10 regole d'oro per friggere

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Fritto, che bontà! Alzi la mano chi riesce a non leccarsi i baffi davanti ad un piatto di croccanti patatine fritte, una invitante frittura di pesce, un gustoso bigné: niente da fare. Unico problema: la frittura non è esattamente la tipologia di cottura salutare per definizione poiché avviene per immersione degli alimenti in grassi animali od oli vegetali caldi quali olio, margarina, burro e strutto. Occorre pertanto limitare i danni: in questa guida elencheremo 10 regole d'oro per friggere in maniera perfetta.

212

Quale olio scegliere

Il primo suggerimento è quello di scegliere accuratamente l'olio da utilizzare e per farlo occorre conoscere il punto di fumo, ovvero la temperatura massima oltre la quale un grasso riscaldato brucia rilasciando una sostanza tossica detta acroleina. L'olio di oliva (punto di fumo intorno ai 200 C°) è in assoluto il migliore per la frittura. In alternativa è possibile utilizzare l'olio di arachidi (punto di fumo intorno ai 220 C°) o di girasole (punto di fumo intorno ai 200 C°).

312

La giusta cottura

I procedimenti di cottura della frittura sono principalmente due. È possibile immergere gli alimenti in abbondante olio o friggere in padella utilizzandone una quantità minore. I due procedimenti sono ben distinti: evitate pertanto di friggere in grosse padelle con poco olio poiché il risultato sarà una frittura unta e poco omogenea.

Continua la lettura
412

La temperatura ideale

È fondamentale friggere alla temperatura giusta. Il classico metodo della nonna consiste nell'immergere nell'olio uno stuzzicadenti o un alimento passato nella pastella e verificare che si formino intorno delle piccole bolle. Qualora desideriate affidarvi a strumenti meno rudimentali verificate con un apposito termometro da cucina che la temperatura si aggiri attorno ai 180°.

512

Le migliori padelle

La padella per friggere deve anzitutto essere capiente ed in grado di contenere molto olio. Questa tipologia di padella ha un diametro di circa 30 cm ed un bordo molto alto per contenere gli schizzi. Discorso a parte merita la padella friggitrice, strumento dedicato unicamente alla frittura, che permette con un comodo cestello di scolare l'olio in eccesso.

612

La quantità di alimenti

Grosse quantità di cibo immerse nell'olio per friggere comportano un abbassamento della temperatura ed un fritto unto e molle. Meglio allora procedere con delle quantità ridotte per poter ottenere una frittura esterna ed interna omogenea.

712

Come asciugare la frittura

Terminata la frittura degli alimenti è consigliabile eliminare gli oli in eccesso. Il procedimento migliore consiste nel togliere dall'olio caldo gli alimenti fritti con un'apposita schiumarola, evitare di coprirli per mantenerli croccanti ed asciugarli con apposita carta assorbente da cucina.

812

Friggere al burro

Per alcune tipologie di fritture, come le scaloppine ad esempio, può risultare indicato friggere con il burro. Per le fritture per immersione occorre invece utilizzare il burro chiarificato, che si ottiene con un procedimento specifico che consiste nel far evaporare l'acqua dal burro per innalzare il punto di fumo.

912

Le diverse tipologie

A seconda della delicatezza dell'alimento che desiderate friggere è opportuno scegliere il tipo di frittura, in pastella o direttamente in olio. In alternativa è possibile optare per una croccante e deliziosa panatura ottenibile passando l'alimento prima nell'uovo e successivamente nel pan grattato.

1012

La tecnica dell'imbiancatura

Detta anche prefrittura, la tecnica dell'imbiancatura consiste nel friggere gli alimenti, toglierli dall'olio caldo e lasciarli ad asciugare nella carta assorbente da cucina per alcuni minuti per poi immergerli nuovamente nell'olio bollente prima di servirli.

1112

Tempistica e metodo

Ciascun alimento ha un proprio tempo di frittura a seconda della consistenza, della freschezza, della preparazione e delle dimensioni. Anche e soprattutto per questo motivo è consigliabile tenere presenti i tempi di frittura quando si vuole realizzare un fritto misto: consistenze diverse necessitano di tempi diversi per non pregiudicare il risultato finale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Regole per ammorbidire i datteri secchi

I datteri secchi sono un alimento particolarmente nutriente e versatile. Ricchi di vitamine e sali minerali, vantano elevate proprietà antinfiammatorie. Contengono ferro, fibre ed amminoacidi. I datteri secchi si prestano alla preparazione di numerose...
Consigli di Cucina

5 regole per un buffet perfetto

Dopo una conferenza, una presentazione, durante un'inaugurazione o anche prima di una cena o un pranzo al ristorante, è sempre buona cosa allestire un buffet per stuzzicare l'appetito degli ospiti.Per fare una buona impressione e lasciare alle persone...
Consigli di Cucina

10 regole per un purè di patate perfetto

Tutti sappiamo fate un puré di patate: contorno facile, veloce ed economico, che piace a grandi e piccini. Ma quanti possono dire onestamente di farlo perfetto? Acquoso, non abbastanza soffice, pieno di grumi o semplicemente insipido: a ben vedere potremmo...
Consigli di Cucina

Regole per battere bene la carne

La carne è un alimento che si presta a svariate ricette gustose, raffinate e sfiziose. Per alcuni piatti è però necessario battere la carne per renderla sottile, uniforme e tenera.Battere la carne, è un'operazione abbastanza semplice, ma spesso non...
Consigli di Cucina

Come preparare i pancake al microonde

Non conosco altro modo di definirli se non elencando prima di tutto svariati aggetivi del tipo: deliziosi, gustosi, belli da guardare e famosissimi in tutto il mondo, i pancake, sono un ottimo (a mio avviso strabiliante) modo di far colazione in vero...
Consigli di Cucina

5 ricette facili e veloci per chi non sa cucinare

Se in cucina non siamo molto bravi, ed intendiamo preparare alcune ricette facili e veloci, conviene cominciare con quelle semplici, che poi con il passar del tempo, potrebbero rivelarsi utili per realizzarne altre più sofisticate. Nei passi successivi...
Consigli di Cucina

5 alternative al pangrattato

Il pangrattato è un alimento molto utile che ci aiuta non solo ad addensare le nostre salse e ad assorbire l' umidità presente su alcuni cibi, ma anche a preparare delle gustosissime cotolette fritte. Tuttavia, se in casa non abbiamo il pangrattato,...
Consigli di Cucina

Come realizzare una buona panatura

La panatura è un metodo veloce e pratico per realizzare secondi o contorni a base di carne, pesce e verdure in maniera croccante e friabile. Di seguito vi mostrerò come realizzare una buona panatura capace di rendere gustosissime anche le verdure, non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.