5 consigli per organizzare un aperitivo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'aperitivo, una creazione tutta italiana esportata con successo in tutto il mondo, pare sia nato a Torino nel 1786 quando fu inventato il vermut. Il termine ?Aperitivo? deriva dal latino ?aperire?, significa ?aprire? ed identifica un rituale che precede la cena, caratterizzato da qualcosa di appetitoso, che letteralmente apra lo stomaco ed induca socializzare. Il concetto di fondo che caratterizza l'aperitivo consiste nel non proporre nulla che possa rovinare l'appetito bensí stuzzicare, a differenza dell'?apericena? e dell'?happy hour?, evoluzioni molto piú recenti. L'aperitivo perfetto deve rappresentare la transizione dallo stress di un'intensa giornata di impegni alla cena, deve indurre a rilassarci, ad entrare nel giusta atmosfera per godere del pasto. State seriamente pensando di organizzare un aperitivo coi fiocchi e volete farlo con tutti i crismi? Eccovi 5 consigli per prepararne uno impeccabile.

27

Alimenti

Il cibo offerto nel corso di un aperitivo deve innanzitutto essere facile da mangiare, comodamente fruibile anche in piedi e vario. Il suo scopo è quello di accompagnare il drink, fornire al nostro stomaco un alimento che accompagni l'alcool, stuzzicare senza riempire troppo. Gli alimenti debbono essere belli alla vista, esposti in maniera armoniosa, pratici da prendere e gustare e non eccessivamente saporiti, per non indurre ad eccedere con il bere o rovinare l'appetito. Vediamo dunque quali sono le pietanze di base, quelle che non possono mancare: un piatto di media complessitá, quale un'insalata di farro, orzo o pasta, delle verdure alla griglia, una torta salata; per una serata a tema: cous cous, paella, mini crêpes., stuzzichini caldi tipo pizzette, focaccine, vol-au-vent, canapé e freddi: cubetti di formaggio e salumi, crudité, crostini con paté, bruschette;  ciotole colme di snack quali patatine, olive, cipolline, arachidi. Non dimenticate di preparare qualcosa anche per celiaci, vegetariani e vegani. Potete optare esclusivamente per il finger food (mini porzioni al cucchiaio, assai modaiolo), ma anche offrire cibi che richiedano l'impiego di posate, proponendolo in bicchierini o cocotte. Un'idea originale consiste nell'organizzare un aperitivo regionale a tema: per la Toscana a base di crostini di fegatini, di stracchino e salsiccia, polpettine di carne o trippa o necci; per il Veneto sarde in saor, meso ovo o cicchetti; per la Campania mozzarella in carrozza e la Sicilia arancini di riso, tanto per fare qualche esempio.

37

Bevande alcoliche

Una distinzione fondamentale è d'obbligo: se all'ora di pranzo, l'aperitivo deve essere molto leggero, sia a livello di contenuto alcolico che di alimenti, in quanto si prevede poi un pomeriggio di ulteriori impegni lavorativi. L'aperitivo serale invece è più rilassato, la gradazione alcolica superiore, ma senza mai eccedere nelle quantitá, per non viziare le papille gustative. Le bevande che stimolano l'appetito e ci fanno brontolare lo stomaco sono a contenuto alcolico relativamente basso e dal retrogusto secco o amaro piuttosto che dolce. Fra i classici troviamo Prosecco, Vermouth, Campari, Aperol, serviti lisci, con ghiaccio o mix. I cocktail sono un must abbastanza recente; il bar perfetto dovrebbe includere: 1 del buon Prosecco (ovviamente italiano) solo o con succhi di frutta (Bellini, Rossini, Mimosa); 2 cocktail quali il tradizionale Spritz ed internazionali tipo Mojito, Margarita, Long Island, Negroni, 3 del buon vino italiano, rosso o bianco, specie in inverno e/o birre, preferibilmente artigianali; Non dovete necessariamente ricorrere ad un barman professionista: potete apprendere l'arte di preparare 4 o 5 cocktail di base leggendo un libro o in internet, sul sito dell'IBA, perlomeno per imparare a miscelarli e servirli in maniera adeguata (ingredienti, bicchieri, decorazioni, utensili di base). Se invece si tratta di un'occasione informale, in famiglia o fra amici stretti, potete anche optare per la presentazione in caraffe: scegliete 2 o 3 bevande e servitele in caraffa, ricordandovi di porre un cartellino davanti a ciascuna, indicando il contenuto ed il grado alcolico.

