3 ricette a base di grano saraceno

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'uso di cereali in cucina è essenziale per un'alimentazione bilanciata e sana. I cereali sono un alimento che troppe persone tendono a sottovalutare. Sono ricchi di carboidrati, fibre, minerali e proteine vegetali dall'alto valore biologico. Sebbene non rientri davvero nella famiglia dei cereali, il grano saraceno si considera come tale. Questo si deve soprattutto all'uso che se ne fa in cucina. Si utilizza come altri cereali, in forma di farina o naturale, per tantissime ricette. È inoltre particolarmente adatto ai celiaci, poiché privo di glutine. In questa guida illustreremo 3 ricette a base di grano saraceno, semplici e veloci.

25

Occorrente

  • Grano saraceno (in forma di farina o di semi integri)
35

Iniziamo dai blinis. Di che si tratta? I blinis sono frittelle di origine russa. Si preparano con una miscela di farina 00 e farina di grano saraceno. Per ottenere l'impasto si sbattono le uova in una ciotola, a cui si aggiungono latte e burro fuso poco per volta. Dunque si unisce il lievito e le farine un cucchiaio per volta, finché non si ottiene un composto liscio. Dopo 20 minuti di riposo la pastella si cuoce in una padella imburrata, creando tante frittelle. I blinis classici si servono con panna acida, ma possiamo accompagnarli anche con del buon salmone. Una ricetta facilissima per un antipasto molto particolare e leggero. Per le dosi precise consigliamo questa ricetta base.

45

Con il grano saraceno si può preparare anche un classico della nostra cucina, la polenta. Come da metodo classico, si versa la farina di grano saraceno in acqua bollente. Mescolando noteremo l'addensarsi del composto, finché non si staccherà dai lati della pentola. Prima di servire possiamo mantecare con burro e formaggio in tocchetti. Per questa polenta si utilizza una miscela di 600 gr di farina gialla di mais e 200 gr di farina di grano saraceno. Con 50 gr di burro e 200 gr di formaggio tipo Bitto si completa questa ricetta genuina e semplice.

Continua la lettura
55

Ma il grano saraceno si può anche cuocere a mo di risotto. Si comincia rosolando una cipolla tritata in padella con poco olio. Si aggiungono 300 gr di grano saraceno in semi, insieme a 800 gr di piselli lessi. Cuociamo il grano saraceno come fosse un risotto, unendo un mestolo di brodo vegetale per volta. Manteniamo il grano ben cremoso, senza lasciarlo asciugare troppo. Quando il grano saraceno risulterà pronto, mantechiamo con il formaggio grattugiato a piacere. Serviamo il piatto ancora ben caldo. Possiamo unire anche una noce di burro per insaporire il tutto. Con il grano saraceno è possibile preparare anche moltissimi dolci, tutti deliziosi e sani.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come cucinare il muscolo di grano

Al giorno d'oggi sono sempre più numerose le persone che compiono la scelta di diventare vegetariane cessando di cibarsi di ogni alimento di origine animale. Questa scelta è molto etica, oltre che sana e rispettosa dell'ambiente. Nei negozi di alimenti...
Consigli di Cucina

Insalate di cereali: 5 ricette

Le insalate sono il piatto tipico per chi vuole mantenersi in forma, seguire una dieta e allo stesso tempo gustare qualcosa di fresco e saporito. Un buon piatto di insalata, se ben accompagnato dai giusti ingredienti, può sostituire un piatto completo,...
Consigli di Cucina

5 ricette per un menu vegan a base di funghi

I funghi sono ingredienti preziosi e spontanei che ci vengono regalati dalla natura. Ne esistono tantissime specie e possono essere preparati in svariati modi. Vengono spesso consumati non solo dalla cucina tradizionale, ma anche da quella vegana, dove...
Consigli di Cucina

Ricette senza lievito: 5 ricette dolci

I dolci, una tentazione continua per i golosi. Molti di essi contengono, tuttavia, il lievito e non sono proprio adatti a tutti. Di seguito conoscerete ben 5 ricette dolci senza lievito, selezionate con cura tra una vasta scelta e sviluppate per chi è...
Consigli di Cucina

Quinoa: 5 ricette dolci

In ambito veg e bio esistono tantissimi alimenti dalle proprietà eccellenti. Molti di questi possono rientrare in qualsiasi tipo di dieta come alternativa ad altri cibi. La quinoa, per esempio, conquista sempre più appassionati. È una pianta "imparentata"...
Consigli di Cucina

Piatti estivi con i cetrioli

I cetrioli sono un ortaggio tipicamente estivo, molto usato per preparare piatti freschi e gustosi. Si tratta di un alimento ricco di acqua e con poche calorie, adatto anche a chi segue una dieta. Possiamo mangiare i cetrioli in tanti modi diversi, senza...
Consigli di Cucina

5 ricette dolci per bambini diabetici

Si sa, i bambini da sempre impazziscono per i dolci: gelati, torte, caramelle sono le più ambite ricompense dei nostri piccoli. Tuttavia, ci sono casi in cui esagerare con queste prelibatezze potrebbe interferire con la salute dei nostri figli, specie...
Consigli di Cucina

Ricette crudiste con l'avocado

L' avocado è un frutto originario del Sud America, ed è qui che sono presenti le maggiori coltivazioni, in paesi come il Brasile, il Perù e il Messico. Giunto da pochi decenni sulle nostre tavole, ha conquistato i gusti europei sia per la sua polpa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.