5 modi per cucinare la rana pescatrice

Tramite: O2O 06/07/2015
Difficoltà: media
16

Introduzione

5 modi per cucinare la rana pescatrice

La rana pescatrice è un pesce molto diffuso nel Mare del Nord, presente anche nel Mediterraneo. Le sue carni magre sono molto buone. Vedremo insieme 5 modi per cucinare la rana pescatrice. Per prima cosa impariamo a pulire una rana pescatrice. Tagliamo le pinne laterali, pratichiamo una incisione sotto la pancia ed estraiamo le interiora. Eliminiamo la testa. Incidiamo la pelle all'altezza della spina dorsale e tiriamola verso la coda. Tagliamo via la coda e la pelle. Puliamola per bene con acqua fredda corrente. La rana pescatrice è così pronta per essere cucinata.

26

Rana pescatrice con gli asparagi

Lessiamo 10 asparagi in acqua salata. Passiamo al mixer 4 asparagi, 150 gr di code di gambero, l'albume di 1 uovo ed un pizzico di sale. Togliamo la lisca centrale da una rana pescatrice di circa 1 kg ed otteniamo così 2 filetti. Mettiamo sale e pepe su ogni filetto. Spalmiamo la crema di gamberi. Aggiungiamo 1 asparago ed arrotoliamo, avvolgendo ogni rotolo in carta da forno. Poniamo in forno a 200°C per 20 minuti. Affettiamo i rotoli e serviamoli ricoperti con una salsa fatta con il fondo di cottura, olio, sale, prezzemolo e gli asparagi rimasti.

36

Rana pescatrice patate e funghi

Facciamo rosolare la rana pescatrice in una pentola con 10 gr di burro, dopo averla salata e pepata. Trasferiamola nel forno a 180°C per 10 minuti. Uniamo al fondo di cottura nella pentola altri 10 gr di burro e soffriggiamo uno scalogno tritato finemente insieme a 400 gr di funghi champignon a pezzetti. Aggiungiamo poi un barattolino di panna da cucina e facciamo restringere il sughetto. Nel frattempo arrostiamo le patate fatte a pezzetti, con olio, sale e pepe, in forno a 180°C. Serviamo la rana pescatrice su un piatto da portata, condita con i funghi ed accompagnata dalle patate arrosto.

Continua la lettura
46

Rana pescatrice all'amalfitana

Rosoliamo la polpa di una rana pescatrice del peso di 1 kg tagliata a pezzetti in una padella con un filo di olio. Togliamola e facciamo appassire nella stessa padella 1 spicchio di aglio e lo scalogno tritato. Aggiungiamo vino bianco, poi 150 gr di pomodori maturi tagliati a pezzetti, sale e pepe. Facciamo cuocere per 5 minuti. Tritiamo 70 gr di olive nere e 4 pomodori secchi. Distribuiamo a strati alterni in una pirofila la salsa di pomodoro, i tocchetti di rana pescatrice, i pomodori secchi e le olive tritati. Copriamo con la pasta sfoglia e, dopo averla bucherellata, mettiamola in forno a 180°C per 20 minuti.

56

Rana pescatrice all'otrantina

Rosoliamo l'aglio e la cipolla tritati finemente in poco olio. Uniamo la polpa di una rana pescatrice del peso di 1 kg fatta a tocchetti ed infarinata. Aggiungiamo sale, pepe e vino bianco. Mettiamo poi 200 gr di pomodori pelati a pezzetti, l'origano ed il prezzemolo tritati. Allunghiamo il fondo di cottura con del brodo vegetale caldo e facciamo cuocere a fuoco basso per 20 minuti. Serviamo la rana pescatrice su fette di pane tostato.

66

Rana pescatrice gratinata al forno

Mescoliamo aglio, prezzemolo e capperi tritati finemente, insieme al pane grattugiato, al sale, al pepe ed all'olio. Posizioniamo i filetti di una rana pescatrice del peso di 1 kg su una teglia dopo averla unta. Copriamoli con il composto appena preparato e mettiamo il tutto in forno a 180°C per 30 minuti. Quando il pane sarà dorato potremo servire la rana pescatrice gratinata su un piatto da portata ben caldo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 modi di cucinare il guanciale

Il guanciale, come dice il nome stesso, è la guancia del maiale. Il guanciale, in cucina, può essere preparato in tantissimi modi. Infatti, essendo un ingrediente versatile, si adatta bene a tantissime ricette. Inoltre, facilmente reperibile, può essere...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le lumache

Amate le lumache ma credete di non essere in grado di cucinarle? State tranquilli, ci pensiamo noi! Anche se le lumache sono spesso abbinate all'eccellenza della cucina francese e sembrano quindi essere un alimento molto complicato da cucinare, non è...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare le uova di quaglia

Le uova di quaglia sono un ingrediente inusuale, che possono dare un tocco di classe ed una marcia in più ai vostri piatti. Le uova di quaglia, rispetto a quelle di una comune gallina, hanno un sapore più delicato, oltre ad avere alcune proprietà benefiche...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare il tacchino

Oggi vi proponiamo 5 modi per cucinare il tacchino. Non tutti lo sanno, ma la carne di tacchino è molto ricca di ferro ed estremamente digeribile e quindi si presta molto bene per chi vuole mangiare sano ma con gusto. Inoltre, la carne di tacchino è...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare i tenerumi

I tenerumi sono le foglie tenere di una tipologia particolare di zucchina, dalla forma allungata e dal colore verde chiaro molto intenso, tipica della Sicilia, detta anche “zucchina serpente”, “tallo” o “cucuzza”. La peculiaritá delle sue...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare la patata dolce

A caratterizzare la patata dolce (detta anche batata) è il suo sapore zuccherino, non molto dissimile da quello delle castagne. Si tratta di una radice nota soprattutto in territorio statunitense, della quale esistono decine di varietà. Viene coltivata...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare la manioca

Pianta tipica delle regioni tropicali, la manioca possiede una radice a tubero commestibile che è considerata un'importante fonte di carboidrati. Da essa si ricava anche una fecola denominata tapioca. Giunta da poco anche nelle nostre cucine mediterranee,...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare il platano

Somiglia tanto ad una banana. Ed effettivamente appartiene alla famiglia delle Musa, la capostipite delle Musa Acuminata e delle Musa Balbisiana, cioè le varietà da cui discende la tradizionale banana. Il platano viene coltivato nelle regioni sub tropicali,...