Ricetta: tagliatelle al ragù bianco di cinta senese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La grande varietà del patrimonio gastronomico italiano rende la nostra cucina tra le migliori al mondo. Siamo capaci di realizzare piatti per tutti i gusti, dalle ricette più semplici alle portate più elaborate. Molta di questa esperienza arriva dalle ricette tipiche regionali. Ogni territorio d'Italia, infatti, ha le proprie specialità uniche. Un vero e proprio valore aggiunto del nostro "Bel Paese". In Toscana possiamo trovare tantissime delizie locali. Ma esiste un primo piatto davvero saporito, ricco e genuino. Parliamo delle tagliatelle al ragù bianco di cinta senese. Una specialità antica originaria dei colli di Siena. Scopriamo insieme questa ricetta e impariamo a prepararla.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 1 kg di cinta senese (spalla)
  • 250 gr di brodo di carne
  • 50 gr di sedano
  • 50 gr di carote
  • 50 gr di cipolle
  • 50 gr di olio extravergine di oliva
  • 1 foglia d'alloro
  • 2 bacche di ginepro
  • 50 gr di vino bianco
  • Sale e pepe nero q.b.
  • 250 gr di tagliatelle all'uovo
36

Il ragù bianco di cinta senese si prepara con carne di maiale. E si tratta di una carne molto particolare, unica. Arriva da allevamenti che vivono e si nutrono allo stato brado. Questo rende il gusto delle carni più incisivo e caratteristico. Il ragù bianco di cinta senese si sposa alla perfezione con la pasta all'uovo. Le tagliatelle sono dunque un'ottima scelta per la nostra ricetta. La prima cosa che dovremo preparare per il piatto è un classico brodo di carne. Mentre il brodo bolle in pentola passiamo alla carne di maiale. Puliamo la spalla di maiale da eventuale cotenna. Dunque tagliamo la carne in pezzi piuttosto grossolani.

46

Utilizziamo un tritacarne per ottenere un macinato. Naturalmente possiamo chiedere del macinato pronto al nostro macellaio. Prepariamo un trito di cipolle, carote e sedano. Trituriamo anche le bacche di ginepro, che daranno un aroma caratteristico alla ricetta. Versiamo il trito di verdure in un ampio tegame con olio d'oliva. Rosoliamo a fiamma bassa per massimo 6 minuti. Uniamo la carne di maiale e cuociamo per altri 8 minuti. Dovremo mescolare spesso per evitare che il macinato si attacchi al fondo. Regoliamo di sale e sfumiamo col vino bianco. Aspettiamo che il vino evapori, dunque aggiungiamo le bacche di ginepro.

Continua la lettura
56

Uniamo la foglia d'alloro e versiamo il brodo, ormai pronto. Il ragù bianco di cinta senese dovrà cuocere a fuoco dolce per almeno un'ora. Il brodo dovrà asciugarsi completamente in quest'arco di tempo. Se dopo un'ora troviamo ancora del brodo prolunghiamo la cottura per qualche minuto. Con il ragù quasi pronto rimuoviamo l'alloro dal tegame. Portiamo a bollore una pentola d'acqua e saliamola. Versiamo le nostre tagliatelle e cuociamole al dente. Scoliamole e uniamole al ragù nel suo tegame. Saltiamo la pasta per qualche attimo in modo che prenda sapore. Impiattiamo finalmente le tagliatelle al ragù bianco di cinta senese e gustiamole calde.  

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Oltre alle tagliatelle possiamo usare delle pappardelle ricce all'uovo, particolarmente adatte a trattenere questo tipo di condimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: Tagliatelle al ragù e castagne

Le tagliatelle al ragù e castagne sono un primo piatto ideale sia durante il periodo autunnale che invernale. Le castagne sono un alimento sano e ...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti al ragù di tonno

Con il termine gastronomico "ragù" si indica solitamente il famoso condimento a base di carne tritata, di vitello e/o di maiale. La parola pone ...
Primi Piatti

Ricetta: tagliatelle al ragù di carne

I piatti della cucina italiana più invidiati sono sicuramente i primi: la pasta è una specialità appartenente alla nostra nazione, in grado di imbandire la ...
Primi Piatti

Ricetta: garganelli al ragù di pecora

Quando diciamo "pasta", diciamo allo stesso tempo "cucina italiana". Se esiste un alimento tipico della nostra identità, infatti, questo è certamente la pasta. La sua ...
Primi Piatti

Ricetta: timballo di tagliatelle

Il timballo è uno sformato ripieno avvolto in una crosta di pasta sfoglia o brisè. Pur avendo origini remote, la ricetta del timballo presenta numerose ...
Primi Piatti

Ricetta: bavette con ragù di maiale

Il ragù, che passione! Come tutti gli italiani sanno, si tratta di un condimento per la pasta ormai celebre in tutto il mondo. Le sue ...
Primi Piatti

Ricetta: pasta al ragù bianco e funghi

I primi piatti più tipici della tradizione italiana sono quasi sempre a base di passata di pomodoro. Ma si possono ottenere dei gustosissimi piatti, anche ...
Dolci

Ricetta del ragù di carne senza pomodoro

Uno dei condimenti di pasta più amato e gettonato è sicuramente il ragù di carne. La ricetta tradizionale prevede il pomodoro tra gli ingredienti base ...
Primi Piatti

Ricetta: penne ragù e panna

Molto spesso quando lavoriamo ai fornelli rimaniamo spesso impantanati nella realizzazione delle sempre e solite ricette. In realtà occorrerebbe dare una ventata di novità e ...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di cinghiale

Il cinghiale è un animale selvatico molto diffuso e usato in cucina. Il ragù di cinghiale è una ricetta appartenente alla tradizione culinaria Toscana. La ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.