5 trucchi per friggere senza lasciare odori

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La frittura è una preparazione culinaria molto appetitosa e versatile. Trova impiego sia nei pranzi più elaborati che nei buffet, è buona consumata anche fredda e, alcuni tipi di frittura, sono diventati dei cibi cult per eccellenza, basti pensare ai famosi supplì o ai panzerotti restando sul salato, oppure alle ciambelle dolci fritte. Uno degli inconvenienti maggiori che si verificano durante la frittura è l'odore persistente che rimane nell'ambiente, anche a molte ore di distanza, ecco perché abbiamo pensato di svelarvi, con questa guida, 5 trucchi per friggere senza lasciare odori.

26

Arieggiate il locale

Il primo consiglio vi sembrerà molto banale e magari alcuni di voi già lo metteranno in pratica però è sempre bene ricordare di friggere in un locale ben arieggiato. Accendente la cappa aspirante sopra il piano cottura, aprite la finestra e chiudete la porta del locale. In questo modo la maggior parte degli odori verrà incanalata verso l'esterno. A fine frittura potete accendere delle candele profumate in cucina che contribuiranno a togliere i residui dell'odore.

36

Usate olio adatto e cambiatelo spesso

La scelta dell'olio è di vitale importanza per la riuscita della frittura, quello che forse non sapevate è che da questo può dipendere anche una maggiore o minore persistenza degli odori.
Una caratteristica importante degli oli e dei grassi in generale è il punto di fumo, ossia la temperatura massima raggiungibile dal grasso prima di iniziare a bruciare e produrre fumo. Tanto più elevato è questo punto, tanto più adatto sarà il grasso. L'olio di oliva, con un elevato punto di fumo, rimane l'olio migliore anche se, visti i costi, spesso ci si orienta su oli più economici, quali olio si semi di girasole o di arachidi.

Continua la lettura
46

Mettete una fettina di limone nella padella insieme alla frittura

Un trucco molto conosciuto dalle casalinghe è quello di mettere una fettina di limone nella padella, insieme alla vostra frittura. Il delicato aroma del limone non pregiudicherà il sapore del fritto e rilascerà nell'ambiente un gradevole odore. Abbiate solo l'accortezza di sostituirla non appena inizia a diventare scura.

56

Mettete l'aceto a bollire

Se non volete usare la fettina di limone allora potete mettere dell'aceto a bollire nel fornello accanto a quello della frittura. Le dosi raccomandate sono due bicchieri di aceto e tre di acqua. Lasciate bollire il tutto a fuoco vivace in modo che l'odore dell'aceto si propaghi per il locale cottura. Se l'odore dell'aceto vi sembra troppo forte per i vostri gusti, mettete nella pentola anche qualche chiodo di garofano.

66

Mettete in padella anche un fettina di mela

L'ultimo trucco che vi sveliamo è quello di mettere nella padella insieme alla frittura anche una fettina di mela privata degli eventuali ossicini. Come per il limone, dovete avere l'accortezza di sostituirla più volte durante la frittura ma la mela eviterà il propagarsi degli odori. A questo punto non dovrete far altro che pensare alla riuscita della vostra gustosa frittura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come friggere senza far schizzare l'olio

Spesso accade che durante la frittura l'olio schizzi da tutti le parti, sporcando cucina e pavimento, e talvolta anche la nostra pelle. Per questo motivo in tanti hanno rinunciato a questo tipo di cottura preferendo cucinare i cibi in modi diversi. Sappiate...
Consigli di Cucina

10 regole d'oro per friggere

Fritto, che bontà! Alzi la mano chi riesce a non leccarsi i baffi davanti ad un piatto di croccanti patatine fritte, una invitante frittura di pesce, un gustoso bigné: niente da fare. Unico problema: la frittura non è esattamente la tipologia di cottura...
Consigli di Cucina

Come friggere i brownies

Attraverso la scoperta di profumi e sapori nuovi, possiamo "assaggiare" l'anima di ogni luogo! Alcune ricette infatti, sono talmente radicate nella cultura del posto da diventarne un vero e proprio simbolo. Nelle vetrine delle caffetterie made in U. S....
Consigli di Cucina

5 consigli per contrastare i cattivi odori in cucina

Alzarsi la mattina e sentire il profumo del caffè appena fatto o tornare dal lavoro e avvertire quell'odore di buono che viene dal sugo fresco sul fuoco: ci sono alcuni odori che ti fanno sentire a casa e ti avvolgono di benessere, altri no! Dalla pattumiera...
Consigli di Cucina

Trucchi per un uso corretto del wok

Dalla tradizione della cucina cinese, ecco a voi il wok. Una padella dal fondo concavo che si presta agli utilizzi più svariati. Questo utensile così prezioso e dalla storia davvero importante, consente di cuocere perfettamente ogni tipo di cibo, dalla...
Consigli di Cucina

10 trucchi da usare in cucina

Se siete alla ricerca di trucchetti che vi semplifichino la vita in cucina, siete nel posto giusto! Di seguito troverete una lista di 10 trucchi da usare in cucina, utili proprio a tutti! Come distinguere un uovo fresco, come pulire una padella bruciata,...
Consigli di Cucina

10 trucchi per una moka perfetta

Preparare una moka perfetta è un’operazione che richiede premura ed abilità. Innanzitutto, bisogna dosare con attenzione il giusto quantitativo di acqua. Inoltre, è necessario scegliere il tipo di caffè adatto. Anche la manutenzione della caffettiera...
Consigli di Cucina

Trucchi per limitare il sale a tavola

Prezioso come l'oro bianco e immancabile ingrediente segreto, il sale è il pizzico di sapidità che rende gustosi tutti i nostri piatti. Eppure, il nostro organismo ne richiede in quantità davvero minime. Basti pensare infatti, che il fabbisogno giornaliero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.