Ricetta: pizza con polipo e patate

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La pizza ha origine in Italia e in tutto il mondo è imitata, invidiata e gradita. Dalla maggioranza delle persone. Ovviamente nel tempo sono emerse molte versioni della pizza, a partire dagli ingredienti dell'impasto, dalla farcitura e dalla cottura.
Potete personalizzarla con pesce, carne, verdure, condimenti particolari ecc. Sono pochi gli ingredienti che non "legano" con pomodoro e mozzarella, ma in alcuni casi bisogna pensare bene a quali abbinamenti effettuare per gustare una pizza di grande effetto. Esistono inoltre le pizze bianche, ovvero quelle che non contengono la passata di pomodoro. Ecco la ricetta originale della pizza con polipo e patate.

25

Per cominciare disponete gli ingredienti per fare la base o pasta.
Sciogliete 13 grammi di lievito in 50 ml di acqua tiepida, aggiungete un pizzico di zucchero e lasciate riposare per una decina di minuti.
A questo punto aggiungete 250 grammi di farina facendo una specie di fontanella e versate nel centro il lievito, sciolto in precedenza, aggiungete inoltre un pizzico di sale e 2/3 cucchiai di olio di oliva. Ora lavorate e impastate il composto ottenuto.
Nel caso abbiate deciso di lavorare su un piano di lavoro ricordatevi di fare cadere un po' di farina per non lasciare attaccare la pasta.

35

La pasta della pizza deve essere lavorata energicamente fino a che non ottenete una base consistente, solida e asciutta. Ricordatevi di aggiungere un po' di acqua per aiutarvi nell'impasto in modo da renderlo omogeneo.
Quando siete riusciti a comporre un panetto, mettetelo dentro un recipiente fondo e copritelo con un panno da cucina per circa due ore. Questa operazione vi permetterà di fare lievitare la pasta che raddoppierà.

Continua la lettura
45

Il polipo insieme alle patate è un abbinamento meraviglioso. Per cucinarlo ci vuole poco tempo e richiede semplicità. Come per la base, potete trovare al supermercato il polipo già tagliato altrimenti lo acquistate intero e procedete con il taglio. Più piccoli sono i pezzi e meglio sarà gustarlo sulla vostra pizza. Fate dorare in una padella, con due cucchiai di olio di oliva, uno spicchio di aglio, aggiungete circa 250/300 grammi di polipo ed infine una spolverata di prezzemolo. Lasciatelo cuocere a fuoco medio/basso per circa 15 o 20 minuti dopodiché lasciatelo raffreddare.

55

Situate le pizze all'interno di due teglie e cominciare a condirle spalmando con un cucchiaio 3/4 cucchiai di salsa di pomodoro su ciascuna. Tagliate a cubetti una mozzarella di piccola/media taglia, per ogni pizza, e procedete stendendola insieme al polipo e alle patate. Mi raccomando non "caricate" troppo la vostra pizza perché tutto il condimento sciogliendosi andrà a stratificarsi durante la cottura.
Lasciate cuocere per 15 o 20 minuti e controllate la cottura con uno stuzzicadenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

3 secondi piatti con il polipo

In questa guida vi verranno elencate ed illustrare 3 buonissime ed originali ricette che vedono il polipo come protagonista indiscusso. Si tratta di secondi piatti; in ordine vedremo il polpo ubriaco, che può essere consumato anche freddo, per condire...
Dolci

Ricetta: polipo alla Luciana

Si avvicina l'estate e i piatti serviti in tavola cambiano radicalmente: le ricette calde come minestre pasta super condita e sformati al forno lasciano il posto a piatti freddi, insalate di riso, piatti a base di pesce e così via. In questa guida ci...
Antipasti

Come preparare l'aspic di polpo e patate

L’aspic di polpo e patate richiede una lunga preparazione. Tuttavia potete cucinarlo il giorno precedente e conservarlo in frigorifero coperto con della pellicola trasparente per evitare che assorba altri odori. Questo aspic può essere servito sia...
Primi Piatti

10 ricette per usare il radicchio

Il radicchio, col suo rosso intenso e le striature bianche, contribuisce a colorare la tavola. Questo prezioso ortaggio viene coltivato soprattutto in Veneto. Un Consorzio di tutela garantisce la produzione di due varietà, in particolare, quella del...
Pesce

Come preparare il polpo in pentola a pressione

Se avete appena acquistato un polpo fresco al mercato oppure in un negozio di surgelati, ed intendete cucinarlo con l’utilizzo della pentola a pressione, ci sono alcune importanti cose da sapere per evitare di commettere degli errori. In riferimento...
Pesce

Come fare l'insalata di pesce

Il pesce costituisce un alimento sano, contenete una grande quantità di nutrienti, come sostanze proteiche, e uno scarso contenuto di grassi, è molto digeribile e, soprattutto, si presta ad essere cucinato in diversi modi, in relazione al tipo di pesce...
Pizze e Focacce

5 pizze facili e golose

La pizza è uno degli alimenti più amati dai grandi e dai piccini, ed è sempre piacevole da gustare sia a pranzo, che a cena in tutte le occasioni. Ovviamente la pizza preparata in casa, è sicuramente più genuina e può essere condita con moltissimi...
Pizze e Focacce

Le 10 pizze più strane del mondo

Qual è il cibo per eccellenza del nostro paese, quello per cui tutti al mondo ci invidiano? Naturalmente la pizza! Alta, bassa, fina, croccante, con pomodoro, senza pomodoro, con mozzarella, salsiccia, verdure grigliate e chi più ne ha più ne metta:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.