5 dolci per Pasqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Finalmente arriva la primavera e con essa la festività della Pasqua, che con il suo significato di "passaggio", ci porta in una nuova dimensione piena di rinnovamento, di gioia e di festa. È una splendida occasione per cimentarci ai fornelli nella preparazione di dolci tipici pasquali, con i quali stupire i nostri ospiti. Ogni regione della nostra bella penisola ha delle caratteristiche preparazioni dolciarie per l'occasione, diventate ormai di rito anche a livello nazionale ed in questa guida vi mostreremo come, con un po' di tempo e di pazienza, ma tanta passione, si possono realizzare in casa questi buonissimi dolci, che ci regaleranno momenti di festa e di particolare bontà. Ve ne presentiamo 5, tra quelli più apprezzati ed usati: la classica colomba, la pastiera napoletana, il pane pasquale dolce, le colombine di sfoglia e la crostata pasquale. Seguite passo per passo le indicazioni di questo tutorial per riscuotere successo ed applausi ed essere dichiarate "le reginette cuoche di Pasqua"!

210

Occorrente

  • Per le colombine: 500 ml di latte, 50 g di farina, 150 g di zucchero, 2 uova, la scorza di un limone, 2 rotoli di pasta sfoglia.
  • Per il pane pasquale: 400 g di farina, 50 ml di acqua, 100 g di burro, 125 ml di latte, lievito per dolci, 7 uova, sale, 100 g di uvetta.
  • Per la crostata pasquale: 300 g di zucchero, 3 uova, 150 g di burro, limone grattugiato, farina q.b., sale, 600 g di ricotta, scorze di arancia, vaniglia, 100 g di gocce di cioccolato.
  • Per la pastiera: usate gli stessi ingredienti della precedente ricetta per la pasta frolla. Per l'impasto: 350 g di ricotta, 4 uova, 300 g di zucchero, 100 g di canditi, 30 g di burro.
  • Per la colomba: 200 g di burro, limone grattugiato, 150 g di canditi, lievito, 180 ml di latte, vaniglia, 1 cucchiaio di malto, 6 tuorli, 550 g di farina, 150 g di zucchero.
310

La prima ricetta è quella della colomba. Si tratta, in verità, di un procedimento abbastanza lungo e difficoltoso, ma vedrete che con un po’ di pazienza riuscirete nel vostro intento. Fate sciogliere il lievito in 50 ml di latte tiepido. Non appena noterete che si è liquefatto del tutto, aggiungete un cucchiaio di malto e 100 g di farina manitoba. Mescolate bene fino ad ottenere un impasto omogeneo che lascerete lievitare per 30 minuti in un luogo caldo. Nel frattempo approfittatene per scaldare 80 ml di latte. Potete, a questo punto, riprendete l'impasto ed aggiungervi il latte e 100 g di farina, sempre impastando fino ad incorporare questi due ingredienti e poi fate nuovamente riposare per 30 minuti. Scaldate altri 50 ml di latte, sciogliendoci dentro anche 80 g di burro. Riprendete di nuovo l’impasto e versate il liquido con moderazione, fino a completo assorbimento.

410

Infine aggiungete 150 g di farina e 80 g di zucchero. Amalgamate bene e lasciate riposare l’impasto ottenuto per due ore. Una volta trascorso il tempo necessario, riprendete l’impasto, aggiungete tutti gli ingredienti rimasti e lasciate riposare in frigo per circa dodici ore. Quindi procuratevi l’apposita carta per colombe e adagiatevi l’impasto, dopo averlo lavorato per qualche minuto. Lasciate lievitare ancora per tre ore circa, fino a che l’impasto non raddoppierà il volume iniziale. Iniziate ora la preparazione della glassa, sbattendo gli albumi ed aggiungendo lo zucchero a velo e la farina di mandorle. Mescolate fino a quando non otterrete un impasto abbastanza denso. È giunto il momento, quindi, di ricoprire la colomba con la glassa, gli zuccherini e le mandorle per poter essere infornata a 180° per un'ora.

Continua la lettura
510

Ecco adesso la seconda ricetta, che si riferisce sempre alle colombe, ma stavolta si tratta delle colombine di Pasqua. Iniziate con la preparazione della crema pasticcera. Scaldate il latte con la buccia di un limone e nel frattempo, dentro ad una terrina, sbattete il tuorlo con la farina e lo zucchero. A questo punto versate il latte nel composto, mescolando bene in modo che non si formino dei grumi e rimettete sul fuoco, sempre mescolando fino a quando la crema non si addenserà. Lasciatela dunque raffreddare in una terrina e prendete i rotoli di pasta sfoglia, tramite i quali, usando una formina, realizzerete delle colombine. Deponetele sulla carta da forno e spennellate un uovo sbattuto sulla loro superficie, spolverizzandole con lo zucchero. Infornatele per quindici minuti a 180°. Una volta sfornate, tagliatele a metà e riempitele con la crema pasticcera. Richiudetele e cospargetele di altro zucchero a velo.

