Come aromatizzare l'aceto

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'aceto non è solo un semplice condimento in cucina, ma ha infinite proprietà antibatteriche e terapeutiche. Infatti abbassa la febbre, calma la tosse, disinfetta le piccole piaghe e le scottature superficiali. È molto conosciuto per la sua capacità di neutralizzare i batteri, quindi viene utilizzato spesso per la pulizia della casa. In questa guida spiegherò come aromatizzare l'aceto per avere efficacia e profumazione allo stesso tempo.

28

Occorrente

  • 1 litro di aceto di vino bianco o rosso
  • 6 spicchi di aglio
  • 50 gr di fiori di lavanda essiccati
  • 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  • 50 gr di bucce d'arancia non trattata
  • 50 gr di miele di acacia
  • una manciata di pepe rosa
38

La prima ricetta che vi suggerisco per aromatizzare l'aceto è quello con l'aglio. Questo delizioso condimento può essere utilizzato per insaporire insalate, verdure cotte e crude, uova sode e per marinare le alici o il pesce in genere. Ma vediamo la modalità di preparazione; prendete 6 spicchi d'aglio, puliteli esternamente, lavateli sotto l'acqua corrente, asciugateli, schiacciateli leggermente e metteli in infusione in un vasetto a chiusura ermetica con un litro di aceto bianco o rosso (dipende dal vostro gusto). Lasciate riposare in un luogo asciutto e buio per 3 giorni; dopo filtrate con un colino e potete già utilizzarlo.

48

Un'altra idea per aromatizzare l'aceto è quella con i fiori di lavanda. È adatto a chi ha i capelli o la pelle grassa, come lozione tonificante viso, ottimo per trattare l'acne e per rendere non solo pulito il pavimento ma anche estremamente profumato. Il procedimento è molto semplice basta prendere i fiori di lavanda secchi, un litro di aceto e qualche goccia di olio essenziale di lavanda. Lasciare in infusione per 20 giorni agitando regolarmente il barattolo. Trascorso il tempo necessario, filtrate con un colino e utilizzatelo in base alle vostre esigenze.

Continua la lettura
58

Per curare invece un mal di gola, malattie da raffreddamento o usarlo semplicemente come condimento su una grigliata di carne, potete optare per l'aceto all'arancia. L'acidulo dell'aceto è smorzato dalla dolcezza di questo agrume. Non dovete fare altro che mettere in infusione le bucce di arancia non trattata (togliendo la parte bianca che risulta aspra) in un litro di aceto chiudere il barattolo e lasciare macerare per una settimana. Trascorso il tempo basta filtrare il liquido e consumarlo in caso di mal di gola facendo dei gargarismi.

68

Se invece volete accostare l'aceto anche a delle pietanze dolci, potete preparare quello al miele e pepe rosa, adatto a fragole, macedonie, insalate miste aromatiche, formaggi di capra e carne in genere. Per prima cosa prendete il miele e scioglietelo nell'aceto bianco, aggiungere una manciata di pepe rosa e lasciare in infusione, in un barattolo a chiusura ermetica, per 10 giorni avendo la cura di rigirarlo a giorni alterni. In questo caso non occorre filtrare il liquido ma usarlo in base ai vostri gusti.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non amate il gusto pungente dell'aceto di vino potete optare per quello di mele dal sapore più delicato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare l'aceto balsamico

L'aceto balsamico è un pregiato condimento italiano e bastano poche gocce quando si vuole rendere speciale una qualunque pietanza. Innanzitutto bisogna sapere che l'aceto balsamico tradizionale proviene da un liquido zuccherino non alcolico. Precisamente...
Analcolici

Come fare la glassa di aceto balsamico

Con il termine aceto balsamico ci si riferisce, anche in maniera piuttosto generica, ad alcuni condimenti dal gusto agrodolce prodotti nelle province di Reggio Emilia e Modena. Esiste un prodotto la cui ricetta originale nasce dall'unione tra l'aceto...
Analcolici

Come aromatizzare l'acqua

Tutti noi oggi abbiamo un account sui social e possiamo vedere come star internazionali sponsorizzino degli infusi fai-da-te disintossicanti utilizzando semplicemente frutta e verdura. Ormai i tipi di bevande diffuse in commercio sono veramente una quantità...
Analcolici

Come preparare gli aceti aromatici

L'aceto aromatico è una soluzione di acido acetico altamente aromatizzata con delle sostanze odorose e viene utilizzato sia per insaporire alcune pietanze, sia come stimolante per la pelle. Di questi particolari aceti ne esistono di diverse tipologie,...
Analcolici

Come fare un espresso con il latte

Non c'è dubbio che il caffè sia la bevanda preferita dagli italiani. Tra le tante varianti, che possiamo preparare anche in casa c'è il famoso cappuccino, molto richiesto al bar. Si tratta di una bevanda che unisce il gusto del caffè espresso con...
Analcolici

Come preparare il succo di mela

Il succo di mela casalingo, da non confondere con il succo di frutta, non contiene conservanti né zuccheri aggiunti. È utilissimo in pasticceria, come bagna per il pan di Spagna oppure per aromatizzare le creme. Se piace, puoi servirlo tranquillamente...
Analcolici

5 cocktail analcolici a base di zenzero

Lo zenzero, o ginger, è un alimento che non solo utilizziamo già da molti anni per speziare piatti e bevande, ma che è noto anche per le sue innumerevoli proprietà benefiche e curative. Nello specifico si tratta di una radice proveniente dall'estremo...
Analcolici

Come preparare uno switchel allo zenzero

Se al mattino avete bisogno di una bella sferzata di energia, niente di meglio di uno switchel allo zenzero! Si tratta di una bevanda fermentata dai grandissimi benefici che è stata recentemente riscoperta. Di origine caraibica, si è poi diffusa in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.