5 modi per aromatizzare il the freddo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il the freddo è una delle bevande più gradite in estate da adulti e bambini. L’ideale è prepararlo in casa, senza ricorrere a prodotti industriali. In questa lista esamineremo 5 modi per aromatizzare il the freddo con ingredienti naturali, sia esso the nero, verde o rosso.
Il the nero, bevanda nazionale anglosassone, ha sapore deciso, proprietà stimolanti ed eccitanti.
Il the verde è un potente diuretico e antiossidante, aiuta a bruciare i grassi e contiene meno caffeina rispetto al the nero. E’ utilizzato da secoli in Giappone per le sue proprietà salutari.
Il the rosso o Rooibos è di origine africana, dal sapore delicato, ricco di vitamina C e antiossidanti.

26

The al limone e zenzero

Preparate il the verde secondo le istruzioni riportate sulla confezione. Quando lo filtrate o togliete la bustina dall'infusione, aggiungete per ogni bicchiere di the il succo di mezzo limone e un pizzico di zenzero in polvere e dolcificate a piacere, meglio con miele di acacia o fruttosio. Mescolate bene e lasciate raffreddare. Potete servire i bicchieri di the aggiungendo un paio di cubetti di ghiaccio e una fettina di limone. Ideale nei pomeriggi estivi.

36

The alla menta e cumino

Preparate il the verde. Mentre è in infusione aggiungere per ogni bicchiere di the due foglioline di menta fresca e qualche seme di cumino. Filtrate e lasciate raffreddare. Servite freddo di frigo, soprattutto come aperitivo analcolico o durante cene etniche a base di cucina indiana o mediorientale.

Continua la lettura
46

The al cocco e lime

Preparate un the rosso seguendo le istruzioni sulla confezione. Quando sarà pronto, aggiungere per ogni persona un cucchiaio di scaglie di cocco e lasciate raffreddare.
Filtrate il the, aggiungete il succo di mezzo lime in ogni bicchiere e, se lo gradite, un cubetto di ghiaccio.

56

The alla pesca e spezie

Preparate un the nero seguendo le istruzioni sulla confezione. Aggiungete all'acqua, mentre bolle, 2 chiodi di garofano e un pizzico di cannella per ogni persona. Mentre il the è in infusione, immergete in ogni bicchiere una piccola pesca sbucciata e lasciatela immersa per almeno cinque minuti. Togliete la pesca e filtrate il the, da servire quando sarà completamente freddo senza l'aggiunta di dolcificanti perché basterà l'aroma della pesca. Le pesche, che avranno assunto un sapore sciroppato, potranno essere servite come merenda o dessert, con una leggera crema alla vaniglia ed amaretti sbriciolati.

66

The ai frutti di bosco

Preparate un the nero o rosso seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Lasciate in infusione insieme al the frutti di bosco essiccati: mirtilli, more, ribes, lamponi, fragoline o anche bacche di goji, mirtilli rossi o uvetta. Filtrate, lasciate raffreddare e servite freddo di frigo, dolcificato con miele di acacia o sciroppo d'agave.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come fare il riso freddo al pesce

Che sia estate o inverno il piatto a base di pesce è una prelibatezza che amano tutti. Ricco dei sapori del mare è una cosa molto apprezzata dagli italiani e sono tante le ricette che vengono proposte. Da nord a sud le tradizioni della preparazione...
Pesce

5 modi diversi per cucinare lo sgombro

In questa lista vi elencherò 5 modi diversi per cucinare lo sgombro. Proprio così, perché si sa, la cucina italiana è quella che più varia al mondo. Comprende tantissime ricette con tantissime rivisitazioni una più gustosa dell'altra. Lo sgombro,...
Pesce

5 modi di cucinare l'orata

L'orata (Sparus Aurata) è un pesce di mare della famiglia degli Sparidi. Questo pesce, estremamente versatile da cucinare, è dotato di carni bianche, magre e saporite. L'orata è dunque in grado di colpire con il suo sapore gradevole anche i palati...
Pesce

5 modi per cucinare il baccalà

Il pesce è uno degli alimenti che fa bene al nostro organismo. Il baccalà, in particolare, è un tipo di pesce sotto sale. Concretamente si tratta di merluzzo proveniente perlopiù dalla Norvegia, dove viene sapientemente trattato ed esportato ovunque....
Pesce

6 modi di preparare le ostriche

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, ci dedicheremo ad un piatto di mare molto prelibato: le ostriche. Andremo a vedere passo passo 6 modi differenti per poter preparare le ostriche. Buona lettura. Le ostriche sono...
Pesce

5 modi di cucinare il tonno

Il tonno è uno dei pesci più amati e che più facilmente si ritrova sulle nostre tavole perché venduto in scatola. E’ un pesce molto saporito che si adatta a tante ricette in cucina. Vive nelle acque dell’Oceano Atlantico, Oceano Indiano e Pacifico,...
Pesce

5 modi per cucinare il nasello

Il nasello è un pesce poco conosciuto ma ciò non toglie che sia squisito. Spesso, le persone che conoscono questo pesce lo confondono con il merluzzo. In realtà il merluzzo e il nasello non sono la stessa cosa, infatti il merluzzo appartiene alla...
Pesce

5 modi per preparare le ostriche

Tra i molluschi più gustosi e più prelibati, non si possono non nominare le meravigliose ostriche. Le ostriche vengono servite crude per le occasioni più importanti insieme ad un fresco e pregiato champagne o vengono accompagnate da altri gustosi ingredienti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.