5 ricette con le fave

tramite: O2O
Difficoltà: media
5 ricette con le fave
18

Introduzione

Le fave sono un alimento antichissimo, ricco di proteine e fibre vegetali ma povero di grassi. È una fonte naturale di nutrienti, vitamine e sali minerali. Questo legume può essere utilizzato per creare tantissimi pianti semplici, gustosi e genuini. Potete ricorrere sia alle fave fresche, quando disponibili, che a quelle secche, che in genere assicurano un gusto migliore. Ecco di seguito 5 interessanti ricette con le fave.

28

Occorrente

  • Prima ricetta: 200 g di miglio, 200 g di fave, 100 g di pangrattato, 5 g di prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, 100 g di carote, 20 g di scalogno, 100 g di zucchine, 100 g di melanzane, 50 g di parmigiano, 2 foglie di menta fresca, curcuma, sale, olio extravergine d'oliva;
  • Seconda ricetta: 500 g di fave, 500 g di scarola, 1 cipolla bianca, 500 ml di brodo vegetale, 3 foglie di menta fresca, olio di oliva extravergine, sale, 8 fette di pane, 8 fette di pancetta;
  • Terza ricetta: 300 g di fave, 100 g di pancetta a cubetti, 40 g di pecorino, 2 uova, 1 rotolo di pasta per focaccia, 5 foglie di salvia, 100 ml di latte, sale, pepe, olio d'oliva extravergine, erba cipollina;
  • Quarta ricetta: 250 g di maltagliati, 60 g di pancetta, 200 g di fave, 50 g di pecorino, 2 cucchiai di uvetta, 1 spicchio d'aglio, 1 cucchiaio di Vin Santo, olio d'oliva extravergine, sale e pepe;
  • Quinta ricetta: 1,5 kg di cima di vitello, 150 g di piselli, 300 g di fave, 300 g di robiola, 50 g di pecorino, 2 uova, 2 fette di pancarré, 100 ml di vino bianco, prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, menta, sale e pepe.
38

La prima ricetta è un piatto estremamente sfizioso e di facile esecuzione. Si tratta di piccole polpette di miglio servite con una salsa di fave da accompagnamento. È un'idea interessante per dei particolari finger food o per un secondo piatto delicato e gustoso allo stesso tempo. Per prima cosa cuocete il miglio in un'ampia padella dove precedentemente avete fatto riscaldare l'olio d'oliva extravergine: fate tostare il miglio per qualche minuto, quindi aggiungete a filo dell'acqua calda, salate e lasciate cuocere per 25 minuti. Trascorso questo tempo, lasciatelo raffreddare. Nel frattempo in un'altra padella mettete un filo d'olio e aggiungete lo scalogno tritato finemente, le carote, le melanzane e le zucchine tagliate a cubetti. Aggiustate di sale e fate cuocere per 20 minuti. Dopo di ciò unite il miglio con le verdure cotte, aggiungete il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo tritato e la curcuma. Con il composto così ottenuto, formate delle polpette, passatele nel pangrattato e cuocetele in una padella con un po' di olio di oliva finché non risulteranno ben dorate. Ora preparate la crema di fave: sgranate le fave e sbollentatele per circa 10-15 minuti. Frullatele insieme all'olio, alla menta e al sale con il mixer ad immersione fino ad ottenere una crema omogenea e liscia. Servite le polpette ancora calde con la crema di fave.

48

Un piatto molto originale, ma allo stesso tempo sano e genuino è la crema di fave e scarole. Sgusciate le fave e rimuovete la pellicina esterna. Lavate la scarola e tagliatela a strisce. Sbucciate la cipolla ed affettatela finemente. In una padella antiaderente mettete un filo d'olio di oliva, fatelo scaldare, aggiungete la cipolla e fatela appassire a fuoco dolce per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto. Quindi unite le fave, la scarola, le foglie di menta, il sale ed il pepe. Aggiungete il brodo vegetale e lasciate cuocere per 15 minuti. Terminata la cottura frullate le verdure con il mixer ad immersione finché non otterrete una crema densa ed omogenea. Nel frattempo, tostate in forno per 3-4 minuti delle fette di pane salate e bagnate con olio di oliva. Impiattate la crema ancora calda e aggiungete 2 o 3 fette di pane tostato. Per rendere il piatto ancora più delizioso, guarnite la crema con un paio di fette di pancetta precedentemente rosolate in padella.

