6 modi di preparare le ostriche

tramite: O2O
Difficoltà: facile
110

Introduzione

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, ci dedicheremo ad un piatto di mare molto prelibato: le ostriche. Andremo a vedere passo passo 6 modi differenti per poter preparare le ostriche. Buona lettura. Le ostriche sono considerate come le autentiche regine dei molluschi, oltre a costituire una delle pietanze più prelibate nella vasta categoria dei frutti di mare. Esse possono essere realizzate e cucinate attraverso una lunga serie di metodi.

210

Occorrente

  • ostriche
  • pepe nero
  • limone
  • forno a microonde
  • aglio e prezzemolo
  • acqua
  • pentola
  • burro
  • griglia a carbone o a gas
  • friggitrice
  • sale
  • farina
  • uova
310

Ostriche crude

1. Le ostriche crude. Potete gustarle così come le pescate dal mare e senza aver bisogno di cucinarle. Vi basterà aprire e rovesciare la conchiglia prima di assaporare il delizioso liquido interno, schiacciare il mollusco sul vostro palato e mandarlo giù senza neanche aver bisogno di masticarlo: è sufficiente ingoiarlo. Una possibilità differente, sarebbe la seguente: realizzarla attraverso il pepe ed il limone. Dovrete, in questo caso, prendere l'ostrica già aperta, per poi andarci a spremere un po' di limone ed, in ultimo, aggiungerci del pepe.

410

Ostriche gratinate

2. La seconda possibilità che vi illustro, solo le ostriche gratinate. Prima di tutto, dovrete prendere dell'aglio e del prezzemolo. Successivamente, lavate sotto l'acqua le ostriche, per poi farle aprire nel forno caldo e lasciarle li per pochi minuti. Estraete il mollusco, rimuovete il liquido e lavate la valva. Mescolate l'unione di aglio e prezzemolo con il burro, cuocetela per qualche minuto nel microonde e ponetela sopra l'ostrica. Inserite alcuni fiocchetti di burro, cuocete i molluschi in un forno bollente per 3 minuti e si formerà la nota crosticina.

Continua la lettura
510

Ostriche al vapore

3. Le ostriche al vapore. Per cuocerle in questo modo, pulite la parte esterna del guscio con una spazzola sotto l'acqua fredda per togliere lo sporco. Inserite 5 centimetri d'acqua: saranno fondamentali per la formazione del vapore. Mettete le ostriche in una pentola e coprite quest'ultima con un coperchio, prima di cuocere le ostriche al vapore per una durata di 5-10 minuti. Sicuramente, la quantità maggiore delle ostriche lavorate, si saranno aperte, e potranno esser posizionate a tavola per la consumazione, mentre, al contrario, le ostriche che saranno rimaste chiuse, dovranno essere, ahimè, buttate.

610

Ostriche all'arrosto procedimento

4. Le ostriche arrosto. Anche in questo caso, bisogna pulire l'esterno del guscio con l'ausilio di una spazzola sotto dell'acqua molto fresca. Lasciate le ostriche sotto acqua per farle asciugare, poi preparate una griglia a carbone o gas ad una certa temperatura e metteteci sopra le ostriche. Potrete decidere se andarle a cuocere direttamente intere, oppure, se farlo a mezzo guscio prima di andare a chiudere la griglia, tenendo il coperchio chiuso all'incirca per 5 minuti. Vi raccomando di stare ben attenti a non far perdere il gusto presente nei succi, condendo le ostriche attraverso del limone, del burro, o lasciandole classiche.

710

Ostriche fritte

5. Ostriche fritte. La prima cosa da fare è riscaldare una friggitrice ad una temperatura di 190 gradi. Sgusciate le ostriche e rivestitele per favorirne la frittura, con una soluzione di farina, sale, pepe nero e 2 uova sbattute in una ciotola. Dovrete andare ad assicurarvi che la farina che dovesse risultare essere in eccesso, sia stata tolta precedentemente rispetto alla frittura delle ostriche dentro la friggitrice. Fate turni di 5 o 6 ostriche, per 2 minuti, fino a quando non risulteranno dorate.

810

Arrosto tradizionale di arrosto

6. Arrosto tradizionale di ostriche. Rimuovere subito la parte sporca dalle ostriche con l'ausilio di un paio di guanti. Preparate un fuoco della stessa grandezza della teglia di metallo e ponete le ostriche in uno strato singolo. Prendete un asciugamano bagnato, coprite i molluschi e fate in modo che siano ben cotti. Per la cottura effettiva delle ostriche, vi basterà attendere per circa 8-10 minuti, dopo i quali dovrete gettare quelle che non si sono aperte. Ripetete questa operazione ciclicamente e il gioco è fatto.
In ultima analisi, vi consiglio vivamente la lettura di quest'articolo, concernente, anch'esso, il medesimo argomento che abbiamo trattato, con precisione, all'interno di quest'ampia guida: http://www.donnaclick.it/cucina/52369/5-modi-per-cucinare-le-ostriche-2/.

910

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come cucinare le ostriche

Le ostriche sono da sempre considerate i molluschi più nobili del mare e per questo motivo si consumano in grande quantità soprattutto in occasione di sontuosi banchetti. Per cuocerle non è difficile, ma per prepararle in modo gustoso, è necessario...
Pesce

Come riconoscere le ostriche fresche

L’ostrica è un mollusco vivente nei fondali della costa, il quale si trova all'interno di una conchiglia grigia con sfumature grigio/viola. Essa ha una forma tondeggiante e presenta due valve unite fra loro da una sorta di cerniera. La superficie esterna...
Pesce

Come aprire le ostriche

Conosciuta sin dai tempi più antichi, l’ostrica è un mollusco che vive in tutti i mari europei, solitamente a basse profondità ed ancorato a scogli od altre strutture solide. Oltre a rappresentare un cibo molto apprezzato, le ostriche costituiscono...
Pesce

5 modi diversi per cucinare lo sgombro

In questa lista vi elencherò 5 modi diversi per cucinare lo sgombro. Proprio così, perché si sa, la cucina italiana è quella che più varia al mondo. Comprende tantissime ricette con tantissime rivisitazioni una più gustosa dell'altra. Lo sgombro,...
Pesce

5 modi per cucinare il baccalà

Il pesce è uno degli alimenti che fa bene al nostro organismo. Il baccalà, in particolare, è un tipo di pesce sotto sale. Concretamente si tratta di merluzzo proveniente perlopiù dalla Norvegia, dove viene sapientemente trattato ed esportato ovunque....
Pesce

5 modi per cucinare il nasello

Il nasello è un pesce poco conosciuto ma ciò non toglie che sia squisito. Spesso, le persone che conoscono questo pesce lo confondono con il merluzzo. In realtà il merluzzo e il nasello non sono la stessa cosa, infatti il merluzzo appartiene alla...
Pesce

5 modi di cucinare il tonno

Il tonno è uno dei pesci più amati e che più facilmente si ritrova sulle nostre tavole perché venduto in scatola. E’ un pesce molto saporito che si adatta a tante ricette in cucina. Vive nelle acque dell’Oceano Atlantico, Oceano Indiano e Pacifico,...
Pesce

5 modi di cucinare il pesce spada

Il pesce spada è un alimento completo, per la dieta delle persone, grazie alle proprie carni magre, con scarsità di grassi e ricche di proteine. Oltre alle caratteristiche benevole dal punto di vista dell'alimentazione, ci permette di variare la sua...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.