Succo di frutta per bambini: come prepararlo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molte mamme non gradiscono a trovare facilmente qualcosa che i bambini possano bere in tutta sicurezza, che sia del tutto naturale e contemporaneamente molto gradito ai bambini stessi. Un'idea può essere quella di fare del succo di frutta noi stessi in casa, in modo del tutto artigianale e genuino. In questa guida infatti ci occuperemo di come prepararlo, in modo tale che sia perfetto per la consumazione da parte di tutta la famiglia.

25

Occorrente

  • 1 l di acqua
  • 1 limone
  • 500 grdi polpa di frutta (già sbucciata)
  • 6 - 8 cucchiai di zucchero
35

Preparazione dello sciroppo di base

Mettete sul fuoco una pentola della portata di cinque litri, precedentemente riempita con un litro di acqua, quattro cucchiai di zucchero ed il succo di mezzo limone; portate il tutto in ebollizione, dunque spegnete il gas e lasciate raffreddare il vostro sciroppo. Dopo di che, travasatelo in una brocca e mettete da parte la pentola senza lavarla però, vi servirà nuovamente. Se lo preferite di sapore meno dolce, anzi un pizzico più aspro, basterà ridurre la dose di zucchero da quattro a tre cucchiai.

45

Cottura della frutta

Prendete adesso 800 grammi di frutta a vostro piacimento, il consiglio è quello di adoperare le rimanenze presenti in frigo da più tempo ma ancora buone, al fine di evitare eventuali sprechi. Più l'assortimento di frutta è vario, più ne guadagnerà il sapore del vostro succo. Dopo aver sbucciato la frutta, mettetela nella stessa pentola adoperata precedentemente per lo sciroppo, aggiungendo zucchero e succo limone, sempre secondo le proporzioni indicate in precedenza per lo sciroppo. Fate cuocere il tutto a fiamma media, per dieci minuti circa, girando frequentemente la frutta per farla caramellare in maniera omogenea, senza che però si attacchi al fondo della pentola.

Continua la lettura
55

Preparazione del succo

Tolta la pentola dal fuoco, diluite la frutta cotta con un bicchiere dello sciroppo preparato in precedenza, aiutandovi con un frullino ad immersione miscelare il tutto, fino ad ottenere una densa purea di frutta. A questo punto andate ad aggiungere tutto il restante sciroppo non ancora utilizzato, e frullate per miscelare al meglio gli ingredienti. Per renderlo più simile a quelli reperibili normalmente in commercio, e renderlo più accattivante per i bambini, potrebbe essere necessario usare un colino per filtrare il succo, in questo modo si escluderanno i pezzi più grandi di polpa rimasti. A differenza però di quelli commerciali, il succo di frutta appena preparato non contiene la minima traccia di conservanti: è doveroso ricordare la velocità con cui si può degradare il succo, meglio prepararne un po' per volta e consumarlo entro pochissimi giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di brandy

Il brandy rappresenta una delle bevande alcoliche più conosciute ed apprezzate. Esso infatti può essere utilizzato spesso per la preparazione di freschi e deliziosi cocktail. Nella seguente guida pertanto verranno presentati, in pochi e semplici passaggi,...
Dolci

5 ghiaccioli da fare in casa

L'estate è alle porte! Le giornate si vanno sempre più calde e cresce il desiderio di mangiare qualcosa di fresco che ci tiri un po' su. Niente di meglio di un buon gelato o meglio di un ottimo ghiacciolo. Se avete un po' di tempo l'ideale sarebbe prepararlo...
Dolci

Come preparare lo sciroppo di amarene

Lo sciroppo di amarene è un liquido dolce e dal colore rosso intenso adatto a molte preparazioni di dolci. È ottimo da abbinare a gelati dal gusto delicato, come ad esempio quelli al gusto "fiordilatte", "crema" o "panna". Questo particolarissimo sciroppo...
Consigli di Cucina

Come utilizzare il tamarindo

Il tamarindo è un albero in grado di produrre frutti commestibili, che possono essere consumati sia freschi che secchi. Normalmente, in commercio, è disponibile sotto forma di polpa, decisamente fibrosa e di colore scuro. Si tratta, in quest'ultimo...
Dolci

Come preparare lo sciroppo di mele

Lo sciroppo di frutta è una valida alternativa al comune zucchero; inoltre, rispetto a quest'ultimo ha un valore calorico inferiore. Una volta preparato, lo sciroppo può avere diversi utilizzi: essere bevuto caldo, diluito con acqua per avere una bevanda...
Dolci

Come fare lo sciroppo di mirtilli

Il mirtillo nasce e cresce spontaneamente da arbusti in località a clima temperato. Le varietà di mirtilli sono moltissime, ma i più noti sono quelli di colore rosso e nero. I mirtilli sono frutti un po' aspri e utilizzati per la preparazione di tantissime...
Vino e Alcolici

Come confezionare liquori da regalo

I liquori fatti in casa sono un graditissimo regalo per amici e parenti. Prima di darvi qualche ricetta sfiziosa dovete sapere che esiste un procedimento base per la preparazione dei liquori casalinghi. Se volete confezionare un liquore a base di erbe...
Analcolici

5 idee per preparare drink analcolici

Si avvicinano le feste natalizie e, tra giorni di festeggiamenti e appetitosi pasti con i parenti, incontrerete tantissime persone a voi care. In questa semplice e breve (ma allo stesso tempo utile ed interessante) guida, vi illustrerò 5 simpatiche idee...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.