Arancini di riso al forno ripieni di verdure

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Gli arancini di riso sono un'ottima ricetta da utilizzare sia come portata principale (un primo piatto a pranzo o a cena) sia come spuntino lunch da consumare anche fuori casa grazie, alla loro forma che consente agli ingredienti di essere trattenuti all'interno di una pasta croccante e friabile. C'è chi prepara gli arancini per il buffet di una festa informale (un compleanno, una cena fra amici) e chi invece li utilizza per una scampagnata fuori porta, visto che sono buonissimi sia caldi (fatti al forno) che freddi. Avete mai provato la ricetta che li vuole ripieni di verdure?

28

Occorrente

  • Per 4 persone: 300 gr di riso originario, un litro di brodo
  • Verdure miste: 1 carota, 1 patata lessa, un pugno di spinaci, la cima di un broccolo
  • Sale, pepe, 1 cipolla, aglio, olio EVO
  • Scamorza bianca
  • 2 uova
  • Pangrattato
  • 1 dado di verdure
38

Preparate il riso qualche ora prima, per consentire allo stesso di essere amalgamabile successivamente. Utilizzate un riso per timballi, del tipo "originario" che avendo la caratteristica di essere "colloso" permette di legare con tutti gli ingredienti presenti nella ricetta. Lessatelo in circa un litro di brodo utilizzando un dado di verdure per conferire sapore senza appesantire il gusto e, una volta cotto e scolato dell'acqua in eccesso, evitate di sciacquarlo in acqua corrente. L'amido del riso fuoriuscito durante la cottura aiuterà l'amalgama prevenendo la rottura dell'arancino una volta infornato. Nel frattempo cucinate le verdure.

48

In una padella dorate con un filo d'olio Extra Vergine una cipolla e uno spicchio d'aglio. Di quest'ultimo potreste utilizzare anche il formato in polvere, ma il forte sapore dello stesso potrebbe coprire il gusto delicato delle verdure. Rosolate una carota tagliata a julienne, un po' di spinaci sminuzzati e la parte morbida e spugnosa di un broccolo ridotto a tocchetti. Aggiustate di sale e di pepe e, per ammorbidire un po' le verdure, aggiungete un paio di bicchieri d'acqua (spegnendo il fuoco al fine di evitare scottature. Poi riaccendete per continuare la cottura). Lasciate raffreddare e lessate una patata di medie dimensioni in una pentola ripiena d'acqua.

Continua la lettura
58

Tagliate a cubetti la patata unendola alle restanti verdure che serviranno da ripieno assieme ad una scamorza ridotta a pezzetti (o anche tritata, a seconda dei gusti). In una ciotola ampia versate il riso raffreddato ed un uovo, amalgamate bene i due ingredienti servendovi delle mani e formate delle palline schiacciate al centro con il pollice, in modo da formare una cavità dentro il quale metterete le verdure e la scamorza. Chiudete l'arancino dandogli una forma sferica o a cono. A parte sbattete il secondo uovo e in un piatto versate il pangrattato. Passate l'arancino prima nell'uovo e poi nel pangrattato, quindi adagiatelo su una leccarda rivestita con della carta forno. Procedete con le palline ed il ripieno fino a quando avrete terminato l'impasto. Ricordate che per il ripieno basterà un cucchiaio scarso di verdure.

68

Preriscaldate il forno a 200 gradi (un forno già caldo eviterà che il cibo si disidrati durante la cottura) e fate cuocere gli arancini, precedentemente irrorati con un filo d'olio sulla superficie, per 20 - 30 minuti, abbassando la temperatura a 180 gradi. La temperatura inferiore eviterà che la scamorza all'interno delle polpette squagli fino a fuoriuscire dagli arancini, compromettendo il lavoro. Se ciò dovesse accadere, riducete nuovamente la temperatura. Quando la superficie sarà dorata, spegnete il fuoco e servite gli arancini ancora caldi ma, se lo preferite, potreste lasciarli raffreddare gustandoli in un secondo momento.

78

Generalmente gli arancini contengono sugo di pomodoro o besciamella per legare meglio tutti gli ingredienti. È a discrezione vostra scegliere l'uno o l'altro ingrediente, o addirittura sostituire la scamorza con del gorgonzola dolce che conferirà un sapore deciso al retrogusto delicato delle verdure.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non è necessario usare solo riso "originario". A seconda dei gusti potreste utilizzare anche un riso qualsiasi, l'importante sarà che abbia abbastanza amido al suo interno per legare assieme tutti gli ingredienti.
  • Se pensate che il riso non leghi molto e possa sfaldarsi durante la cottura, aggiungete all'impasto un pò di mollica di pane precedentemente ammollata.
  • La grandezza degli arancini varia in base ai propri gusti. Se volete fare degli stuzzichini basterà creare delle polpette piccole, facili da mangiare in un solo boccone. Altrimenti la grandezza di un pugno si adatta agli arancini per il pranzo o la cena.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare gli arancini di riso

Gli arancini di riso sono un piatto tipico della tradizione culinaria siciliana. Buonissimi e molto golosi gli arancini di riso possono essere preparati in moltissimi modi e sono sempre un ottimo mezzo per riciclare del riso avanzato. Se volete scoprire...
Antipasti

Arancini di riso e prosciutto: ricetta tradizionale

Gli arancini sono senza dubbio uno dei piatti tipici della cucina siciliana. La farcitura varia in base al gusto personale e alla fantasia. Qui vedremo come realizzare la ricetta tradizionale degli Arancini di riso e prosciutto. Il loro sapore saprà...
Antipasti

Come preparare gli arancini al forno

Gli arancini sono un antipasto tipico della tradizione siciliana. Il classico arancino prevede un ripieno al ragù, ma la ricetta si presta a svariate combinazioni. Esistono infatti quelli al burro, al pistacchio di Bronte, agli spinaci, al prosciutto...
Antipasti

Come preparare gli arancini di riso venere e pesce

Gli arancini sono senza dubbio uno dei piatti preferiti da grandi e piccini e quando si ha abbastanza tempo a disposizione, è un piacere prepararli in casa propria per avere anche la certezza di utilizzare sempre prodotti selezionati. Ecco diversi metodi...
Antipasti

Ricetta: peperoncini verdi ripieni al forno

Tra le ricette più amate della gastronomia italiana, non possono mancare i profumati e deliziosi peperoni ripieni al forno. Una ricetta tanto semplice, quanto prelibata, che possiamo preparare anche in versione "mini" per portare in tavola un pizzico...
Antipasti

5 ripieni per i tramezzini al forno

I tramezzini sono l'ideale da portare in tavola nelle feste di grandi e piccini. Tutti amano i tramezzini per il loro gusto e la loro versatilità. Anche nei bar sono i prodotti più venduti al banco. Molto spesso però possono anche salvarci la cena,...
Antipasti

Ricetta: supplì di riso con verdure

La variante qui proposta dei supplì di riso è una ricetta consigliabile a tutti, anche perché più leggera rispetto a quella tradizionale, poiché utilizza le verdure al posto della carne macinata. Ovviamente, a seconda delle preferenze, è possibile...
Antipasti

Come preparare gli involtini di verdure e riso

Gli involtini sono dei fantastici impasti ripieni in tanti modi diversi: solitamente si fanno con la pasta o con le sfoglie, formando un antipasto sfizioso da gustare a tavola con i propri commensali, graditi da grandi e piccini. La ricetta che viene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.