Anello di cocomero in gelatina al moscato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Leggendo questo tutorial si possono avere degli utili consigli su come preparare un anello di cocomero in gelatina al moscato. Questo delizioso dessert è ideale d'estate dopo i pasti in quanto è fresco e leggero. Per la sua preparazione occorre un tempo che varia tra un quarto d'ora e venti minuti. Inoltre, grazie ai suoi gustosi ingredienti è anche abbastanza economico. Nella guida vengono specificate le quantità di ingredienti che occorrono per 6 persone.

27

Occorrente

  • 800 g di polpa di cocomero
  • 500 ml di vino bianco moscato
  • 130 g di zucchero
  • 16 g di colla di pesce
37

Per cominciare dobbiamo prendere 800 g di cocomero e lo dobbiamo tagliare a pezzi non troppo grandi. Durante questa operazione bisogna cercare di eliminare il più possibile i semini; successivamente occorre mettere il tutto nel bicchiere del mixer. Dopo che è stato frullato tutto, utilizzando un colino, bisogna eliminare completamente i semini residui ed eventualmente anche le fibre della polpa.

47

Nel frattempo bisogna disporre i fogli di gelatina in un recipiente e si devono lasciare sotto l'acqua fredda per almeno un quarto d'ora. In seguito bisogna prendere un tegame e si devono versare in esso: 500 ml di vino bianco moscato e 130 g di zucchero. A questo punto bisogna mescolare e portare a bollitura per circa 10 minuti; questa fase della preparazione va fatta a fiamma bassa.

Continua la lettura
57

Adesso bisogna togliere i fogli di gelatina dall'acqua in quanto sono abbastanza inumiditi e morbidi. Dopo averli presi bisogna strizzarli accuratamente prima di metterli nel tegame con il vino bianco moscato e lo zucchero; quest'ultimo intanto ha raggiunto i 10 minuti di bollitura. A questo punto bisogna mescolare con molta intensità il composto fino a che la gelatina non si scioglie completamente nel vino bollente. In seguito si lascia raffreddare per un paio di minuti.

67

Dopo che il composto si è raffreddato bisogna aggiungere il cocomero già frullato e successivamente si deve versare tutto il prodotto in uno stampo a forma di anello oppure di ciambella. Adesso si deve coprire il preparato con una pellicola da cucina e si deve riporre in frigorifero. Si lascia per circa 4 ore prima di servirlo; questo fantastico dessert va gustato ed apprezzato rigorosamente freddo.

77

Si può servire da solo oppure si può guarnire dando libero sfogo alla propria fantasia. In questo modo il dessert diventa piacevole non solo da gustare, ma anche da guardare. Ad esempio se si decide di abbinare un qualcosa di simile al suo colore prettamente rosso si può aggiungere una macedonia di fragole e panna. Qualsiasi sarà la scelta sicuramente sarà apprezzato dagli ospiti che vedranno appagato il loro palato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: sorbetto al cocomero

Il sorbetto è a base d'acqua e può essere aromatizzato con la frutta; a volte si aggiungono: liquori, vino o spumante e si guarnisce con pezzetti di frutta come ciliege, fragole, lamponi, mirtilli, ecc. I sorbetti vengono serviti generalmente come dessert;...
Dolci

Come preparare la gelatina

Ecco come preparare in casa la gelatina. La gelatina serve a dare consistenza a gustose cheesecake e soffici panne cotte. Oppure a glassare frutta e vivande. La gelatina ne evita così il deterioramento a contatto con l'aria. Altre volte, invece, la gelatina...
Dolci

Come fare dei fiori con la gelatina

La gelatina, solitamente chiamata anche con l'appellativo di "colla di pesce", viene usata in cucina al fine di addensare e far stabilizzare, durante la preparazione dei dolci. È facilmente acquistabile nel mercato, sia in fogli che in versione in polvere....
Dolci

Come fare la gelatina di melone

La gelatina di melone è un dessert molto invitante e fresco, oltre ad essere colorato e versatile. In effetti si possono aggiungere altri ingredienti per renderlo ancora più ricco e gustoso. Comunque sia, il melone è un frutto che si può definire...
Dolci

Come preparare la gelatina all'anguria

Preparare la gelatina di anguria non è molto difficile. Il segreto sta nel dosare perfettamente gli ingredienti. Atteniamoci scrupolosamente alla ricetta, se non vogliamo ricevere sorprese. Con l'arrivo dell'estate, il caldo si fa sentire. La frutta...
Dolci

Come fare la gelatina rapida

Il modo migliore per concludere un pasto è sempre quello di portare a tavola un buon dolce. In base agli ingredienti che si gradiscono maggiormente, si possono realizzare diversi tipi di dessert. Dai semifreddi alle torte, passando per i dolci al cucchiaio,...
Dolci

Come preparare la gelatina agli agrumi

La gelatina, a differenza della marmellata e della confettura, è una lavorazione che viene effettuata servendosi solo del puro succo della frutta. Per prepararla è quindi consigliabile impiegare frutti molto succosi, come per esempio gli agrumi, assai...
Dolci

Ricetta: gelatina di fragole

I dolci a base di frutta, con la loro leggerezza e freschezza si adattano, particolarmente, alle stagioni più calde. In questa guida proponiamo una ricetta molto gustosa, basata sulla gelatina di fragole. È un dolce che può essere gustato al termine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.