Torta genovese con panna e amarene: ricetta

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La ricetta della torta genovese con panna e amarene è una vera e propria delizia. La preparazione è difficile e richiede molto tempo. Tuttavia, vedrete che il suo gusto paradisiaco ripagherà l'impegno e la fatica. Per quanto riguarda le amarene, sarebbe meglio trovarle fresche. Se ciò non fosse possibile, preferite quelle sciroppate alle surgelate.

25

Occorrente

  • panna montata 400 gr
  • zucchero semolato 80 gr
  • farina 80 gr
  • mandorle macinate finissime 30 gr
  • burro 30 gr
  • 2 uova e 3 tuorli
  • miele
  • cioccolato
  • amarene sciroppate
35

Iniziamo subito a realizzare la ricetta della torta genovese con panna e amarene. Mettete in una ciotola le uova intere. Aggiungete il miele e lo zucchero semolato. Aggiustate con un pizzico di sale. Ora, aiutandovi con le fruste elettriche, montate il composto fino a quando non otterrete una consistenza spumosa. Setacciate la farina e versatela poco per volta nella terrina. Sciogliete a bagnomaria il burro, poi aspettate che si raffreddi. Tritate delle mandorle molto finemente. Ora incorporate mandorle e burro al resto degli ingredienti. Mescolateli con un cucchiaio di legno, procedendo dal basso verso l'alto. Successivamente, trasferite il composto della torta genovese panna e amarene sul piano di lavoro infarinato. Impastate per qualche minuto. Formate una palla e lasciatela riposare in un luogo asciutto per una ventina di minuti.

45

Nel frattempo, procuratevi uno stampino da cucina conico. In genere si presenta forato al centro e con una scanalatura adiacente. Imburrate il fondo e le pareti dello stampo. Ora inserite l'impasto in esso, senza uscire dal bordo superiore. Preriscaldate il forno ventilato a 180 gradi. Infornate lo stampino e cuocete per cinquanta minuti circa. Trascorso il tempo necessario, estraete la torta genovese dal forno e aspettate che si raffreddi completamente su una gratella. Se volete seguire alla lettera la ricetta, eseguite questa prima fase il giorno prima.

Continua la lettura
55

A questo punto, tagliate la torta genovese con panna e amarene in quattro sezioni orizzontali. Cercate di non sbriciolarla. Distribuite in maniera uniforme la panna montata sui primi tre dischi. Spolverizzatela con una dose generosa di cannella. Infine, aggiungete delle scaglie di cioccolato fondente e al latte. Ora adagiate un disco sopra l'altro, in modo da ricomporre la torta. L'ultima sezione avrà la parte superiore non farcita. Qui andrete a guarnire con dello zucchero a velo e un giro di amarene. Per i più golosi, sarà perfetto anche dello sciroppo di cioccolato o di amarena. Servite la torta genovese panna e amarene ben fresca. Per non sbagliare, mettetela in frigorifero due ore prima di degustarla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la torta amarene e cioccolato fondente

Se volete realizzare un dessert che abbia la capacità di stupire piacevolmente i vostri ospiti, questa torta di amarene e cioccolato fondente fa al caso vostro. Richiede una lavorazione abbastanza lunga ma non complicata. Anche i meno esperti di pasticceria...
Dolci

Come preparare la crostata con ricotta e amarene

La crostata di ricotta e amarene è un goloso dessert da preparare in occasioni speciali. Trattasi di una base di pasta frolla farcito con una soffice crema alla ricotta, arricchita con amarene sciroppate intere. E’ ottima da gustare assieme ai vini...
Dolci

Come fare i muffin amarene e panna

Tra le cose più difficoltose da preparare in casa, i dolci rimangono spesso al primo posto. Preparare un buon dolce infatti, non è assolutamente facile, perché spesso non si ha la più pallida idea di come assemblare insieme gli ingredienti e di come...
Dolci

Soufflé alla ricotta e amarene: ricetta

Se siete alla ricerca di un dolce dal gusto innovativo, questa ricetta è ciò che fa per voi. Il sapore leggermente salato della ricotta si sposa perfettamente con il dolce delle amarene. Inoltre, l'aggiunta di pistacchi renderà il soufflé croccante...
Dolci

Come preparare lo sciroppo di amarene

Lo sciroppo di amarene è un liquido dolce e dal colore rosso intenso adatto a molte preparazioni di dolci. È ottimo da abbinare a gelati dal gusto delicato, come ad esempio quelli al gusto "fiordilatte", "crema" o "panna". Questo particolarissimo sciroppo...
Dolci

Porridge mirtilli e amarene

Nella cultura anglosassone il porridge è uno degli alimenti principali della loro colazione. Il porridge è fondamentalmente un alimento da colazione fatto principalmente da zuppa d'avena. Il cereale si cuoce in acqua o latte e mischiato con frutta fresca...
Dolci

Ricetta: crostata alle amarene con mousse di ricotta

Alcune ricette sanno evocare il dolce profumo dell'infanzia. Tra tutte la crostata è sicuramente il dolce che più abbiamo amato! La friabile frolla, la farcitura fruttata e il profumo intenso rendono questa ricetta dolce un piccolo capolavoro gastronomico....
Dolci

Ricetta: bavarese vegana alla nocciola e amarene

La bavarese è una delle torte più gustose e deliziose che è possibile realizzare. Esistono diverse tipologie di bavarese, come per esempio la bavarese vegana alla nocciola e amarene. Cosa state aspettando? Non ci resta che scoprire insieme quanto sia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.