Ricetta: pizza con speck e scarola

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Una ricetta che si può preparare quando non si sa cosa cucinare e che sicuramente soddisferà i gusti di tutti è la pizza rustica con scarola e speck. È ideale da preparare soprattutto quando ci sono degli ospiti a cena e si ha difficoltà a decidere cosa cucinare. È una ricetta abbastanza semplice da preparare, ma che richiede un po' di tempo per il fatto che bisogna lasciar lievitare l'impasto per la pizza. Vediamo insieme come preparare la pizza con scarola e speck.

25

Occorrente

  • 800 gr di farina
  • 500 ml di acqua
  • Un cubetto di lievito di birra
  • 500 gr di scarola
  • Una manciata di capperi sotto sale
  • 200 gr di speck
  • Olio
  • Sale
35

Preparate l'impasto per la pizza

Prima di tutto bisogna preparare l'impasto per la pizza. Questa è la parte più difficile di tutta la preparazione della ricetta perché richiede un po' di manualità e soprattutto tempo. In una ciotola capiente versate la farina e iniziate a versare l'acqua un po' per volta. Lavorare con le mani, amalgamando l'acqua con la farina ed aggiungendo il sale. Sciogliete un cubetto di lievito di birra in un bicchiere di acqua tiepida ed aggiungetelo all'impasto continuando a lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Quando sarà pronto coprite la ciotola con un canovaccio da cucina e lasciate riposare in luogo asciutto per almeno tre ore.

45

Preparate gli ingredienti per la pizza

A questo punto potrete preparare gli ingredienti per il ripieno della pizza. Lessate la scarola senza dimenticarvi di aggiungere un pizzico di sale. Scolatela senza lasciare residui di acqua. Versate un filo di olio in una padella antiaderente, fate dorare uno spicchio di aglio nell'olio e poi toglietelo. Mettete la scarola nella padella e fatela ripassare al punto giusto, aggiungendo una manciata di capperi sotto sale lavati attentamente. Tagliate a striscioline sottili le fette di speck senza togliere il grasso.

Continua la lettura
55

Preparate la pizza

Quando l'impasto della pizza sarà ben lievitato, prendete una teglia da forno e versatevi un po' di olio. Stendetelo con la mano su tutta la superficie della teglia, poi prendete la metà della pasta lievitata e stendetela sulla teglia unta di olio. Con una forchetta adagiate la scarola ripassata sulla pasta della pizza e poi mettete su di essa le striscioline di speck precedentemente tagliate. Stendete su una superficie liscia ed infarinata l'altra metà della pasta della pizza e poi coprite la prima metà. Con una forchetta fate dei forellini sulla superficie e poi infornate in forno preriscaldato a 220 gradi per almeno 35 minuti. Se al termine dei 35 minuti la pasta della pizza sarà dorata in superficie probabilmente sarà pronta. Vi raccomando di controllare anche la superficie inferiore sollevandola con un coltello. Servite la pizza ancora tiepida ma non bollente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come fare la pizza bianca ai wurstel e scarola

La pizza è una delle ricette più adorate da grandi e bambini in ogni Paese del mondo. Si inizia con un impasto di base, il quale viene farcito con diversi ingredienti (verdure, pesce, carne o salumi). Un componente presente sulla maggioranza delle pizze...
Carne

Come fare la pizza di scarola e taleggio

Se per pranzo o per cena intendiamo fare in casa una gustosa pizza e soprattutto innovativa ai fini del gusto, possiamo optare per una davvero originale come ad esempio quella con scarola e formaggio taleggio. La ricetta non è difficile da realizzare,...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza di scarola

La pizza di scarola è una preparazione tipica della cucina napoletana ed è una ricetta perfetta da servire come antipasto durante una cena estiva con gli amici. Prepararla è veramente semplice e veloce ed inoltre, al suo interno, potrete mettere tutti...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza di scarole

Stanchi della solita pizza? Con questa guida vedremo come realizzare un'altra tipica prelibatezza campana: la pizza di scarole. Sebbene ne esistano varianti di ogni genere, la ricetta che andremo ad illustrare si fonda su quattro ingredienti principali:...
Antipasti

Come fare la scarola con acciughe e pinoli

La scarola è una verdura a foglia larga molto usata in Campania. La ricetta seguente si prepara a Napoli durante le feste natalizie e il suo sapore è particolare poiché c'è il contrasto tra il dolce e il salato. La preparazione è molto facile, basta...
Pizze e Focacce

Torta rustica con la scarola

L'Italia è il Paese della pizza e in quanto tale ha una lunga tradizione nell'arte bianca. Pane, pasta e focacce sono un vero patrimonio della gastronomia italiana. La pasta può essere di vari tipi e ognuna di esse permette di creare piatti diversi....
Pizze e Focacce

Come preparare calzoncini di scarola

I calzoni sono dei fagottini rustici tipici della tradizione culinaria meridionale, che fritti o al forno possono essere declinati in mille varianti a seconda di come li si preferisce farcire: da un semplice pomodoro e mozzarella, fino ai ripieni più...
Primi Piatti

Come preparare le scarole stufate

La scarola (o indivia) è un ortaggio che ormai si può trovare tutto l'anno, benché la sua stagione naturale sia l'inverno. Gustosa e versatile, può essere gustata sia cruda, come una normale insalata, oppure cotta, arricchita con aromi e condimenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.