5 modi per fare la sangria

tramite: O2O
Difficoltà: media
5 modi per fare la sangria
16

Introduzione

Se dico Spagna a cosa pensi? Sangria! La sangria è la bevanda alcolica spagnola per eccellenza, presente in diverse varianti. Gusto intenso, speziato e fruttato, è una bevanda rinfrescante, per questo ideale se bevuta la ghiacciata. Si presta molto bene a diverse sperimentazioni, riguardo gli alcolici e il tipo di frutta da utilizzare. La Sangria non può che rievocare il profumo d'estate, di musica e risate con gli amici. In questo articolo, vedremo 5 diversi modi per fare la sangria!

26

Sangria classica

Iniziamo con la ricetta originale, la prima cosa da fare è scegliere il vino rosso, di qualità e corposo per la buona riuscita della bevanda! Si inizia aggiungendo al vino il succo di un arancia e di un limone. Continua col lavare e tagliare a pezzetti, una pesca e una mela. Aggiungere un cucchiaio di zucchero (mescolandolo bene fino a farlo sciogliere), dei chiodi di garofano e qualche stecca di cannella. Arricchire con un cucchiaio di brandy o rum. Infine procedi con l'aggiungere la frutta, in particolare arancia, pesca e mela. Et voilà, la sangria è servita!

36

Sangria bianca

Hai capito bene, un'ottima variante della sangria può essere fatta con del vino bianco. Il procedimento è sempre lo stesso: aggiungere al vino il succo di un limone e di un'arancia. Successivamente aggiungere lo zucchero e mescolare fino a farlo sciogliere. Aggiungere stecche di cannella e chiodi di garofano, ed infine la frutta tagliata a cubetti e del ghiaccio. Per la Sangria bianca è consigliabile aggiungere come frutto anche del melone, per esaltare il sapore del vino.

Continua la lettura
46

Sangria alle erbe

Simile alla ricetta classica, quella della sangria alle erbe, si differenzia per l'aggiunta di qualche rametto di melissa e verbena. Al posto del rum o brandy, usato nella ricetta originale, si predilige in questo caso l'utilizzo di sei cucchiai di cognac. Prova questa variante se ami i sapori speziati e decisi.

56

Sangria con frutta esotica

Se sei stanco dei soliti frutti usati normalmente nella sangria, perché non usare la frutta esotica!? In questo caso, non serve il vino rosso ma avrai bisogno di vino bianco. Al posto del succo di arancia e limone, aggiungi invece del succo d'ananas. Arriviamo al pezzo forte, aggiungi infine delle more, del mango e della papaya che donano quel tocco caraibico in più!

66

Sangria al vino rosè

Altra variante semplice e sfiziosa della sangria, può essere fatta usando del vino rosato. Per questa variante, meglio prediligere frutti come fragola, pompelmo, pesca e albicocca, che esaltano il gusto del vino dando alla sangria un sapore delicato e piacevole.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 modi per riutilizzare le bucce d'anguria

Durante il meraviglioso periodo estivo (che va dal mese di Maggio fino a Settembre), uno dei frutti maggiormente acquistati e gustati da numerose persone di tutto il mondo per rinfrescarsi e dissetarsi è il cocomero, che inizialmente proveniva soltanto...
Consigli di Cucina

5 modi per sostituire lo zucchero nella preparazione dei dolci

Lo zucchero raffinato bianco è un ingrediente molto usato nella preparazione dei dolci. Spesso però accade che si debba evitare il suo consumo. Sia per motivi di alimentazione che per scelta personale. Ma non bisogna intimorirsi! Esistono molti modi...
Consigli di Cucina

3 modi per condire il riso integrale

Per l'alimentazione ogni micro e macronutriente è fondamentale. Ognuno di questi elementi contribuisce al mantenimento della salute. Ogni pasto, dunque, deve avere il giusto equilibrio. Dovete sempre inserire la giusta dose di carboidrati, grassi e proteine....
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare i fagiolini

I fagiolini sono degli ortaggi che si possono cucinare in vari modi. Questi legumi hanno un basso contenuto calorico spetto agli altri. Ma nel contempo contengono molta acqua e fanno bene all'organismo. Essi sono dei baccelli di colore verde dalla forma...
Consigli di Cucina

10 modi per usare le foglie di basilico

Il basilico è una una delle piante aromatiche più diffuse in cucina. Versatile e profumato, il basilico è l'ingrediente principale di molti piatti. Dai primi, alle salse di accompagnamento, fino ad arrivare ai secondi e ai contorni, il basilico si...
Consigli di Cucina

10 modi per sfruttare il pane secco

Avete del pane secco conservato in qualche scaffale o mensola della cucina e state cercando dei modi semplici ed efficaci per utilizzarlo al meglio? Bene! Questa guida fa proprio al caso vostro. Scopriamo insieme 10 utilissimi modi per imparare a sfruttare...
Consigli di Cucina

5 modi per consumare gli avanzi di verdure

In casa lo spreco va sempre evitato, soprattutto in cucina. Può capitare di cuocere più verdure del dovuto. Invece di gettare via gli avanzi di verdure, utilizziamoli per realizzare altri piatti altrettanto gustosi e appetitosi. Le verdure per noi rappresentano...
Consigli di Cucina

5 modi per disinfettare la frutta

La frutta è un alimento sano e ricco di vitamine che andrebbe consumato quotidianamente. Terra, pesticidi, polvere, batteri, muffe e funghi possono però annidarsi sulla sua superficie ed è pertanto utile saperla disinfettare prima di mangiarla. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.