Continua la lettura
47

Bevande analcoliche

L'aperitivo non è un rituale esclusivamente dedicato a coloro che apprezzano cocktail, vini ed alcolici in generale: si tratta infatti di un momento di svago e relax pre-pasto di cui anche astemi e bambini possono godere. Per organizzare un evento perfetto non dovete dimenticarvi di preparare anche bevande a base di succhi di frutta naturale e bibite analcoliche per i minorenni o astemi. Oltre ai classici quali Sanbitter (bianco o rosso) e Crodino, facilmente reperibili in qualsiasi supermercato, offrite ai vostri ospiti anche sfiziosi cocktail analcolici. Volete qualche esempio? Mojito analcolico, Spritz al melograno, Margarita alla fragola o al mango.

57

Musica

Il giusto sottofondo musicale rappresenta una componente fondamentale per la riuscita di un aperitivo. Il genere dipende dall'ambiente, dalla tipologia di invitati, dal genere di serata che si intende creare: solitamente melodie rilassanti, upbeat tipo soul, pop o indie sono le piú indicate perché inducono gli invitati ad assumere il giusto mood appena entrano dalla porta. Durante l'aperitivo la musica serve a creare l'atmosfera perfetta, quella che induce ad assaporare, socializzare, rilassarsi e divertirsi, sempre in attesa della cena. Se non siete degli esperti in materia, tenete presente che sul web potete reperire playlist adatte ad ogni tipo di serata.

67

Ambiente

Infine particolare attenzione deve essere dedicata all'ambiente, includendo in questo concetto sia la location che l'arredamento e le attrezzature, dai piatti alle tovaglie. Scegliete un luogo gradevole e non troppo sofisticato, dove gli invitati possano sorseggiare il loro aperitivo in tutta tranquillitá, sgranocchiando uno snack. Clima permettendo, un giardino o una veranda provvisti di divanetti, sedie con cuscini comodi, tavolini rappresenta la scelta vincente. Al chiuso non esagerate con le decorazioni e lasciate spazio perché i commensali possano muoversi liberamente fra il desco imbandito con gli stuzzichini ed i tavolini. Da evitare un'illuminazione troppo intensa ed accecante; sono concesse candele e luci soffuse, ma senza cadere nell'eccessivo romanticismo. Il vostro intento è di creare un'atmosfera rilassata e festosa, allegra. Disponete tovagliolini, posate e tutto quanto necessario alla funzionalitá e praticitá della degustazione su un tavolo, preferibilmente abbinando il colore o la tonalitá di piatti, vassoi ed ammennicoli vari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 consigli per organizzare un'apericena a casa

L' apericena non è più considerata un'usanza per gente "in", ma già da qualche anno è diventata una piacevole abitudine per molti. È la pausa perfetta dopo lunghe ore di lavoro o di studio, pensata per rilassarsi di fronte ad un bicchiere a degli...
Consigli di Cucina

Consigli per organizzare una cena con tante persone

Capita a tutti prima o poi di ritrovarsi a festeggiare qualche evento a casa propria che possa riguardare la famiglia, la carriera oppure una qualunque decorrenza che cade durante l'anno. Molte volte si pensa ad una cena perché richiede meno impegno...
Consigli di Cucina

5 bruschette vegetariane per l'aperitivo

Fare l'aperitivo è un'abitudine che ha acquistato piede col passare del tempo, in particolare tra i giovani. Esistono moltissime varianti, sia che sia fatto in casa sia che in un locale e si divide in due categorie principali: aperitivo a buffet e aperitivo...
Consigli di Cucina

5 idee per un aperitivo vegano

L'aperitivo è un momento molto amato dagli italiani. È un'occasione per incontrare gli amici e rilassarsi dopo una giornata di lavoro, condividere idee e chiacchierare, incontrandosi al bar oppure organizzando anche a casa. Negli ultimi tempi, sta aumentando...
Consigli di Cucina

Come organizzare una cena dai sapori antichi

Per organizzare un evento o una cena speciale non serve sempre avere un grande budget a disposizione. Quando infatti si ha la giusta idea si può organizzare qualsiasi cosa. In questa guida voglio proporvi di organizzare una cena dai sapori antichi. In...
Consigli di Cucina

Come organizzare un buffet senza glutine

Il buffet, a dispetto delle origini tutt’altro che contemporanee, è una delle opzioni sempre più popolari nel campo della ristorazione. Esso costituisce infatti una comoda forma di distribuzione per rinfreschi o pasti regolari, largamente adoperato...
Consigli di Cucina

5 idee per organizzare una cena giapponese

La cena per i giapponesi è il pasto più importante della giornata, rappresenta un momento solenne in cui si rispettano le tradizioni e in cui la famiglia consuma il cibo insieme. Se desiderate dunque organizzare una cena che riesca a stupire i vostri...
Consigli di Cucina

5 idee per organizzare una cena messicana

Se in occasione di una cena tra amici intendiamo organizzarne una con un tema ben preciso, che richiami magari un paese che abbiamo visitato di recente, è possibile non solo addobbare la casa con i souvenir che abbiamo, ma preparare anche dei gustosi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.