Ricetta: tacchino in crema di mandorle e pistacchi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendiamo preparare un piatto a base di carne bianca, possiamo senza alcun dubbio optare per il tacchino. La realizzazione può avvenire in tanti modi, ma in particolare vale la pena cucinarlo con una crema a base di mandorle e pistacchi che specie per chi ma la cucina agrodolce, risulta particolarmente gradevole al palato. In riferimento a ciò nei passi successivi di questa guida, troviamo tutte le informazioni utili su come preparare la suddetta ricetta.

25

Occorrente

  • Tacchino 600 gr.
  • Mandorle 100 gr.
  • Pistacchi 100 gr.
  • Salsa di soia 4 cucchiai
  • Zucchero 1 cucchiaio da tavola
  • Sale e pepe q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio 50 ml.
35

Per prima cosa ci rechiamo in un supermercato, e acquistiamo il tacchino preferendolo a bocconcini oppure soltanto le cosce in base alle nostre preferenze e gusti. In tutti i casi, visto anche i costi decisamente bassi di questo tipo di carne, ne compriamo almeno 600 grammi ovvero l'ideale per soddisfare il fabbisogno di 4 persone.

45

Arrivati a casa, prendiamo il tacchino e lo laviamo accuratamente in modo da pulire le parti da eventuali residui e filamenti, dopodichè lo mettiamo in una zuppiera di porcellana con dell'aceto giusto per stemperare il gusto dolciastro di questo tipo di carne. Trascorso un paio di ore, lo versiamo in una padella, facendolo rosolare con un filo di olio e della cipolla finemente tritata, e nel contempo consentire all'aceto di sfumare. Fatto ciò, lo mettiamo da parte e ci dedichiamo agli ingredienti necessari per massimizzare il gusto della ricetta. In questo caso, prendiamo le mandorle e le sgusciamo e la stessa cosa facciamo con i pistacchi. Mescolandoli insieme in una ciotola, aggiungiamo poi la salsa di soia, lo zucchero, il pepe, l'aglio e l'olio. Amalgamando il tutto con un cucchiaio di legno, facciamo in modo che il composto diventi omogeneo, dopodichè ritorniamo sul tacchino precedentemente fatto rosolare in padella, e procediamo come descritto nel passo successivo di questa guida.

Continua la lettura
55

Riponendo il tacchino sul fuoco aspettiamo che la padella diventi calda, dopodichè versiamo il composto a base di mandorle e pistacchi appena preparato, attendendo che i frutti diventino leggermente dorati, e prestando attenzione che non si brucino. Lo stesso discorso vale per l'aglio che diventato dorato, possiamo anche rimuovere. Facendo cuocere il tutto per una decina di minuti, otteniamo il tacchino con una sorta di glassatura e crema, il che significa poterlo servire direttamente in tavola ancora ben caldo, accompagnandolo magari con delle patate al forno e un buon bicchiere di vino rosso, quest'ultimo indicato proprio per le carni in genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 modi per cucinare il tacchino

Oggi vi proponiamo 5 modi per cucinare il tacchino. Non tutti lo sanno, ma la carne di tacchino è molto ricca di ferro ed estremamente digeribile e quindi si presta molto bene per chi vuole mangiare sano ma con gusto. Inoltre, la carne di tacchino è...
Pizze e Focacce

Come imbottire i panini al latte

Nel caso in cui dovete fare una pausa-pranzo fuori casa o una piacevole gita fuori porta, un panino imbottito al latte è la soluzione più semplice e sbrigativa. Il morbidissimo panino al latte può essere imbottito con diverse farciture e in maniera...
Carne

Come preparare il tacchino ripieno alla frutta secca

La carne di tacchino si presta a molti condimenti, tutti squisiti. In verità molti non la amano, poiché la ritengono poco saporita e un po' stopposa. Pertanto i vari sughi completano in modo eccellente la preparazione di questo tipo di carne. Ad esempio,...
Carne

Ricetta: rotolo di tacchino con spinaci

Cucinare è una vera passione per molte persone. Per altre invece è un grattacapo quotidiano. A volte le idee scarseggiano e non si sa mai cosa preparare. Tra studio e lavoro si ha poco tempo per pensare a qualcosa di facile e gustoso allo stesso tempo....
Carne

Come cucinare i bocconcini di tacchino

La stagione estiva vi fa venire il desiderio di assaggiare dei sapori nuovi? In questo caso, vi consiglio di iniziare a preparare delle ricette fresche e leggere da consumare anche in spiaggia. Quest'ultime vi lasceranno sazi, ma senza appesantirvi troppo....
Carne

Tacchino al vino bianco e finocchietto selvatico

Uno dei secondi che spesso viene preferito nei periodi di festa è il tacchino. Questo è un tipo di carne bianca, tenera e delicata. Il tacchino si presta a un'infinità di preparazioni, semplici e raffinate. In questo caso vi suggerisco il tacchino...
Carne

Ricetta: tagliata di tacchino con anguria

Se siete degli amanti della cucina e del buon cibo allora dovete provare ricette nuove dal gusto sorprendente. Ecco la ricetta della tagliata di tacchino con anguria. Sicuramente un connubio poco diffuso ma che alla fine garantirà i complimenti dei commensali....
Carne

Come preparare la fesa di tacchino tonnata

La fesa di tacchino è un alimento salutare, leggero e con pochi grassi. È adatta per tutti coloro che tengono alla linea o in caso di indisposizione. La fesa di tacchino tonnata si offre come valida alternativa alla ricetta originale ossia al vitello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.