610

Per preparare il pane pasquale dolce, prendete una terrina e mescolate bene la farina e il lievito. Aggiungete il latte e l’acqua ed amalgamate bene, in modo da creare un impasto morbido, ma ben omogeneo. Quindi incorporate le uova, il sale e il burro, fatto ammorbidire precedentemente. Continuate ad amalgamare fino ad ottenere una palla, che farete riposare in un luogo asciutto per circa 2 ore. Nel frattempo mettete a mollo l’uvetta e rassodate 5 uova. Riprendete l’impasto, incorporate l’uvetta e create due baguette, che intreccerete fino a formare una corona. Quindi posizionate le uova sull’impasto, in modo che non cadano. Spennellate il pane con un uovo sbattuto e cuocete in forno a 180° per 30 minuti.

710

Per la realizzazione della crostata pasquale, iniziate realizzando la pasta frolla. Fate una fontana con la farina inserendo 2 uova e 1 tuorlo, il burro freddo a pezzetti, il limone grattugiato, lo zucchero e il lievito. Mescolate velocemente e bene fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciatelo riposare in frigo per 30 minuti. Nel frattempo preparate la farcitura: versate la ricotta in una terrina e mescolatela con le bacche di vaniglia, la scorza di un'arancia o di un limone e le gocce di cioccolato. A questo punto riprendete l'impasto e con esso rivestite una teglia da torte, versandovi la farcitura all’interno. Con la pasta avanzata create delle strisce che posizionerete sulla superficie della crostata. Infornate a 180° per 40 minuti.

810

Anche per la creazione della pastiera napoletana dovrete preparare la pasta frolla, usando lo stesso procedimento sopra indicato. Preparate quindi la farcitura: versate il latte in un pentolino, aggiungete il burro, il grano e la buccia di un limone, mescolate bene e portate ad ebollizione. Quando sarà diventata cremosa fatela raffreddare. Nel frattempo unite alla ricotta tutti gli altri ingredienti, lasciando per ultimi i canditi. Mescolate fino ad ottenere un composto cremoso. A questo punto unite il grano e i canditi, mescolando bene. Quindi procedete foderando una teglia ed inserendovi la farcitura all’interno. Ultimate creando le losanghe e posizionandole in superficie, a mò di griglia. Infornate a 180° per 1 ora.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Anche il giorno di Pasquetta, con le sue consuete e tradizionali gite fuori porta, sarà allietato dalla presenza di questi magnifici dolci!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Pasqua: dolci tipici lucani

Girovagando per le regioni italiane è d'obbligo assaggiare i piatti tipici. Il nostro paese abbonda di ingredienti eccellenti. Ci sono numerosi prodotti inimitabili. Tutto questo permette la realizzazione di piatti gustosi e nutrienti. Questa regola...
Dolci

3 dolci con le uova di Pasqua avanzate

Passata la Pasqua, soprattutto se si hanno dei bambini in casa, ci si trova spesso a dover gestire quantità ingenti di cioccolato rimasto dalle tante uova di Pasqua ricevute. Le uova di Pasqua sono deliziose ed amatissime ma dopo un po' stuccano il nostro...
Dolci

Pasqua: dolci tipici pugliesi

La tradizione culinaria pugliese, per quanto riguarda il pranzo di Pasqua, è più o meno in linea con quella delle restanti regioni italiane. Infatti, tutte le tradizioni sono legate a quella della religione cristiana, per questo motivo l'agnello e le...
Dolci

5 dolci per Pasqua

Finalmente arriva la primavera e con essa la festività della Pasqua, che con il suo significato di "passaggio", ci porta in una nuova dimensione piena di rinnovamento, di gioia e di festa. È una splendida occasione per cimentarci ai fornelli nella preparazione...
Dolci

Pasqua: dolci tipici calabresi

Tutte le regioni italiane si differenziano per una grande varietà di piatti tipici tradizionali. Dal Natale alla Pasqua c'è soltanto da preparare la pancia ad assaporare la stragrande varietà di dolci e dolcetti, uno più buono dell'altro. La Calabria,...
Dolci

Pasqua: dolci tipici napoletani

Nell'occasione delle festività pasquali, la cucina napoletana è particolarmente ricca e festaiola, e tramite questa guida potremo assistere ad una carrellata di dolci tipici napoletani preparati per il periodo della Pasqua. Potremo provare a scegliere...
Dolci

Come decorare i cupcake per Pasqua

Ecco una guida culinaria, grazie alla quale poter essere capaci d'imparare come e cosa fare, per decorare, nella maniera più semplice e veloce possibile, ma anche originale, i famosi cupcake per l'arrivo di Pasqua. Si sa che in casa, è sempre un piacere...
Dolci

Come fare un uovo di Pasqua

Se si è stanchi dei soliti dolci che si trovano in commercio, in occasione della Pasqua è possibile realizzare qualcosa di veramente originale. Ad esempio, un'idea potrebbe essere quella di creare un uovo di Pasqua in modo artigianale, direttamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.