Come ammorbidire una baguette

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avevate comprato del buon pane francese per coccolarvi durante il pranzo e vi siete accorti che nel giro di poche ore si è indurito diventando immangiabile? Siete stati fortunati a trovarmi, perché in questa giuda vi farò conoscere tutti i segreti per ammorbidire le baguette e farle ritornare deliziose come quando comprate dal fornaio.  

26

Il primo metodo che vi propongo è davvero molto semplice: consiste nel prendere il vostro pane raffermo e porlo all'interno di un canovaccio leggermente inumidito per circa un' ora. Prestate attenzione però, lo strofinaccio non deve essere troppo bagnato altrimenti il pane assorbirà troppa acqua e diventerà immangiabile. Trascorso il tempo previsto portate il forno ad una temperatura di circa cento gradi e fatelo cuocere fino a quando non vedrete che il colore diventerà più scuro e il suo inconfondibile aroma si spargerà per tutta la cucina. Potete anche tastarlo di tanto in tanto con la mano, per accertarvi che si cuocia per bene prima di servirlo in tavola.

36

La seconda alternativa è molto più semplice: potete spennellare la superficie del vostro pane raffermo con dell'acqua o, in alternativa, un filo di olio di oliva o extravergine (in questo modo il gusto diventerà più pungente). Avvolgetelo per la successiva ora in un involucro ben stretto di carta stagnola onde evitare che l'aria possa penetrarvi all'interno, rovinando così tutto il vostro faticoso lavoro. Preriscaldate il forno a centocinquanta gradi e... Voilà, il gioco è fatto.

Continua la lettura
46

Se, purtroppo, i miei precedenti suggerimenti non hanno fatto ottenere i risultati sperati, potete sempre pensare di utilizzare in vostro pane raffermo per realizzare dei gustosissimi crostini da accompagnare alle vostre zuppe. Tagliate il pane a piccoli cubetti e poneteli su una piastra da forno cosparsi di olio, rosmarino tagliato finemente e, per renderli ancora più personali, sentitevi liberi di aggiungere tutti i condimenti che volete (origano, pomodoro in polvere, peperoncino, aglio in polvere, ecc.), stando sempre attenti a non esagerare. Cuocete per dieci/quindici minuti ad una temperatura di centocinquanta gradi o fino a quando non saranno belli croccati e dorati. Ora siete pronti per gustare la vostra zuppa fatta in casa con grande soddisfazione.

56

Se poi vi volete sentire ancora più "chef", vi consiglio di preparare delle buonissime polpette di carne, rendendo il pane raffermo una polvere finissima da impastare insieme a della carne di pollo, mortadella, prezzemolo, patate bollite, formaggio grana, uovo, sale e pepe q. B.  

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il pane può essere spennellato anche un filo di olio di oliva o extravergine ma in questo caso il gusto diventerà più pungente.
  • Tutti i minuti di cottura e le temperature che propongo in questa giuda sono approssimative: tutto dipende dal tipo di forno e dai risultati che volete ottenere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Regole per ammorbidire i datteri secchi

I datteri secchi sono un alimento particolarmente nutriente e versatile. Ricchi di vitamine e sali minerali, vantano elevate proprietà antinfiammatorie. Contengono ferro, fibre ed amminoacidi. I datteri secchi si prestano alla preparazione di numerose...
Consigli di Cucina

Come ammorbidire i ceci

In cucina si preparano delle ottime ricette. Tra queste troviamo anche i cibi sani. Per cibi sani si intendono piatti effettuati con ingredienti ricchi di vitamine. Soprattutto preparati per i bambini che devono crescere con le giuste proteine e vitamine....
Consigli di Cucina

Come lardellare un arrosto

Se si vuole ottenere un arrosto morbido, saporito e profumato è molto importante, prima di procedere con la cottura, eseguire il procedimento di lardellatura. Si tratta di inserire nel taglio di carne da cucinare opportuni pezzi di grasso che, cuocendo,...
Consigli di Cucina

5 idee per organizzare una cena a base di gamberetti

I gamberetti, a detta di molti, fanno senza dubbio parte dell'èlite dei crostacei più utilizzati nelle cucine di tutto il mondo. La loro delicatezza a contatto con il palato li presta a numerosi abbinamenti culinari. Come vedremo di seguito, questi...
Consigli di Cucina

Menu di Pasqua: idee per un menu vegetariano

Pasqua si avvicina. Pertanto ecco delle idee per un Menu particolare. Infatti, le idee per il Menu che andrò a proporvi oggi sarà assolutamente vegetariano. Quindi per chi non mangia carne di alcun tipo, questo farà al caso suo. Gustate questo Menu...
Consigli di Cucina

Come usare la farina di riso

La farina di riso gode di tutte le proprietà nutritive dell'alimento da cui deriva: il riso. Nella cucina orientale viene utilizzata prevalentemente per la preparazione di biscotti secchi, cracker e gallette. Rispetto ad altre tipologie di farina, possiede...
Consigli di Cucina

Come fare le rose di mele

Vi è mai capitato di avere degli ospiti a cena, aver preparato tutto e non sapere cosa inventarsi per il dolce? Di solito in questi casi si opta per comprare una torta già pronta e si risolve tutto, ma se avete un po' di tempo potreste preparare delle...
Consigli di Cucina

Come fare la salsa per la fondue di carne

La fonduta è una ricetta tipica del Nord Italia, ma che ha origini in Svizzera e Francia. Molto spesso infatti si sente chiamare con il nome "fondue", la parola francese che indica questa salsa a base di formaggi con cui si accompagnano pane e carni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.