5 consigli per macerare la frutta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si pensa alla macerazione della frutta torna sicuramente subito alla mente la sangria, la celebre bevanda spagnola a base di frutta e vino rosso. La sangria però non è l'unica ricetta che prevede la macerazione della frutta: esistono anche moltissime salse, marmellate e sciroppi che possono essere realizzati con questa tecnica. Inoltre, la macerazione esalta i sapori e li rende più dolci: consente quindi anche di mangiare la frutta direttamente, senza aggiunta di altro, naturalmente più dolce. Se volete cimentarvi con questa antichissima tecnica, ecco 5 utilissimi consigli per macerare la frutta in modo corretto.

26

Pulire bene la frutta

Il primo consiglio per macerare la frutta, qualsiasi sia l'uso che volete farne in seguito, è quello di scegliere sempre frutta di qualità, meglio se di stagione e proveniente da agricoltura biologica. Inoltre, la frutta va lavata con cura prima di iniziare tutto il procedimento, meglio se con acqua e bicarbonato, per eliminare i germi e i batteri.

36

Tagliare la frutta in pezzi non troppo grandi

Per una perfetta macerazione i pezzi della frutta non devono essere troppo grandi: in questo modo si consentirà allo zucchero di aderire al meglio alla superficie della frutta, di qualsiasi tipo, per esaltarne al meglio dolcezza e sapori. Solo frutti come uva, fragole e ciliegie possono essere lasciati interi: il resto va tagliato in piccoli pezzetti.

Continua la lettura
46

Rispettare le proporzioni tra frutta e zucchero

Prima di iniziare il processo di macerazione, documentatevi bene sulla ricetta che volete realizzare: occorre seguire alla lettera tutto il procedimento, rispettando con precisione le proporzioni tra frutta e zucchero. Meglio non andare ad occhio: è sbagliato pensare che l'aggiunta di più zucchero potrebbe portare solo una maggiora dolcezza. C'è il rischio di esagerare e creare sciroppi e bevande troppo dolci.

56

Lasciare riposare la mistura senza fretta

In ogni procedimento di macerazione della frutta c'è una sola regola da seguire: non avere fretta. Per creare dolci misture e bevande, la frutta deve avere il tempo di assorbire lo zucchero e le altre sostanze che inserirete per la realizzazione delle vostre ricette. A volte è necessaria anche un'intera notte: rispettate sempre i tempi.

66

Conservare sempre in frigorifero

L'ultimo consiglio per macerare la frutta è quella di rispettare alla lettera anche i tempi di conservazione: la maggior parte di bevande e sciroppi vanno conservati in frigorifero, non più di due o tre giorni, per evitare il rischio di ossidazione. Se avete aggiunto dell'acqua, essa potrebbe ossidarsi ed inoltre la frutta macerata ha tempi di conservazione più brevi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 consigli per conservare frutta e verdura

Conservare gli alimenti in modo corretto è importante, non solo per la salute, ma anche per esser sicuri che le proprietà organolettiche dei cibi non vengano compromesse. Frutta e verdura, da questo punto di vista, non sempre sono facili da gestire,...
Consigli di Cucina

Consigli per un cous cous alla frutta

Il cous cous è un alimento tipico dell’Africa settentrionale e del Vicino-Oriente, ma si consuma anche in Sicilia e in Francia. È costituito da granelli di frumento cotti al vapore, essiccati e macinati. Dal punto di vista nutrizionale è ricco di...
Consigli di Cucina

Come non fare annerire la frutta tagliata

Frutta e verdura sono componenti indispensabili per una buona dieta. Il loro apporto di sali minerali e vitamine è elevato, e si tratta senza dubbio di elementi molto importanti per l'organismo, poiché contribuiscono al suo mantenimento e alla sua protezione....
Consigli di Cucina

10 modi per utilizzare la frutta secca in cucina

La frutta secca è un ingrediente molto usato in cucina per la preparazione di ricette molto appetitose. Spesso si mangia a colazione, insieme a cereali e frutta fresca oppure essiccata. La frutta secca deve far parte della nostra dieta perché è ricca...
Consigli di Cucina

Come sciroppare la frutta

La frutta sciroppata è un classico della tradizione domestica. Prepararla non è difficile ma bisogna lavorarla con cura e attenzione. Innanzitutto occorre che la frutta sia fresca e integra. I vasi devono risultare puliti, asciutti, non troppo grandi...
Consigli di Cucina

Gazpacho di frutta estiva

Il gazpacho è un tipico piatto spagnolo, la caratteristica, di questo piatto, è quella di servire frutta o verdura frullata rigorosamente crudi, proprio come se fosse una zuppa ma cruda.Il classico gazpacho è quello di pomodoro, pasto fresco, molto...
Consigli di Cucina

Frutta secca: 10 ricete per utilizzarla

Un ingrediente che si può utilizzare per poter realizzare qualsiasi tipo di ricetta è la frutta secca. Quest'ultimo è un alimento ricco di caratteristiche benefiche per l'organismo. Si tratta di frutta essiccata, attraverso un processo che la priva...
Consigli di Cucina

Trucchi per pulire frutta e verdura

Tutta la frutta e la verdura, prima di essere consumata, deve essere lavata accuratamente, per eliminare ogni residuo di pesticidi nocivi alla salute, eventuali insetti, e lo sporco in genere. La frutta e la verdura infatti, durante tutto il processo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.