Come aromatizzare l'agnello

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'agnello è un animale che ha un'età inferiore ai 9 mesi; esso nelle preparazioni gastronomiche viene preferito "all'agnello da latte", cioè quello che ha circa 3 mesi. La differenza sostanziale è il gusto della carne; infatti, quest'ultima ha un sapore dolce e meno pungente quando l'animale è più giovane. Per rendere la carne gradevole a tutti i palati si sceglie di aromatizzarla. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come aromatizzare l'agnello, mediante una precedente marinatura, semplice, economica e di ottimo gusto.

25

Occorrente

  • 1 kg di agnello
  • 1/2 litro di vino
  • 1/2 limone
  • 3 spicchi d'aglio
  • 30 g di salvia a foglie
  • 50 g di rosmarino in rametti
  • 50 g di dragoncello in rametti
  • pepe, un pizzico
  • sale q.b.
35

Marinatura

La prima cosa da fare è quella di tagliare in pezzi la carne, eliminando qualsiasi traccia di peli e/o grasso eventualmente presenti. Poi, si deve lavare sotto l'acqua corrente ed asciugarla con carta da cucina. Successivamente si deve riporre l'agnello in un ampio recipiente in cui viene versato mezzo litro di vino bianco; si deve aggiungere l'acqua fresca fino a quando non si copre completamente la carne. In seguito si aggiungono mezzo limone spremuto e tre spicchi d'aglio interi e si lascia marinare per circa due ore. La marinatura è fondamentale per evitare che la carne si secca durante la cottura. In questo modo si ottiene una carne morbida, succosa e tenera, oltre ad eliminare l'eccesso di sapore.

45

Aromatizzazione

Quando è stata ultimata la marinatura bisogna togliere l'agnello dalla soluzione; la carne non deve essere asciugata in quanto deve conservare l'effetto della marinatura. Successivamente si può anche aggiungere un po' di pepe nero. A questo punto si prende una teglia e si cosparge sopra qualche cucchiaio di olio extra vergine d'oliva; poi, si procede con l'aromatizzazione dell'agnello. Si devono sciacquare sotto l'acqua corrente alcuni rametti di rosmarino, delle foglie di salvia ed alcuni rametti di dragoncello, senza eccedere. In seguito si devono aggiungere alla carne, in modo tale che esse la coprono completamente.

Continua la lettura
55

Cottura

Adesso è il momento di infornare la teglia per un'ora circa ad una temperatura di 180° C; il forno deve essere acceso sia inferiormente che superiormente. Si deve girare spesso la carne durante la cottura; in questo modo le spezie aromatizzano tutti i pezzi di carne. È opportuno controllare spesso la cottura in quanto può darsi che occorre minor tempo. Infine, l'agnello va servito eliminando le spezie ed accompagnandolo con un'insalata a foglie, ad esempio della lattuga romana. Della lattuga iceberg oppure della rucola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: cosciotto d'agnello ripieno di prosciutto

L'Agnello è presente nella cucina regionale di molte zone d'Italia. Tante sono le ricette che si possono preparare con questo tipo di carne. È un conveniente secondo piatto, che si può farcire e accompagnare in svariati modi. Una delle ricette più...
Carne

5 modi di cucinare l'agnello

Gli amanti della carne sanno che l'agnello è un ottimo alimento per preparare gustose ricette. Questo infatti si può cucinare in tanti modi diversi a seconda dei gusti. In genere l'agnello è un piatto tipicamente pasquale ma si può benissimo cucinare...
Carne

Come cucinare la corata di agnello

La corata di agnello rappresenta un secondo piatto a base di frattaglie ed interiora dell'animale (quinto quarto). Precisamente vengono adoperati i polmoni, il cuore, le budella, il fegato e la milza. La corata di agnello risulta piuttosto diffusa nel...
Carne

Come fare l'agnello in padella

Uno degli alimenti più amati dalla maggior parte delle persone durante le feste di Pasqua è sicuramente l'agnello: si tratta di un piatto molto gustoso che può essere preparato in svariati modi per accontentare il palato di grandi e piccini. Tuttavia,...
Carne

Spezzatino di agnello ai carciofi

Lo spezzatino di agnello ai carciofi è un secondo di carne gustosissimo e semplice da cucinare. Solitamente si prepara in occasione delle feste pasquali, ma la tradizione non ci vieta di servirlo anche in altri momenti dell'anno. Il segreto per la riuscita...
Carne

Ricetta: agnello al vino bianco

La carne di agnello è una carne rossa che possiede molti benefici per l'organismo umano. È ricca di sostanze nutritive, come proteine, vitamine B12, ferro che in particolare quello contenuto nell'agnello, viene assorbito più facilmente dal nostro corpo....
Carne

Come fare l'agnello con erbe e zafferano

L'agnello ha una carne leggera, ricca di proteine facilmente digeribili. Tuttavia, ha un sapore molto forte e, per questo necessita di una marinatura, prima di essere consumato. Cucinare la carne di agnello non è un'operazione semplice; il suo profumo...
Carne

Ricetta: agnello arrosto con fave e lattuga

L'agnello arrosto con fave e lattuga è un secondo piatto prelibato, perfetto per le occasioni speciali, per la domenica di Pasqua, ma anche per un semplice pranzo domenicale. Un secondo ricercato, saporito e delizioso, dove il sapore deciso dell'agnello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.