cottura dipende dal tipo di forno). Per una migliore presentazione della pizza si possono utilizzare olive nere già snocciolate. È opportuno scegliere il tipo "dolce" per evitare che il gusto della salamoia influenza quello degli altri ingredienti. La ricetta è terminata; la difficoltà di realizzazione non è alta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come guarnire una pizza

La pizza rappresenta, sicuramente, il piatto più venduto appartenente alla tradizione culinaria italiana a livello mondiale. La pizza ha presentano un enorme successo anche grazie ai tanti migranti italiani sbarcati in America agli inizi del 1900. La...
Pizze e Focacce

Pizza a portafoglio con salame ungherese

Se in casa intendiamo preparare una pizza leggermente diversa dalla tradizionale margherita o marinara, possiamo cimentarci nell'elaborazione di una sfoglia tonda da farcire con ricotta e salame ungherese. Questa ricetta ci consente di ottenere la cosiddetta...
Pizze e Focacce

Come fare la pizza ai wurstel

Se decidiamo di fare una cena con degli amici, dobbiamo preparare la ricetta giusta tale da deliziare anche i palati più raffinati. Tra le varie pietanze sicuramente vi è la pizza, uno dei piatti più amati della tradizione culinaria italiana e che...
Pizze e Focacce

5 errori da non fare nella preparazione della pizza

È l'alimento più buono per eccellenza, quello per cui siamo conosciuti in tutto il mondo. È il cibo che dà più soddisfazione in assoluto, quello per cui ci viene davvero la cosiddetta "acquolina in bocca". Non possiamo farne a meno e almeno una volta...
Dolci

Come fare una pizza con i marshmallow

Dopo la pizza alla nutella, è stata introdotta nei menù delle pizzerie giapponesi una pizza alquanto bizzarra per gli accostamenti degli ingredienti. L'idea è nata in una famosa catena di ristorazione americana, con una pasticceria locale che ha...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con il lievito madre

La pizza è uno dei piatti simbolo dell'Italia. È molto gradita da grandi e piccini, sia consumata calda che fredda. Sicuramente la più gustosa è quella cotta in forno a legna, ma anche cucinandola nel forno di casa possiamo ottenere un'ottima pizza....
Pizze e Focacce

10 errori che si commettono preparando la pizza

La pizza è sicuramente il fiore all'occhiello della gastronomia italiana. Una ricetta semplice, ma amata moltissimo anche all'estero e spesso "rubata"! La pizza però, nella sua semplicità, ha bisogno di essere preparata seguendo qualche regola d'ora...
Pizze e Focacce

Come far lievitare l'impasto per la pizza

Pizza, pane, brioches, ma anche plumcake, muffin e torte, cosa hanno in comune? Sono tutte paste lievitate. Acqua, farina e lievito sono alla base di queste preparazioni che, in relazione all'aggiunta di sale, zucchero, grassi e altri ingredienti, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.