5 segreti per una polenta senza grumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La polenta è un tipico piatto della nostra tradizione culinaria, proveniente più dai paesi del nord Italia. Questo delizioso e semplice piatto nasce naturalmente con la lavorazione della farina di mais e seguendo un procedimento molto accurato, che permetta di ottenere un impasto soffice e denso, evitando così degli sgradevoli grumi. Se siamo ancora inesperti e vogliamo preparare una polenta come si deve, seguiamo questi 5 segreti che ci permetteranno di realizzare una gustosa polenta senza grumi. Vediamo come fare.

26

Scegliere una pentola a bordi alti

La lavorazione della polenta non è così complicata come si pensa, ma certamente richiede una certa pazienza. In particolare, uno dei primi segreti da seguire per ottenere una polenta senza grumi, è quello di utilizzare i giusti strumenti di lavorazione. Prima di tutto dovremmo reperire una pentola dai bordi alti, così da evitare eventuali schizzi bollenti.

36

Mescolare la polenta con un cucchiaio di legno o la frusta

Nel momento in cui mettiamo a bollire l'acqua nella pentola, facciamo attenzione a versare la polenta a pioggia. Quindi abbassiamo la fiamma al minimo e cominciamo a mescolare per bene con un cucchiaio di legno o una frusta. Poi possiamo mettere a fuoco medio, in modo da far sobbolire la polenta, facendo attenzione a non creare un bollore vivace.

Continua la lettura
46

Aggiungere un goccio d'olio nell'acqua

Prima di versare la nostra polenta, potremmo anche provare un piccolo segreto della nonna, che ci aiuterà a realizzare una polenta senza grumi. Dovremmo, in poche parole, versare appena un goccio d'olio nell'acqua, prima di versare la nostra farina.

56

Rigirare spesso la polenta

Un altro procedimento, a cui dovremmo prestare attenzione, se desideriamo ottenere una polenta densa; è quello del rimescolamento, quindi il momento in cui andiamo a rigirare la polenta. Dovremmo sicuramente rigirarla spesso, ma non in continuazione!
Soprattutto all'inizio della cottura, quando è ancora liquida, basterà rigirarla ogni 5 o 7 minuti.
Poi cominciamo ad intensificare la frequenza quando la polenta inizierà ad addensarsi. A questo punto sarà fondamentale raggiungere bene il fondo con il mestolo, per evitare che la nostra polenta si attacchi.

66

Coprire la pentola con un coperchio

A questo punto la nostra polenta è pronta, ma se non vogliamo consumarla nell'immediato, potremmo utilizzare un altro piccolo segreto per mantenerla calda e ancora soffice. Basterà coprire la pentola con un coperchio e la inseriamo in un tegame più grande. Quindi riempiamo di acqua bollente quest'ultima, in modo che arrivi quasi in cima. Teniamola infine a bagnomaria, sulla fiamma messa al minimo; la polenta si manterrà calda e morbida per un paio d'ore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 modi di servire la polenta

La polenta è una deliziosa pietanza originaria dell'Italia Settentrionale e attualmente diffusa in numerosi Paesi dell'Europa (come l'Ucraina, l'Austria, la Romania, la Svizzera e la Croazia) e nel Sud America (come l'Uruguay, il Cile, l'Argentina e...
Consigli di Cucina

Polenta: 5 ricette senza carne

La polenta, sopratutto quella a base di carne, è uno degli alimenti più nutrienti e sfortunatamente anche tra i più ricchi di calorie. Esistono tuttavia delle alternative alimentari alla polenta a base di carne, che ci possono permettere di non abbandonare...
Consigli di Cucina

3 modi di condire la polenta

Come ben sapiamo, la polenta è un piatto tipico della tradizione contadina (a base di farina di mais), amato soprattutto al Nord Italia in tutte le sue varianti. Originariamente noto come piatto povero, la polenta può essere annoverata al giorno d'oggi...
Consigli di Cucina

Come condire la polenta

La tradizione gastronomica italiana si compone di differenti ricette, tutte tipiche di una particolare zona della nostra nazione. La polenta è uno di questi. In tempi lontani era il pasto di allevatori e contadini, che usavano farine di diversi cereali....
Consigli di Cucina

Come conservare la polenta cotta

Molto spesso ci ritroviamo con avanzi di cibo che sarebbe un vero peccato buttare via. In questi casi possiamo ricorrere a qualche piccolo trucco per recuperarli e usarli in altre gustose ricette. Ma come fare se avanza della polenta cotta? Nessun problema,...
Consigli di Cucina

Come scegliere la polenta e cucinarla

La polenta è una delle tantissime specialità della cucina italiana. Per chi non lo sapesse, non è altro che la farina di mais che viene cotta in acqua o brodo fino a quando non si addensa e i chicchi di farina diventano liquidi. La polenta può essere...
Consigli di Cucina

5 segreti per una vellutata perfetta

In cucina vengono preparati molteplici ricette. In inverno per esempio se si vuole preparare un piatto sano ma buono, si consiglia di fare la vellutate. La vellutata viene fatta con l'utilizzo dei legumi. Per accoppiare questa ricetta buonissima, vengono...
Consigli di Cucina

10 segreti per cucinare meglio

Se andate sempre di fretta e siete in cerca di qualche pratico suggerimento su come ottenere, in poco tempo, una massima resa ai fornelli, pur non essendo delle cuoche sopraffine, questa guida fa certamente al caso vostro. Esistono, infatti, piccoli trucchi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.