Continua la lettura
58

Una ricetta molto rapida ma estremamente saporita è la mini quiche in pasta per focaccia con fave e pancetta. Può essere servita come colorato antipasto o per un gustoso buffet. Per prima cosa sgusciate le fave fresche e sbollentatele in abbondante acqua salata. Cuocetele per 5 minuti e poi scolatele. Prendete della pasta da focaccia, stendetela e, aiutandovi con il mattarello, assottigliatela un poco. Ottenete 4 dischi di 12 cm di diametro ciascuno e disponeteli negli stampini precedentemente rivestiti con carta forno e spennellati d’olio. A questo punto riempite gli stampi con le fave, pancetta a cubetti e un trito di erba cipollina e salvia. Sbattete le uova con il pecorino grattugiato, il latte, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Versate il composto ottenuto negli stampini. Cuocete per mezz'ora in forno a 180°. Dopo di ciò sfornate, lasciate intiepidire e servite in tavola.

68

Un primo piatto a base di fave, semplice ma delizioso, che piacerà a grandi e piccini, è i maltagliati con fave ed uvetta.
Mettete in ammollo l'uvetta in acqua tiepida e Vin Santo. Tagliate la pancetta a listarelle sottili e rosolatela dolcemente in una padella antiaderente con l'olio d'oliva extravergine e l'aglio tagliato in due parti. Sgusciate le fave e privatele della pellicina esterna; aggiungetele alla pancetta, bagnate il tutto con due cucchiai di acqua calda ed, infine, aggiustate di sale e pepe. A questo punto unite l'uvetta scolata e strizzata. Gettate i maltagliati in acqua bollente salata e scolateli direttamente in padella. Mantecate il tutto con il pecorino grattugiato, impiattate e servite caldi.

78

Ed infine non poteva mancare la ricetta di un secondo piatto a base di fave: la cima ripiena con fave e piselli. Per prima cosa scottate le fave e i piselli per circa 7 minuti in abbondante acqua salata. In una terrina mettete il pancarré sbriciolato. Lavate la menta e il prezzemolo e tritali finemente insieme all'aglio. Unite la robiola con il battuto di erbe creato, il pancarré, il pecorino grattugiato e le uova. Lavorate bene il composto e quindi aggiungete anche le fave e i piselli. Aggiustate di sale e insaporite con una macinata di pepe. Farcite la tasca con il composto così preparato. Cercate, però, di non riempirla eccessivamente per evitare che il ripieno fuoriesca durante la cottura. Cucite l'apertura. A questo punto rosolate la tasca in un tegame con dell'olio. Spostatela in una teglia, bagnatela con il vino bianco e cuocetela in forno già caldo a 170° per circa un'ora e mezza, coprendola eventualmente con un foglio di alluminio. Terminata la cottura, tagliate la tasca a fettine e servite.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se decidete di usare le fave secche dovete prima immergerle in una bacinella di acqua fredda per almeno 12 ore e poi cuocerle per 5-6 ore, fino a quando non saranno completamente lessate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare il purè di fave

Le fave rappresentano indubbiamente un alimento molto salutare e ricco di proprietà e benefici per l'uomo. Per questo motivo esse sono molto utilizzate in ambito culinario e vengono adoperate per la realizzazione di numerose e deliziose ricette. Nella...
Antipasti

Fave bollite con finocchietto selvatico

Le fave fanno parte della famiglia dei legumi e sono degli alimenti nutrienti e gustosi. In passato rappresentavano uno dei piatti poveri, consumati per lo più dagli artigiani e dai contadini. Esistono moltissime ricette per poter preparare le fave,...
Antipasti

Come utilizzare le fave secche

In commercio è possibile trovare due tipi di fave secche: quelle con la buccia e quelle decorticate. La differenza tra le due è solo nel periodo di ammollo poiché le prime, devono rimanere in acqua almeno per 24 ore mentre per le seconde, basta mezza...
Antipasti

Come fare l'insalata di fave

L'insalata è uno dei contorni più usati per adornare i secondi piatti. Difficilmente si rinuncia e varia secondo i gusti. Questo tipo di piatto grazie ad alcuni alimenti può anche sostituire un'intera portata. In questo caso gli ingredienti principali...
Antipasti

Come cucinare le fave fresche

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente...
Antipasti

Come preparare una salsa di fave

Le fave sono un alimento tipico dell'Italia centro - meridionale, infatti, fanno parte della tradizione romana che le pone come protagoniste nella ricorrenza del Primo Maggio. In questa giornata tutti i cittadini si muovono verso la campagna romana dove,...
Antipasti

Cartocci di fave e formaggio

Scegliere un piatto alternativo, che possa accontentare tutti a tavola non è facile. Quindi, la soluzione è chiaramente quella di trovare un'idea controcorrente. Ignorando per esempio la carne, e utilizzare soltanto dei legumi. Accompagnandoli con altri...
Antipasti

Come preparare i tortini di riso alle fave

Se volete deliziare i palato dei vostri amici oppure volete stupire i vostri invitati con qualcosa di veramente particolare, provate a realizzare questi gustosi tortini di riso alle fave. È necessario avere a disposizione un po’ di tempo e un pizzico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.