Ricette veloci per preparare lo zampone

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Arrivano le feste natalizie e con esse il nuovo anno. Inizia il viavai di gente pronta ad assalire negozi e supermercati in cerca di regali e provviste per il cenone della Vigilia e di San Silvestro. E se c'è un ingrediente che non può assolutamente mancare sulla tavola del grande cenone dell'ultimo dell'anno è lo zampone. Vediamo allora alcune ricette veloci per preparare lo zampone.

24

Zampone con le verdure

Per cucinare invece lo zampone con le verdure abbiamo bisogno di uno zampone, 300 gr di patate, 300gr di carote, cipolla, burro, olio, sale, rosmarino e passata di pomodoro. Iniziamo mettendo a cuocere lo zampone, nel modo già visto nella precedente ricetta; quindi peliamo le patate, tagliamole a spicchi, poniamole in una teglia, condiamole con olio, sale e rosmarino, e facciamole cuocere nel forno. In una padella intanto, facciamo soffriggere la cipolla con una noce di burro e aggiungiamo le carote precedentemente affettate. Facciamo cuocere il tutto per 5 minuti circa e versiamo due cucchiai di passata di pomodoro e un po' di sale. Affettiamo lo zampone e lo disponiamo in un piatto da portata con il contenuto della padella e le patate.

34

Zampone in crosta

Per preparare lo zampone in crosta ci occorre uno zampone, una confezione di pasta sfoglia, senape e un uovo. Facciamo lessare lo zampone. Una volta cotto, lo scoliamo bene e lo posizioniamo sul foglio di pasta sfoglia già stesa; quindi aggiungiamo sulla carne la senape (tanta quanto basta per ricoprirlo tutto). Avvolgiamo ora lo zampone con la sfoglia e chiudiamo le estremità. Pratichiamo dei fori al rotolo con uno stuzzicadenti e spennelliamo la sfoglia con l'albume dell'uovo. Poniamo il tutto nel forno preriscaldato a 180° e facciamolo cuocere per 20 minuti, dopo i quali sarà pronto per essere servito.

Continua la lettura
44

Zampone con lenticchie

Per 6 persone avremo bisogno di uno zampone, 500gr di lenticchie, 50 gr di pancetta, 200 dl di brodo vegetale, cipolla, sedano, olio e sale. Se disponiamo di uno zampone fresco occorre metterlo dalle 3 alle 5 ore ammollo in acqua fredda e dopo averlo bucato lo mettiamo in una pentola piena di acqua fredda e lo facciamo cuocere per circa 2 ore; altrimenti, se abbiamo acquistato uno zampone precotto procediamo direttamente ponendolo in una pentola di acqua fredda e lasciamolo bollire per circa mezz'ora. Nel frattempo lessiamo le lenticchie con 2 gambi di sedano, mezza cipolla e sale; una volta cotte le possiamo scolare togliendo sia il sedano che la cipolla. Dopodichè in una padella facciamo soffriggere mezza cipolla tritata e la pancetta. Qui andiamo ad aggiungere le lenticchie ben scolate e due mestoli di brodo. Lasciamo cuocere il tutto finché i legumi non avranno assorbito il brodo e disponiamo il contenuto della padella in un piatto da portata, posizionandoci sopra lo zampone tagliato a fette.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

I diversi tagli del suino

I tagli del suino rientrano nella lista di muscoli bianchi perché dopo la macellazione assumono un colore chiaro rispetto al manzo o al cavallo. È sempre importante farla cuocere bene, per raggiungere il massimo delle proprietà organolettiche, e per...
Carne

Come cucinare le lenticchie per il cenone di Capodanno

Le lenticchie sono una pietanza che nella concezione popolare porteranno soldi e fortuna nell'anno successivo, sicuramente prepararle nel modo corretto vi faranno assaporare al meglio questo legume. Si ricorda che alcune tipologie di lenticchie devono...
Primi Piatti

Come fare i fusilli con crema di lenticchie

Le lenticchie sono dei legumi ricchi di fibre, ferro, proteine, sali minerali e vitamine. Cibo una volta considerato povero, attualmente riveste invece una certa importanza culinaria. Infatti nei tempi odierni la forma delle lenticchie, simile a quella...
Carne

Ricetta: cotechino con verza

Nel nostro paese sappiamo bene quanto contino le tradizioni, specie quelle aventi una forte matrice religiosa. Ovviamente di queste, la più amata da grandi e piccoli è il Natale, che oltre ai regali ci offre anche molti pasti sostanziosi insieme ai...
Carne

Come preparare i bocconcini di maiale al curry

Il maiale è sempre stata una presenza costante nelle nostre tavole: infatti, è possibile utilizzarlo in moltissime ricette, dall'antipasto, con un ricchissimo tagliere di prosciutto e di salumi accompagnati con formaggi e deliziose marmellate, ai...
Antipasti

Come preparare le polpette di lenticchie e cotechino

Siete stanchi di proporre il solito cotechino con le lenticchie? Se siete alla ricerca di un’insolita ricetta da preparare per il prossimo Capodanno da servire come antipasto o assieme all’aperitivo, le polpette di lenticchie e cotechino fanno al...
Consigli di Cucina

5 ricette estive con i legumi

Medici e nutrizionisti ribadiscono sempre più spesso come nella nostra alimentazione non debbano mai mancare cereali integrali, verdura fresca e legumi, da cui trarre proteine vegetali nobili.  A volte, d'estate, tendiamo a dimenticare i legumi perché...
Consigli di Cucina

5 insalate estive con le lenticchie

I legumi, sono una vera fonte di vitamine, fibre, carboidrati, sali minerali e proteine vegetali. Per le caratteristiche nutrizionali complete, sin dai tempi remoti, le lenticchie venivano chiamate "la carne dei poveri". Proprio in virtù dei loro numerosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.