Canederli alla ricotta

tramite: O2O
Difficoltà: media
Canederli alla ricotta
15

Introduzione

I canederli sono uno dei dei cibi più buoni che esista. Anche se all'inizio possono avere un aspetto poco rassicurante, ci si rende conto del loro valore solo dopo averli assaggiati. In sintesi si possono definire simili a degli gnocchi di pane raffermo nei quali si crea un delicato e sottile equilibrio tra la loro struttura densa, molto compatta, le loro dimensioni e la loro consistenza molto leggera. In questa guida scoprirete come fare dei buonissimi Canederli alla ricotta.

25

Occorrente

  • 300 g di ricotta
  • 150g di pane da toast senza la crosta
  • 60 g di burro morbido
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino e ½ di farina
  • sale
35

In una terrina mescolare con molta energia, con l'ausilio di una frusta il burro, precedentemente ammorbidito con un pizzico di sale e alla ricotta fino ad ottenere un composto cremoso. Dopo aggiungere le uova una alla volta e pian piano anche la farina. Mettere da parte il composto fino ora mescolato e concentrarsi sul pane: il primo step consiste nel privarlo della crosta; in un secondo momento tagliare il pane a dadini molto piccoli (stare attenti a non tagliarsi). A questo punto potrete aggiungere il pane appena tagliato al composto che avevate messo da parte, una volta che il pane è ben incorporato mettere il composto della ciotola in frigo, far riposare il composto per circa un'ora (in realtà l'ideale sarebbe due ore), non dimenticarsi di coprire la ciotola con del velo di pellicola per uso alimentare.

45

Il discorso sulla durata del, in merito al riposo del nostro composto è relativo: infatti l'idea è controllare ogni quarantacinque cinquanta minuti; se il composto si presenta umido allora si passa alla fase successiva altrimenti lasciare ancora in frigo: Il composto si presenterà anche leggermente appiccicoso, ma lavorabile. Inumidirsi le mani e iniziare a lavorare con le mani i 12 canederli, per le dimensioni ispirarsi a quelle di un mandarancio, trattare il composto in modo simile ad una polpetta (in questo caso noi abbiamo usato la ricotta ma alcune volte possono essere usati anche ingredienti aggiuntivi per cambiare, a volte anche in modo significativo, il sapore, oppure potrebbe semplicemente cambiare nell' aspetto: questo dipende da cosa aggiungete all'impasto).

Continua la lettura
55

Questa ricetta come si può notare è un po' laboriosa, tuttavia se ci si cimenta diverse volte ne si possono scoprire i segreti; con la pratica le forme ed il gusto dei canederli miglioreranno in modo significativo, dunque non vi resta che provare a farli voi stessi, un ultimo appunto riguarda le guarnizioni ve ne sono di diverse per esempio nel nostro caso si sposerebbe molto bene la salsa agli asparagi non molto difficile da fare ma veramente molto buona.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i canederli tirolesi

I canederli tirolesi sono un piatto tipico del Tirolo ed affondano le loro radici in tempi antichi, quando i contadini utilizzavano ciò che avevano per procacciarsi un buon pranzo. I canederli sono infatti delle palline di pane ripiene di speck e formaggio...
Primi Piatti

Come fare i canederli allo speck

Come tutti sappiamo, i canederli sono un piatto tipico della cucina tirolese e dell'Alto Adige. È un piatto di antiche origini, saldamente ancorate al mondo montanaro e contadino. La filosofia del piatto è quella di "non buttare via nulla". Infatti...
Primi Piatti

Come preparare i canederli di semolino

Cucinare è un qualcosa di molto bello e di divertente, in particolar modo se realizziamo in cucina dei piatti buoni e gustosi. Ci sono molti piatti buone e spesso sottovalutati, come ad esempio i canederli al semolino. Una sorta di gnocchi morbidi e...
Primi Piatti

Ricetta: canederli in brodo tirolesi

In questo articolo siamo pronti a proporre a tutti i nostri lettori, la realizzazione di una nuova ricetta che è tipica delle regioni del Nord Italia ed in particolar modo del Trentino Alto Adige. Stiamo parlando dei famosi canederli, detti anche Knodel.Nello...
Primi Piatti

Come preparare i canederli gratinati al pesto di noci

Se non temete i piatti calorici e amate la tradizione culinaria trentina, questa ricetta fa per voi. I canederli gratinati al pesto di noci si presentano come piatto unico, ricco sia di carboidrati che di proteine e grassi. Sono apprezzati particolarmente...
Primi Piatti

Ricetta: canederli agli spinaci

I canederli, o knödel come vengono chiamati in Germania, sono grossi gnocchi fatti di pane, latte, uova e altri ingredienti, vengono serviti in un brodo caldo o asciutti, conditi con un po' di burro. Nella cucina tedesca i canederli sono estremamente...
Primi Piatti

Come preparare i canederli di polenta ripieni di formaggio

Se siete alla ricerca di un gustoso piatto autunnale da servire in tavola durante la prossima cena in famiglia, ecco a voi i canederli di polenta ripieni di formaggio. Questa specialità è adatta per scaldare le serate più fredde ed è ottima gustata...
Primi Piatti

Ricetta: i canederli di formaggio

I canederli di formaggio è uno dei piatti più buoni tipici dell'Alto Adige. Questa ricetta ha origini molto antiche ed è molto apprezzata nell'arte culinaria italiana. Può essere gustata in numerose variati e combinazioni possibili; speck, funghi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.