5 consigli per fare un'ottima pizza

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pizza, nella sua semplicità, racchiude tutta la passione partenopea. Fragrante e profumata, è l'alimento più amato e conosciuto nel mondo, vero e proprio simbolo del made in Italy. Pochi ingredienti, e qualche prezioso segreto, danno vita ad una delle ricette più buone e intramontabili della gastronomia italiana. Per rendere la pizza davvero perfetta, i grandi pizzaioli hanno i loro piccoli segreti che difficilmente cedono! Andiamo allora a scoprire insieme i 5 consigli per fare un'ottima pizza.

26

Utilizziamo l'acqua giusta

Alla base di una ricetta ci sono sempre loro, i preziosi ingredienti. Per rendere davvero speciale la nostra pizza, dobbiamo attenerci scrupolosamente alle proporzioni degli ingredienti e preferirli di prima qualità. Tra tutti però, l'acqua è il segreto determinante per fare un'ottima pizza. Assicuriamoci che abbia una durezza moderata. In questo modo conferirà all'impasto la compattezza giusta. A determinare la durezza di un'acqua è la quantità presente di calcio e magnesio. Per non sbagliare, utilizziamo l'acqua minerale imbottigliata.

36

Lavoriamo correttamente il lievito

Per sfornare un'ottima pizza, preferiamo il lievito di birra fresco. Il segreto poi, è quello di non mescolare il sale con il lievito. Questo perché il sale andrebbe ad inibire la lievitazione. Tuttavia, la sapidità è importante e conferisce "spessore" al gusto dell'impasto. Andiamo allora a sciogliere del sale iodato in un poco di acqua. Quindi aggiungiamolo gradatamente durante la lavorazione degli ingredienti.

Continua la lettura
46

Impastiamo energicamente

Le mani sono un aspetto fondamentale nella perfetta riuscita della nostra pizza! È nella loro gestualità sicura e precisa che si forma l'impasto perfetto. Lavoriamo il nostro impasto energicamente, per renderlo privo di grumi e compatto. Inoltre la pizza non deve essere stesa con il mattarello, ma con le mani! Muoviamoci con gesti decisi, allargando l'impasto dal centro verso l'esterno.

56

Lasciamo lievitare senza fretta

La pizza, per essere ottima, ha bisogno dei suoi tempi! Quando l'impasto è pronto, andiamo a dividerlo in panetti. Lasciamoli quindi lievitare a lungo e cercando di evitare improvvisi sbalzi di temperatura. In questo modo la pasta crescerà perfettamente e una volta cotta risulterà croccante e digeribile.

66

Inforniamo alla giusta temperatura

I forni a legna, oltre a conferire alla pizza l'inconfondibile profumo, possono raggiungere temperature molto elevate. Riuscire ad ottenere la stessa temperatura con il nostro forno di casa è piuttosto impensabile. Possiamo però utilizzare un piccolo segreto, semplice e molto efficace! Dotiamoci di una pietra refrattaria e inseriamola nel forno già caldo. Lasciamola quindi riscaldare per circa mezz'ora ad una temperatura di 280°C. Una volta raggiunta la giusta temperatura, inforniamo la pizza e lasciamola cuocere per cinque minuti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come fare la pizza con la zucca

La pizza è un alimento che non sembra soffrire alcun tipo di crisi! Gustosa e ricca di sapore, la pizza è una delle preparazioni più amate. Nella sua semplicità sembra infatti racchiuso il segreto per conquistare anche i palati più esigenti! La pizza...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza speck e patate

La pizza in Italia è una vera e propria istituzione da moltissimi anni. Come ben sappiamo, essa nasce a Napoli, in onore della regina Margherita. Da questo personaggio storico deriva il nome della celebre pizza a base di pomodoro, basilico e mozzarella....
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza ai funghi porcini e lardo di colonnata

La pizza è senza dubbio l'alimento che più di tutti rappresenta l'Italia all'estero. Nata nella versione con pomodoro, mozzarella e basilico, negli anni ha subito decine e decine di variazioni grazie al l'aggiunta di diversi ingredienti. Oggi ve la...
Pizze e Focacce

Come preparare una pizza 4 stagioni

Tutti sappiamo che la pizza è nata a Napoli intorno al 1700. È stato nel tardo dopoguerra che ha iniziato a diffondersi in tutta Italia. Con gli emigranti è arrivata anche negli Stati Uniti e in altri paesi dove, grazie a italiani che hanno aperto...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza alla diavola

La pizza è, per eccellenza, la specialità italiana più famosa e imitata al mondo. Tra le molte varianti troviamo la pizza alla diavola, dal gusto veramente forte perché a base di peperoncino. Per rendere questa deliziosa pizza ancora più invitante,...
Pizze e Focacce

Pizza fritta di scarola

Ecco una nuova ed interessante ricetta, attraverso il cui aiuto poter preparare nella nostra cucina un sapore veramente unico. Abbiamo pensato di proporre ai nostri lettori, il modo per imparare a realizzare una buonissima pizza fritta di scarola.E’...
Dolci

Come preparare una pizza cake

Conosciamo la pizza nelle sue infinite varianti di gusto, emblema della cucina italiana in tutto il mondo: margherita, napoletana, quattro gusti, capricciosa... Ma anche per palati sfiziosi: alla diavola, al tonno, alla parmigiana, con rucola e grana......
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza ai fiori di zucca

La pizza, è risaputo in tutto il mondo, è uno degli alimenti più buoni e famosi della cucina italiana. Questa è una pietanza tipica della cucina napoletana, ma che poi si è diffusa in ogni parte del mondo dove ogni pizzaiolo cerca di variare alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.