Come ammorbidire il pane duro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molto spesso ci capita di buttare del pane, perché questo, dopo alcuni giorni se non viene congelato diventa duro è quindi immangiabile. Tuttavia bisognerebbe cercare di evitare di sprecare il pane, come ogni altro tipo di prodotto alimentare. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad ammorbidire il pane duro, in modo da evitare di buttarlo e poterlo consumare anche dopo alcuni giorni dall'acquisto.

26

Avvolgere il pane in uno strofinaccio pulito

Sicuramente, uno dei metodi più efficaci di ammorbidire il pane è quello di avvolgerlo in uno strofinaccio pulito, inumidito precedentemente con un po' di acqua tiepida, lasciandolo così avvolto per circa un'ora. Non appena sarà trascorso il tempo necessario, prendiamo il nostro pane e inforniamolo a circa cento gradi, fino a quando non acquisirà una consistenza friabile ma allo stesso tempo morbida, allo stesso modo di quando era stato acquistato. Un ulteriore metodo per ammorbidire il pane ormai duro è quello di spennellarlo con dell'acqua a temperatura ambiente ed avvolgerlo subito dopo in un foglio di carta stagnola.

36

Utilizzare il pane per cucinare le polpette

Una volta che lo avremo avvolto nella stagnola, potremo decidere se metterlo in forno a 150 gradi per circa venti minuti, oppure se metterlo sulla griglia avendo però l'accortezza di mantenere la fiamma molto bassa per tutto il tempo, in entrambi i casi, il nostro pane tornerà fresco e piuttosto morbido. Se però, ci accorgiamo che il pane è diventato ormai troppo secco da non potere applicare nessuno dei metodi indicati nei precedenti passi, l'unica soluzione per poterlo recuperare senza doverlo necessariamente buttare è quella di utilizzarlo per cucinare ad esempio delle polpette.

Continua la lettura
46

Utilizzare il pane per preparare dei crostini

Potremo, inoltre, utilizzare il pane troppo secco per preparare dei gustosi crostini, da servire con del pomodoro tagliato a pezzetti, per accompagnare diversi tipi di zuppe ecc, dovremo solamente metterlo in forno o in padella, tagliato a cubetti ed arricchito con un po' di sale ed olio. Un'altra soluzione molto utile è quella di utilizzare il nostro pane per ricavare il pangrattato, tale procedimento richiederà davvero pochissimo tempo, in quanto non dovremo fare altro che grattugiarlo, in tal modo ne ricaveremo anche un risparmio economico poiché eviterete di comprare il pangrattato.

56

Seguire le istruzioni

A questo punto, sarà sufficiente seguire le pratiche istruzioni riportate nei passi precedenti, per evitare di buttare il pane che, dopo qualche giorno dall'acquisto, sarà diventato duro. In questo modo recupereremo il pane o lo utilizzeremo in modi alternativi, evitando di sprecarlo inutilmente. È molto importante riuscire ad evitare gli sprechi di qualsiasi tipo di cibo cercando sempre un modo per riuscire a riutilizzare gli avanzi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Come preparare il cosciotto di maiale all'austriaca

Il cosciotto di maiale all'austriaca è una portata tipicamente natalizia. La ricetta è laboriosa, infatti occorrono due giorni per preparare questo piatto ricco, energetico e molto saporito. I tempi di cottura di un cosciotto di maiale crudo sono lunghi,...
Carne

Come preparare il filetto di maiale in crosta

Molto spesso, ci capita di invitare nella nostra casa, amici o parenti. Servire in queste circostanze, la ricetta giusta, che riesca a soddisfare l'appetito dei nostri ospiti, non è facile come sembra. La nostra arte culinaria, ci offre un'immensità...
Consigli di Cucina

Burro aromatizzato: 5 ricette da spalmare

Il burro è un ingrediente dal sapore neutro che si presta bene a molte preparazioni e che può essere arricchito con nuovi ingredienti, sia dolci che salati. Questo tipo di lavorazione prende il nome di burro aromatizzato o burro aromatico. In Italia...
Dolci

Come conservare il salame di cioccolato

Il salame di cioccolato è uno dei dolci tipici della tradizione italiana. Si prepara con semplici ingredienti facilmente reperibili al supermercato, come il cioccolato e le uova. C'è da dire che, poiché il salame di cioccolato si serve solitamente...
Dolci

Ricetta: salame al cioccolato bianco

Il salame al cioccolato è un dolce di semplice preparazione e di grande effetto: non richiede cottura, può essere conservato in frigo per diversi giorni e grazie alla sua forma e alle sue dimensioni può essere facilmente trasportato in contenitore...
Carne

Ricetta: filetto con salsa al gorgonzola

In casa, durante l'arco della giornata vengono preparate numerose ricette. Infatti iniziando dalla colazione, viene cucinato il caffè, il latte, il tutto accompagnato dai biscotti. Successivamente arriveremo all'ora di pranzo. In questo caso cuciniamo...
Dolci

Come preparare il torrone morbido

Il torrone è un dolce conosciuto in tutta Italia, e sono tante le ricette che esistono e si tramandano, ma quelli più famosi sono quelli che provengono da Sulmona (AQ). Questi dolci sono ottimi durante il periodo invernale, infatti sono molto consumati...
Primi Piatti

Come fare i tortellini in casa

I tortellini sono uno dei piatti nazionali più amati sia dagli italiani che dagli stranieri. Vengono preparati generalmente durante i pranzi domenicali oppure in occasione del Natale. I tortellini sono un tipico piatto bolognese e possono essere conditi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.