Come addensare l'amido di mais nel forno a microonde

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Gli elettrodomestici fanno parte ormai della vita quotidiana. In cucina hanno veramente facilitato il lavoro ai fornelli, comprese tutte quelle operazioni accessorie come il lavaggio delle stoviglie. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli sull'utilizzo del forno a microonde, in particolare su come addensare in maniera efficace l'amido di mais. Quest'ultimo è molto adatto per la preparazione di zuppe, salse e sughi, ma anche per addensare dei budini o dei ripieni per dolci molto gustosi.

25

Occorrente

  • Amido di mais
  • Acqua
  • Ciotola per microonde
35

Preparare il composto

La prima cosa da fare è quella di mischiare all'interno di una ciotola adatta al microonde una parte di farina di granturco con due parti di acqua. Successivamente si deve aggiungere mezzo cucchiaio di amido di mais ogni mezza tazza di liquido che si vuole addensare. Poi, si mischia l'acqua e l'amido di mais fino a quando quest'ultimo si scioglie. In seguito bisogna mischiare al liquido rimanente una salsa, un sugo o una zuppa; logicamente dipende da quello che si vuole preparare.

45

Mettere il composto in forno

A questo punto bisogna mettere il composto ottenuto nel forno a microonde. Si deve impostare il forno per circa tre minuti alla massima potenza. Quando il forno a microonde si è riscaldato bisogna inserire la ciotola e lasciarla per circa due minuti, comunque fino a quando il composto bolle. Successivamente si lascia in ebollizione per un minuto scarso. È preferibile non prolungare l'ebollizione dell'amido di mais per più di un minuto. Infatti, con una cottura eccessiva si corre il rischio di compromettere il processo di addensamento che viene determinato dall'amido di mais.

Continua la lettura
55

Servire la pietanza

Successivamente bisogna estrarre la ciotola dal forno a microonde prestando la massima attenzione per evitare di bruciarsi, date l'alta temperatura che viene raggiunta dal composto. In seguito si devono rimescolare gli ingredienti rimasti prima di poter servire la pietanza. A questo punto si è riusciti ad ottenere, con estrema semplicità ed efficacia, un composto addensato grazie all'amido di mais. Alcune ricette per la realizzazione di dolci richiedono dei passaggi abbastanza rigorosi per avere un corretto addensamento. È fondamentale quindi utilizzare una ricetta specifica relativa alla preparazione di creme, salse di frutta e budini. Se vengono seguite attentamente tutte le informazioni della guida si riesce ad ottenere un ottimo risultato. Adesso non resta altro da dire se non augurare buon lavoro e soprattutto buon appetito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 consigli per scegliere il forno microonde

In cucina, ogni aiuto dalla tecnologia è il benvenuto. In particolar modo per i meno esperti che hanno poco tempo da dedicare ai fornelli. L'arrivo del forno a microonde fu una piccola rivoluzione. Questa tecnologia permette diversi vantaggi. Accorcia...
Consigli di Cucina

Come addensare i liquidi

In cucina quando si prepara una pietanza, soprattutto se richiede una salsa capita che essa sia troppo liquida. Quest'ultima risulta troppo liquida e addirittura insipida. Per far si che il piatto risulti gradevole possiamo rimediare il danno. Per addensare...
Consigli di Cucina

Consigli per addensare una salsa

Le salse in cucina sono un elemento estremamente importante, in quanto possono arricchire un piatto esaltandone il sapore, se realizzate nel modo corretto. Ottenere la densità giusta è, però, estremamente importante, sia per permettere che si leghino...
Consigli di Cucina

Come addensare l'aceto balsamico fatto in casa

L'aceto balsamico è un condimento agrodolce da accostare a carne, pesce e verdure. Nel dettaglio all'interno di questa guida vi mostrerò come addensare l'aceto balsamico fatto in casa o meglio alcuni piccoli trucchi per dare ancora più consistenza...
Consigli di Cucina

Come fare le patate ripiene utilizzando il microonde

Tra le ricette tipicamente autunnali con le quali coccolare e riscaldare il palato, una delle più gustose è senza dubbio quella delle patate ripiene. Le patate ripiene sono un piatto perfetto per l'autunno e l'inverno, da personalizzare con gli ingredienti...
Consigli di Cucina

Come fare le chips in microonde

Le patatine sono un contorno e uno snack sempre gradito, perché vanno bene per accompagnare molteplici piatti, per essere sgranocchiate guardando un film o come spuntino veloce da preparare per un party tra amici. Se non si vuole ricadere sempre sulla...
Consigli di Cucina

10 consigli per cuocere i cibi nel microonde

Dopo una lunga e faticosa giornata di lavoro, è naturale essere troppo stanchi per cimentarsi in una ricetta elaborata per la cena in famiglia. Il microonde si rivela, in questo caso, l'elettrodomestico più prezioso e comodo da utilizzare per cuocere...
Consigli di Cucina

Dolci al microonde: 10 dessert da provare

Un'improvvisa voglia di dolce ci assale, e la dispensa è vuota. Che fare? Potrebbe essere un bel problema. Eppure, la nostra piccola voglia golosa può essere facilmente soddisfatta. Come? Semplicissimo! Ci basteranno un pizzico di fantasia, pochissimi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.