Ricetta: torta all'ortica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ortica è un erbaccia perenne che cresce generalmente nei luoghi incolti: ha foglie ovali-aguzze, seghettate. I fiori, piccoli sono verdastri e riuniti in glomeruli a formare spighe ramose, pendenti alle ascelle fogliari. Tutta la pianta è nota per l'azione urticante che provoca se toccata: tanto il fusto che le foglie sono infatti rivestiti di fragilissimi peli urticanti che appena sfiorati, s'infliggono come un ago nella pelle, rilasciando un liquido caustico che produce un vivo bruciore. Se da un lato l'ortica è pericolosa, in cucina è impiegata per la preparazione di diversi piatti: uno tra questi è la torta all'ortica, una ricetta antica usata spesso dalle nostre nonne che, erano solite mettere sulla tavola delle vere e proprie prelibatezze genuine e buone per la salvaguardia della salute. Continuando a leggere i passi a seguire scoprirete come preparare le Ricetta: torta all'ortica.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • 800 g. di ortiche
  • 400 g di ricotta
  • un cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • un albume d'uovo
  • olio
  • sale
  • Per la pasta: 300 g di farina di frumento
  • 20 g di lievito di birra
  • acqua tiepida
  • sale
36

Rosoliamo l'ortica in padella con un filo d'olio

Per preparare la torta all'ortica, innanzitutto bisogna creare la pasta. Quindi andremo ad allestire un piano di lavoro e poi, disponiamo a fontana la farina, unendo il lievito precedentemente sciolto con
l'acqua e, aggiungendo un pizzico di sale. Lavoriamo con le mani la pasta, fino a che non otterremo un panetto morbido e liscio. Poniamo il panetto, accuratamente rivestito con un foglio di pellicola trasparente in frigo. Nel frattempo che la pasta lievita, laviamo le ortiche, facciamole scolare e dopo cuociamole a fuoco medio per circa dieci minuti in una padella, dove avremo posto un filo d'olio. Una volta che il panetto sarà aumentato di volume tiriamolo fuori dal frigo.

46

Imburriamo una teglia da forno

Prendiamo una teglia da forno e imburriamola, poi stendiamo la pasta e, formiamo uno strato di ortiche, uno di formaggio e uno di ricotta. Infine copriamo con un altro strato di pasta eseguendo dei piccoli buchi con la forchetta e, spennellando la superficie con l'albume dell'uovo. Adesso lasciamo cuocendo in forno a 180° per 20 minuti. Il piatto va servito tiepido: il risultato è davvero ottimo, un mix di sapori che ci avvicina alla natura.

Continua la lettura

Approfondimento

Ricetta: gnocchi all'ortica
56

Usiamo l'ortica nei piatti

È bene ricordare che l'ortica depura il sangue e abbassa la glicemia. Il suo succo può essere anche usato dopo pranzo o cena, come digestivo o creando degli infusi per il thè, da bere in tutte le ore della giornata. Un ingrediente spesso sottovalutato ma che è davvero ottimo da mangiare e soprattutto, cosa da non trascurare, fa bene alla salute di ognuno di noi. Basta solo studiarne le proprietà e sbizzarrirsi con le ricette, usandola nei primi piatti, nelle torte, come in questo caso e, anche per curare la propria estetica.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: ravioli all’ortica

L’ortica (Urtica dioica) è una pianta spontanea diffusa in gran parte del mondo; essa è ricca di ferro, sali minerali e vitamine. In cucina ...
Primi Piatti

Ricetta: farfalle al pesto di ortiche

Prurito e irritazione sono con buone probabilità le prime parole che vi vengono in mente se pensate all'ortica, ma grazie alla gustosa ricetta che ...
Consigli di Cucina

Come utilizzare l'ortica in cucina

Utilizzare l'ortica in cucina potrebbe sembrare davvero strano, in realtà le ricette che hanno l'ortica come ingrediente principale sono numerose. È possibile impiegarla ...
Primi Piatti

Ricetta: risotto alle ortiche

In questo articolo, cercheremo di proporre una nuova ricetta, e cioè quella del risotto alle ortiche, una ricetta nuova e del tutto diversa dal normale ...
Primi Piatti

Ricetta: polpette di ortiche

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina, Nello specifico, andremo a vedere una ricetta singolare, che ha come ingrediente principale l'ortica ...
Antipasti

Come fare le polpette con le ortiche

A meno che una persona non sia vegetariana, è davvero difficile conoscere qualche individuo a cui non piacciano le polpette. Queste squisite palline di carne ...
Primi Piatti

Ricetta: risotto alle ortiche

Se decidiamo di preparare qualcosa di particolare possiamo fare il risotto alle ortiche, ovvero una ricetta nuova e del tutto diversa dal normale. Il riso ...
Primi Piatti

Come fare i cannelloni alle ortiche

Esistono alcuni piatti della tradizione italiana che sono molto diversi dai soliti primi o secondi. Dei piatti così sostanziosi e gustosi da diventare l'ideale ...
Antipasti

Come preparare la salsa di ortiche

Se molto spesso i vostri amici e parenti decidono di auto-invitarsi a casa vostra, è tempo di sfoggiare le proprie armi. Specialmente quando due dei ...
Primi Piatti

Come preparare l'orzo alle ortiche

L'orzo alle ortiche è un primo piatto sano, leggero e gustoso, ideale soprattutto, in questa stagione dell'anno, in quanto, è possibile beneficiare delle ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.