Vari modi per cucinare le uova

di Martina De Nardi difficoltà: media

Vari modi per cucinare le uova Le uova si prestano ad un numero imprecisabile di preparazioni, veramente gustose, e costituiscono perciò una risorsa inesauribile per chi ha il difficile compito della cucina. Possono indifferentemente comparire sul modesto desco familiare, come nei pranzi di importanza dove non sfigurano affatto. Si parla spesso dei mille modi di cucinare le uova. Nonostante le numerose applicazioni nelle quali si adattano le uova, in questa valutazione culinaria c'è senz'altro un po' di esagerazione. In definitiva i metodi fondamentali non sono che dieci, e su di essi, poi, si basano tutte le ricette che ne variano il gusto e la presentazione. Noi in questo articolo ne presenteremo sette.

1 FRITTATE: questo è senza dubbio il sistema di cottura delle uova al quale si ricorre con più frequenza nei pasti familiare e che fornisce una più ricca varietà di scelta. Requisito capitale per fare una buona frittata è quello di essere provveduti di una padella che stacchi perfettamente, cioè che non lasci attaccare le uova. Per ottenere una frittata con i fiocchi, è necessario che essa sia bene asciutta e cotta al punto giusto, si che nell'interno possa rimanere morbidissima e saporita. Questo si ottiene lasciando prima ben scaldare il grasso, che può essere burro, strutto o olio. Mettete allora giù le uova sbattute, mescolare sollecitamente col cucchiaio di legno e appena la frittata incomincia a rapprendersi scuotere un pochino la padella per staccare bene la parte di sotto della frittata. Quindi capovolgerla e farla cuocere dall'altra parte. Tutto ciò a fuoco gaio affinché la frittata possa cuocere subito restando morbida nell'interno e senza impregnarsi di grasso.

2 UOVA AL GUSCIO: si appoggia l'uovo su un cucchiaio e si immerge delicatamente in acqua in ebollizione lasciandovelo per tre minuti esatti, o un po' meno se l'uovo fosse piccolo. In questo modo si ha un albume lattiginoso e leggermente coagulato e il rosso tiepido.

Continua la lettura

3 UOVA AL PIATTO: si imburra abbondantemente una teglia da forno, vi si rompono le uova e si mette il sale sulle chiare e non sui rossi.  Si mette poi in un tegamino un po' di burro, si fa scaldare bene e si versa un cucchiaino di questo burro bollente su ogni rosso.Si passa la teglia in forno, procurando però che le uova possano ricevere un maggior calore nella parte superiore; e appena le uova saranno leggermente coagulate si estraggono e si inviano a tavola nella stessa teglia.. 

4 UOVA MOLLETTE: si mettono le uova in un recipiente con acqua fredda, contando cinque minuti dal momento che l'acqua leva il bollore. Si passano poi in acqua fredda per poter più agevolmente togliere il guscio, si sgusciano con attenzione e si mettono in acqua tiepida per riscaldarle, fino al momento di mandarle in tavola. Nelle uova mollette, se cotte al punto giusto, la chiara deve essere rappresa ma non indurita, mentre il rosso deve rimanere liquido e presentare lo stesso colore dell'uovo crudo senza la coagulazione e il colore dell'uovo sodo.

5 UOVA SODE: si mettono le uova in un recipiente ricoprendole d'acqua fredda, si porta il recipiente sul fuoco e si contano sette minuti dal momento che l'acqua leva il bollore. Si passano subito in acqua fredda.
UOVA AFFOGATE: si mette sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e aceto, indispensabile per la coagulazione della chiara. Quando l'acqua bollirà, di lascia il fuoco molto basso e si rompe l'uovo in un piattino. Questo lo si porta a fior d'acqua e si versa l'uovo proprio nel punto dove si produce l'ebollizione. Dopo circa tre minuti si tirano su con un cucchiaio bucato, si appoggiano su una salvietta e si tolgono le sbavature.

6 UOVA FRITTE: si mette al fuoco una piccola padella con abbondante olio. Quando l'olio sarà ben caldo e leggermente fumante, si rompe l'uovo in un piattino, si condisce con un pizzico di sale e si fa scivolare nella padella. Se l'olio non fosse abbondante, bisogna tenere la padella leggermente inclinata affinché l'uovo resti completamente sommerso. Con un cucchiaio di legno si porta rapidamente il bianco attorno al rosso in modo che questo resti ben chiuso dalla chiara e quando l'uovo avrà preso consistenza e colore, si estrae con un cucchiaio bucato, si lascia sgocciolare e di dispone nel piatto.

I metodi di cottura dell'uovo Come preparare una frittata con le zucchine Come preparare le uova strapazzate Come cucinare le zampe di rana

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili