Come aromatizzare la birra fatta in casa

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se siamo degli amanti della birra, sicuramente ci piacerà assaporare birre sempre differenti, acquistandole in appositi negozi. In alternativa, potremo provare a produrre con le nostre mani tutta la birra che più ci piace anche se non siamo degli esperti in questo settore. Sarà infatti sufficiente cercare su internet delle guide che ci mostrino tutta la strumentazione che dovremo reperire per poter iniziare a produrre la nostra birra in casa e ci insegneranno tutte le tecniche necessarie per una corretta produzione. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad aromatizzare correttamente la nostra gustosissimi birra fatta in casa.

26

Occorrente

  • Aromi,frutta.
36

Il processo di fermentazione più comune nell'homebrewing è sicuramente quello in cui si usa un kit di preparazione già predisposto da alcune aziende.
Senza entrare nel dettaglio, si possono richiamare alcuni passaggi necessari per la comprensione dell'aromatizzazione.
Concetto fondamentale da applicare a tutta la lavorazione è sicuramente la sanificazione di tutti gli strumenti di lavoro tramite appositi composti da sciogliere in acqua (in genere forniti nel kit).
L'aromatizzazione avviene nella fase di preparazione del mosto, ovvero quando viene versato l'estratto di malto liquido riscaldato a bagno maria, dentro una pentola che contiene acqua calda.

46

Solo in questo momento possono essere aggiunti gli aromi.
Questo passaggio non dovrà essere improvvisato; sarà importante avere pronti gli ingredienti da aggiungere quando la temperatura è ancora elevata.
Il consiglio principale è quello di dosare gli aromi e non eccedere in quantità per paura di non sentirne il gusto.

Continua la lettura
56

Si può aggiungere qualsiasi aroma. I più comuni sono la liquirizia, il miele, la cannella, il cacao, il peperoncino, lo zenzero, il caffè, la noce moscata.
Molto diffuso è anche l'utilizzo della frutta come aroma, tipo: ciliegia, mirtillo, cocco, banana, frutto della passione, castagna ecc.
L'aggiunta degli ingredienti può avvenire dopo averli macinati oppure lasciandoli interi nel mosto e quindi durante tutta la fase di fermentazione nell'apposito contenitore, avendo cura nell'imbottigliamento di utilizzare un dispositivo antisedimento che eviti la presenza di sospensioni solide.
L'aggiunta avviene direttamente nel mosto caldo ed è seguita da una fase di lento mescolamento per alcuni minuti. Poi viene lasciato riposare a lungo per ottenere infine il prodotto finito.

66

A questo punto non ci resta altro da fare, che provare subito a realizzare la nostra birra artigianale utilizzando tutte le tecniche viste in precedenza per riuscire ad aromatizzarla, in questo modo riusciremo a fornirgli un gusto veramente unico e particolare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

5 spezie da aggiungere alla birra

La birra è una bevanda alcolica tra le più antiche e diffuse al mondo. Questa si ottiene dalla fermentazione del mosto a base di malto d’orzo. Lo stesso è poi aromatizzato e reso gradevolmente amaro con l’aggiunta del luppolo.È un’usanza diffusa...
Vino e Alcolici

Come preparare la birra di nocciole

Chi ha la passione della, birra dovrebbe sapere che esistono diverse alternative a quella classica. Se si hanno a disposizione gli strumenti necessari per la preparazione della birra artigianale, è possibile provare una gustosa birra alle nocciole. Una...
Vino e Alcolici

Come fare la birra di riso

Una delle bevande più antiche e più diffuse del mondo è senza dubbio la birra. La birra classica, che troviamo comunemente in commercio nei supermercati, è prodotta per la maggior parte da malto di orzo, ma questo non è l'unico tipo di cereale che...
Vino e Alcolici

Come conservare la birra artigianale

La birra è un prodotto ottenuto dalla fermentazione alcolica di mosti. Questi vengono preparati con malto d'orzo torrefatto ed acqua con aggiunta di decotto di fiori di luppolo. Tuttavia questo tipo di malto si può sostituire con quello di frumento...
Vino e Alcolici

Come fare la birra di castagne

Ecco una guida, mediante il cui aiuto, vogliamo far fare ai nostri lettori una sorta di viaggio culinario, in modo tale da poter conoscere nello specifico, i piatti e le preparazioni, che sono tipiche di alcune zone della nostra bella Italia. In particolare...
Vino e Alcolici

Come fare la birra scura

Nota fin dai tempi più antichi, la birra scura è tra le bevande più consumate al mondo: ha un gusto deciso, un po' asprigno ma molto dissetante quindi se ne consuma tanta nelle afose serate estive. Al mondo, esistono diversi marchi storici ed enoteche...
Vino e Alcolici

5 modi per fare la birra in casa

Negli ultimi tempi si sceglie spesso il "fai da te" per risparmiare o per ottenere prodotti sicuri, almeno negli ingredienti, visto quante modificazioni non controllate si trovano in quelli che abitualmente compriamo. Inoltre è soddisfazione potere dire:...
Vino e Alcolici

Come abbinare la birra al cibo

La birra è un particolare bevanda che si ottiene facendo fermentare un mosto a base di malto d'orzo aromatizzato al luppolo. Il processo con cui avviene questa fermentazione e gli ingredienti utilizzati, conferiscono alla birra un gusto ed una gradazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.